12°

Spettacoli

Giuseppe Giacobazzi e Malika Ayane sul palco del Fuori Orario

Giuseppe Giacobazzi e Malika Ayane sul palco del Fuori Orario
Ricevi gratis le news
0

Venerdì 15 gennaio al circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico si ride con il comico di «Zelig» Giuseppe Giacobazzi, noto anche come «poveta romagnolo vinificatore», e con il suo nuovo spettacolo di teatro cabaret che raccoglie il meglio del suo repertorio. Il recital inizia alle ore 21.30, con ingresso riservato ai soci Arci e biglietti a 15 euro; alle ore 20 apertura del circolo, del punto ristoro (prenotazioni allo 0522-671970 o 346-6053342) e degli aperitivi gratuiti fino alle 21 in compagnia dell’artista; info www.arcifuori.it.
Cresciuto nel «Costipanzo Show», Giuseppe Giacobazzi si è consacrato nel 2007 a «Zelig» in prima serata su Canale 5, dove, abbandonate per un attimo le sue famose povesie, ha riscosso successo raccontando vicende di vita quotidiana con una mimica e un umorismo davvero unici. Di recente Giacobazzi, al secolo Andrea Sasdelli, ha pubblicato «Una vita da paura», un romanzo edito da Kowalski e ambientato nella Genova del 1589, che si somma all’e-book «Sburoni si nasce!» e all’altro fresco volume «Quel tesoro di mio figlio», scritto con il collega Duilio Pizzocchi (chi non li ha mai sentiti nella loro striscia giornaliera su Radio Italia Anni 60?).  Lunga è stata la gavetta di Giacobazzi: dal 1985 al 1992 è stato sia conduttore in una radio privata che comparsa comica in varie trasmissioni di tivù private. Il debutto da artista è avvenuto il 19 marzo 1993, serata d’esordio del «Costipanzo Show» (parodia del «Costanzo Show»), in onda su Telesanterno e poi su Rete 7, sempre con ottimi ascolti. Il «poveta» si è quindi cimentato con la musica, incidendo il cd «Balla sui cubi» e componendo il brano «Patacca rap», uscito nel 2007 dopo anni di prove live. Nel 1999 Giacobazzi è stato protagonista di 10 puntate di «Zappando zappando», su Italia 7, al fianco di Natalino Balasso e Duilio Pizzocchi. La fama del cabarettista è aumentata con «Zelig Off» nel 2005, «Zelig Circus» nel 2006, «Amore» di Raffaella Carrà nel 2006 su Raiuno e ancora «Zelig» su Canale 5 nel 2007.
Giacobazzi riassume così la propria folgorazione artistica: «Era una notte di tempesta quando nel caldo del suo lettuccio, il nostro ebbe l’avviso di ciò che sarebbe stato il suo futuro. Gli apparve in sogno l’insuperabile, l’insormontabile, l’inarrivabile (ecc. ecc.) Ravul Casadei insieme a tutta l’orchestra. Stupito ed emozionato, egli (il Poveta) si inginocchiò e disse: “Cut vegna un chencar, sei proprio te... l’insuperabile, l’insormontabile (ecc. ecc.) Ravul?”. Il grande Ravul rispose alzando una piadina al prosciutto: “A so’ me!”. Tremando per la tensione (ma anche perché la caldaia era rotta e faceva un freddo della madonna), Giuseppe chiese: “Cosa ti conduce a me o grande Ravul?”. L’insuperabile (ecc. ecc. che due maroni!) alzò una piadina al cielo e battendola due volte sulla testa del Poveta pronunciò la famosissima frase: “Va’ dove ti porta l’apecar! Va’ ad inculturare le masse, che tanto ne hanno bisogno, e se ti capita incultura anche le massaie, che forse ne hanno bisogno di più!”». 

MALIKA AYANE E PETER HOOK - Sabato 16 gennaio il Fuori Orario  accoglie una voce straordinaria, la rivelazione dell’ultimo anno in Italia: Malika Ayane, esplosa nel Sanremo 2009 con il brano «Come foglie» e in gara anche nel prossimo Festival (fra un mese) con la canzone «Ricomincio da qui». Il suo concerto inizia alle ore 22.30, anticipato alle 21.30 da immagini e proiezioni a tema e seguito all’1 dal dj set speciale dell’inglese Peter Hook, già fondatore e bassista delle celebri band New Order e Joy Division. L’ingresso è riservato ai soci Arci, con biglietti a 15 euro; alle 20 apertura del circolo, del punto ristoro (per il quale è consigliata la prenotazione allo 0522-671970 o 346-6053342) e degli aperitivi gratuiti fino alle 21 in compagnia degli artisti.
Paolo Conte, che per Malika Ayane ha firmato il pezzo inedito «Fandango», l’ha dipinta con parole d’eccezione: «Il colore della voce di Malika è un arancione scuro che sa di spezia amara e rara». Nata a Milano nel 1984 da padre marocchino e madre italiana, la Ayane si è formata al conservatorio, studiando violoncello per 6 anni, e nel Coro di voci bianche della Scala. Dall’incontro con Caterina Caselli un anno fa è scaturito l’album «Malika Ayane», forte dei singoli «Sospesa» (di e con Pacifico, noto pure nella versione inglese «Soul waver»), «Feeling better», hit radiofonico di fine 2008, il sanremese «Come foglie» (testo e musica di Giuliano Sangiorgi, autore anche di «Perfetta») e «Contro vento» (sempre di Pacifico), tutti arrivati ai vertici delle classifiche. E Malika stessa ha collaborato alla stesura di due brani: «Briciole» e «Il giardino dei salici», tema sonoro di uno spot della Barilla nel 2009.
Il disco, fulcro dello show, si avvale dei contributi di mostri sacri internazionali quali Tom Elmhirst, Tony Cousins e Vincent Mendoza, artisti che hanno lavorato con Amy Winehouse, Mary J. Blige, Peter Gabriel, Robbie Williams, Björk, Joni Mitchell... Malika Ayane canta con egual disinvoltura in inglese e in italiano, muovendosi tra canzone d’autore, suoni nu-soul, trip hop, black music americana e atmosfere latin. E chissà che alla serata del Fuori Orario non sia presente anche Cesare Cremonini, che di recente è stato avvistato più di una volta al fianco di Malika...
Di sicuro, al termine del concerto, c’è il dj set dell’inglese Peter Hook che, dopo una vita trascorsa da bassista nei Joy Division (da lui fondati nel 1977) e nei New Order (nati sulle loro ceneri nel 1980 e scioltisi nel 2007), ha mixato la compilation «Hacienda Classics» e adesso da deejay rievoca i fasti dell’acid house e del synth pop. Tutto è iniziato a Manchester nei primi anni ’90, con i «dance» New Order che hanno messo in luce gli aspetti più drammatici e nel contempo luminosi di un genere in ascesa quale il synth pop (pur senza mai farne parte effettivamente), rimanendo ancora oggi una delle formazioni più influenti dell’intera scena rock: parola di Bobby Gillespie dei Primal Scream e di Billy Corgan degli Smashing Pumpkins.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

bullismo

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

tg parma

Fra la gente di Colorno, tutti al lavoro contro il fango Video

solidarietà

Lentigione, i volontari parmigiani al lavoro per liberare le case dal fango Foto

alluvione

Rischio nuova piena: evacuazione totale di Lentigione Foto

Due intossicati a causa di un generatore elettrico

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Montagna

Corniglio, «class action» contro Enel?

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

grosseto

Abusa della figlia di 5 anni, arrestato

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260