Spettacoli

Al Parco va in scena la Resistenza al femminile

Al Parco va in scena la Resistenza al femminile
Ricevi gratis le news
0

Ma chi l'ha detto che la Resistenza non si possa raccontare sfuggendo alla rigidezza di un linguaggio celebrativo? A liberare questo nodo della memoria italiana dal peso della retorica è ora uno spettacolo, È bello vivere liberi!, in scena al Teatro al Parco venerdì 29 gennaio, ore 21, nell'ambito di Serata al Parco, stagione di teatro contemporaneo del Teatro delle Briciole.

È bello vivere liberi! èuno spettacolo che riscopre l'atmosfera vitale e  vertiginosa  di un periodo della nostra storia, il coraggio e la giovinezza di una generazione che sperava di cambiare l'Italia e che ha conosciuto l'Inferno in terra. Grazie a questa intuizione e a un talento non comune (la critica le ha giù pronosticato un futuro di successo) la giovane rivelazione Marta Cuscunà sta commuovendo ed esaltando i teatri italiani, dopo aver vinto con questo lavoto l'importante Premio Scenario per Ustica nel 2009.
Un progetto che ha costruito tutto da sola: l'ha scritto, lo interpreta, e si autodirige in scena. Gli oggetti di scena sono di Belinda De Vito, luci e audio di Marco Rogante, disegno luci di Claudio Parrino, co-produzione Operaestate Festival Veneto, cura e promozione Centrale Fies. Lo spettacolo viene rappresentato a Parma in occasione delle iniziative promosse per la Giornata della Memoria, in collaborazione con l'Istituto Storico della Resistenza e della Storia dell'Età Contemporanea.
 
"Un progetto di teatro civile per un'attrice, cinque burattini e un pupazzo". Così lo definisce lei stessa, ed è proprio grazie al mescolarsi di recitazione e burattini che è nato lo stile particolare col quale, come ha scritto la Giuria nella Motivazione del Premio, "anche l'orrore del lager può esser raccontato senza che lo spettacolo perda lo straordinario candore e la felicità nel racconto".
Lo spettacolo è, anche, una storia che guarda la Resistenza da un punto di vista femminile, mettendo in luce il contributo che quella fase ha dato all'emancipazione di genere. Al centro c'è infatti la storia vera di una donna che ha colpito la coscienza  di Marta nel profondo, la vita meravigliosa e dolorosa di Ondina Peteani, prima staffetta partigiana d'Italia, che fu deportata (e sopravvissuta) ad Auschwitz.  È bello vivere liberi! è l'ultima frase che Ondina Peteani ha scritto a poche settimane dalla morte, quando, in ospedale, il medico le chiese di scrivere, a occhi chiusi, la prima frase che le fosse venuta in mente.
Ma chi è Ondina Peteani?  È una ragazza che a 17 anni comincia a partecipare alla lotta antifascista nella Venezia Giulia, dove la Resistenza inizia prima che nel resto d'Italia grazie alla collaborazione con i gruppi partigiani sloveni nati già nel 1941 per opporsi all'occupazione fascista dei territori Jugoslavi. Il suo percorso inizia con le riunioni clandestine dove, con straordinario anticipo, fioriscono anche i valori di emancipazione femminile e di parità tra uomo e donna. A 18 anni Ondina diventa staffetta partigiana e comincia ad affrontare le missioni più impensabili.  La sua vicenda però, è stravolta bruscamente nel '43 quando, appena diciannovenne, viene sprofondata nell'incubo della deportazione nazista.

"Ho scelto di raccontare tutto questo - spiega la Cuscunà - con linguaggi differenti: le testimonianze, per ricreare l'atmosfera e lo spirito di quegli anni attraverso le parole di chi li visse in prima persona; il monologo civile, per creare un filo conduttore tra le vicende e un punto di vista contemporaneo; i burattini, per ritrovare la forma del teatro popolare che gli stessi partigiani utilizzavano nei bozzetti drammatici che scrivevano e interpretavano per festeggiare le vittorie; il teatro di figura con pupazzi, per raccontare in modo evocativo l'orrore dei lager; perché a un pupazzo si può fare di tutto, anche le cose più terribili; perché il rapporto tra pupazzo e manovratore è uguale a quello tra deportato e aguzzino; perché davanti alle immagini delle persone deportate ad Auschwitz lo shock emotivo è fortissimo e fa distogliere lo sguardo, mentre davanti a un pupazzo picchiato e umiliato si resta a guardare fino in fondo e l'emotività lascia spazio alla riflessione".

Informazioni e biglietti
Teatro al Parco
Parco Ducale 1, Parma
Tel 0521 992044, biglietteria elettronica su www.solaresdellearti.it.
 (foto di Belinda De Vito)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

Orietta Berti in una foto d'archivio

Par condicio

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Intervista

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era

PGN

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

INSERTO

In edicola lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Grazie la collaborazione di un commerciante straniero denunciato ladro d’auto italiano

san leonardo

Commerciante straniero permette di fermare il ladro d’auto italiano

2commenti

OSPEDALE

Day hospital oncologico al Cattani: lavori verso la conclusione. Ecco come sarà: foto

Intervento da 1,3 milioni di euro. Parcheggi riservati ai pazienti in cura

FATTO DEL GIORNO

Giovanni Reverberi, parmigiano prigioniero a Dachau: la sua storia in un libro toccante Video

La nipote di Reverberi, Natalia Conti, è fra coloro che tengono viva la memoria di quanto accadde in quegli anni

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

14commenti

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

7commenti

TG PARMA

Le elezioni 2018 costeranno 584mila euro al Comune di Parma Video

Allarme

Ore 7: attimi di paura in via Emilia Est

6commenti

PARMA

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

1commento

modena

'Ndrangheta: fermato il presunto nuovo reggente della cosca emiliana

Carmine Sarcone, provvedimento della Dda e dei Carabinieri

SALUTE

In calo l'incidenza dei tumori a Parma, Piacenza, Reggio e Modena

Presentati i dati dell'Area Vasta Emilia Nord

economia

Rapporto Ismea, Parma nettamente in vetta per l'agroalimentare

DILETTANTI

Clamoroso a Felino: si dimette Pioli

GAZZAREPORTER

Un lettore: "Via Bassano del Grappa buia da più di una settimana" Foto

1commento

Lutto

Millo Caffagnini, una vita intensa con Bardi nel cuore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

salso

Addio alla maestra Angela Bonassera, in cattedra per 35 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'indispensabile ruolo di Silvio l'ineleggibile

di Vittorio Testa

1commento

L'ESPERTO

Un immobile in successione? Si può vendere. Ecco come

ITALIA/MONDO

Salute

Le sigarette elettroniche pericolose per gli adolescenti

ALTO ADIGE

Slavine in Vallelunga: travolta una casa, evacuato anche un albergo Foto

SPORT

Tuffi

Tania Cagnotto è diventata mamma

Tg Parma

Di Cesare: "Con il Novara sarà dura, vengono da una vittoria" Video

2commenti

SOCIETA'

GUSTO

Carbonara: ecco la vera ricetta romana  Video

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

2commenti

MOTORI

novita'

Honda Civic, finalmente il diesel. Il 1.6 spiegato in tre mosse

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video