12°

22°

Spettacoli

Film recensioni - Tra le nuvole

Film recensioni - Tra le nuvole
1

di Filiberto Molossi

Non so come saremo tra vent'anni, né tra dieci: non so nemmeno come  (e dove) saremo tra un giorno. O tra un'ora. Ma so con assoluta sicurezza che per sapere come siamo adesso (e in che guaio ci siamo cacciati...) bisogna vedere questo film. 
Che, resti tra di noi, è anche la migliore commedia dell'anno. Perché è una rappresentazione lucida e coerente della nostra, incerta, contemporaneità: che no, non è la casa del Grande Fratello dove ragazze col piercing sulla lingua piangono tutto il giorno come   viti tagliate. Ma un posto in cui ti licenziano via chat, ti mollano con un sms e agli amici mostri orgoglioso le tessere «millemiglia» come se fossero le foto dei tuoi figli. 
In sale d'aspetto sempre uguali dove attendi che la vita si faccia finalmente viva, mentre la tecnologia mette fuori gioco gli ultimi scampoli di umanità e resti in fila al check-in del tuo stesso smarrimento,  un grande film su un'epoca precaria. 
Là dove la crisi non è solo occupazionale, ma anche, soprattutto, esistenziale, affettiva, etica, relazionale.  E colpisce tutti, indiscriminatamente: lasciandoti sospeso, nel sogno che ti eri fatto, in quel lassù di cartongesso. Proprio là, in bilico sul vuoto, «Tra le nuvole».
Fresco vincitore del Golden Globe per la migliore sceneggiatura, già applauditissimo qualche mese fa al Festival di Roma, l'opera terza dell'appena 32enne Jason Reitman (dopo gli scomodi e riuscitissimi «Thank you for smoking» e «Juno»), prende il volo in un presente pieno di turbolenze sedendosi in un posto finestrino accanto a Ryan Bingham, professione tagliatore di teste. Single convinto, teorico dello zaino vuoto (meno ti porti dietro del tuo passato meglio stai...), Ryan è pagato per licenziare la gente: troppi esuberi? «Ristrutturazioni» in vista? Arriva lui a indorare la pillola: alleggerendo, con modi soft e frasi di circostanza, il personale per conto terzi. Inviato in ogni angolo d'America, Ryan trascorre più tempo in aereo che a casa. 
E viaggia leggero: il suo appartamento è anonimo come la stanza di un albergo, la sua vita sta in un trolley, la sua famiglia gli è completamente estranea. 
Fino a quando la sua incrollabile, serena e svincolata routine non viene messa a dura prova da due donne: Natalie, collega rampante che con un innovativo programma  di licenziamenti in video conferenza rischia di rendere inutile il suo lavoro, e Alex, attraente donna manager incontrata tra un arrivo e una partenza...
 Tra foto ricordo di posti dove non si è mai stati e gelide e lussuose astanterie da vip class, una commedia del non luogo  molto divertente e molto amara che scatta con cinismo e sarcasmo, ma non senza malinconica empatia,  la realistica polaroid di un'umanità dismessa e sentimentalmente precaria, capace di accorgersi che tutti hanno bisogno di un co-pilota per decollare, ma non sempre in tempo per evitare di precipitare.
 Scritto benissimo, pieno di battute brillanti e di considerazioni  appropriate, il film di Reitman, golden boy della new wave hollywoodiana (con una scarpa nella vecchia: suo padre è l'ex ghostbuster Ivan), schiera per lo più nel ruolo dei licenziati gente comune che ha davvero perso il lavoro (e ha rivissuto questa volta per finta,  in maniera catartica, quella drammati-
ca esperienza), volando alto nell'immedesimarsi in un protagonista sospeso tra vita reale o solo immagina-
ta, moderno Caronte che rende il limbo tollerante, uomo a parte svuotato di sè, solitario per convinzione e per destino licenziato dalla sua stessa vita. 
Un personaggio forte, potente, anche grazie all'interpretazione di un George Clooney mai così misurato e perfetto (accanto a lui, e non per semplice corollario, le brave, ognuna alla sua maniera, Anna Kendrick e Vera  Farmiga), (anti)eroe di una commedia romantico-motivazionale che arriva a una nuova consapevolezza  (sì, nella vita c'è di più...) non sorridendo al solito happy end ma specchiandosi nella disillusione della perdita.
Giudizio: 4/5
 
SCHEDA
REGIA:  JASON REITMAN
SCENEGGIATURA:  JASON REITMAN E SHELDON TURNER DAL LIBRO DI WALTER KIM
FOTOGRAFIA: ERIC STEELBERG 
INTERPRETI:  GEORGE CLOONEY, VERA FARMIGA, ANNA KENDRICK, JASON BATEMAN
GENERE:  COMMEDIA
Usa 2009, colore, 1 h e 49'
DOVE:  CINECITY, WARNER-THE SPACE, CRISTALLO (Fidenza)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Margherita

    25 Gennaio @ 18.14

    Incantevole attacco...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Atterraggio

olanda

Che atterraggio! Il cargo rimbalza sulla pista Video

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Scippo, anziana ferita in via Palestro

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

Albareto

L'alpino «Livio» morto a 101 anni

IL CASO

Manno a Istanbul: ambasciatore di legalità

La curiosità

Paracadutista a 96 anni grazie a un parmigiano

25 Aprile

Parma celebra la Liberazione. Pizzarotti ricorda il partigiano Annibale Foto Video 

Il 25 aprile festeggiato a Fidenza (Guarda le foto)

1commento

parma in crisi

Ko (anche) con il Sudtirol: squadra in ritiro a Collecchio Video

anteprima gazzetta

Anziana rapinata e aggredita all'uscita del cinema Astra Video

1commento

gaffe e polemiche

La "Pilotta dei lettori": da parcheggio (involontario) a campo da calcio

5commenti

pilotta

Planet Funk e Fast Animals and Slow Kids Chi c'era

FOTOGRAFIA

Bonassera e il "Brozzi" a Fotografia Europea 

GIALLO

Trovato un cadavere in Po: si pensa che sia Bebe Brown, scomparsa a Pasqua a Boretto

La testimonianza: "Sua sorella l'aveva chiamata qui per darle un futuro migliore..."

BRESCELLO

Trasporta cavalli senza patente né permessi: maxi-multa per 25enne

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

EDITORIALE

Eliseo: sarà una sfida tra due outsider

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

E' morta la quercia più vecchia: aveva 600 anni

LIVORNO

Sale sul tetto di un treno: 18enne muore folgorato

SOCIETA'

3 mesi fa l'aggressione

Il primo selfie di Gessica Notaro (la miss sfregiata con l’acido dall’ex)

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

SPORT

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

calcio e veleni

Lite Spalletti-Panucci sulla sostituzione di Dzeko Video

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"