-2°

Spettacoli

Film recensioni - Amabili resti

Film recensioni - Amabili resti
5

 Filiberto Molossi

«Mi chiamo Salmon, come il pesce: il mio nome è Susie. Avevo 14 anni quando sono stata uccisa». Il signore degli anelli Peter Jackson torna nella terra di mezzo: ma questa volta non ci sono hobbit e neppure elfi. Solo fiori recisi, creature del cielo strappate al mondo. Là, nel limbo del nostro rimpianto, zona franca dell'anima, eternità precaria,  frontiera del nulla, del «dopo», atto di fede oltre la vita dove il Paradiso ancora una volta  (ma non per sempre) può attendere. 
Ci voleva coraggio e un regista di peso (e no, non stiamo parlando della sua stazza  fisica...) per portare sullo schermo il libro cult di Alice Sebold, uno dei romanzi più originali, suggestivi, interiori  ma anche  meno cinematografici, degli ultimi anni: ci voleva uno che ha dato del tu a Tolkien e si è messo sulle spalle la tenera  mostruosità di King Kong. E adesso accarezza gli «amabili resti» cresciuti intorno all'assenza. Firmando, in bilico tra questa vita e quell'altra, una riflessione, anche molto dolorosa ma non disperata, sulla perdita, sul vivere «senza», su quello che poteva essere e non è stato: perché prima o poi siamo tutti navi nella bottiglia, velieri che non possono andare in nessun posto ancorati per sempre (apparentemente, almeno) a un porto senza mare e senza vento.
Film sospeso, rischioso ma mistico e immaginifico, «Amabili resti» si muove sul confine non così sottile tra due mondi - là dove la morte non è la fine ma solo parte del viaggio – per seguire la storia, terrena e non, di Susie, adolescente degli anni '70, una bella famiglia, la prima cotta, un buffo cappello sulla testa. E un campo di grano dove abita l'orco: che la invita a seguirla - come il coniglio bianco con la smarrita Alice - in un buco sotto terra. Dove però non l'aspettano chissà quali meraviglie: ma solo la, tragica, fine. Uccisa, Susie, ma non solo: intrappolata in un mondo perfetto, nel limbo della nostalgia, prima del grande cielo. In un aldilà da dove osserva,  spettatrice delle vite degli altri, lo strazio della sua famiglia: lontana, eppure sempre presente, nei destini di chi non la dimentica. Ma deve andare avanti anche senza di lei.
Singolare thriller trascendente, il film di Jackson si immerge negli occhi blu profondo della sua protagonista (Saoirse Ronan, che già ci aveva impressionato in «Espiazione») , creando con l'aiuto della Weta (la stessa che ha «inventato» l'universo di  «Avatar») un mondo onirico e senza pareti (debitore più a Dalì che a De Chirico)  figlio di una coscienza emotiva.
 Nel continuo alternarsi tra reale - le villette tutte uguali dell'America più anonima dove tira una bella aria anni '70 (anche la luce è giusta, è quella, non solo le pettinature) - e soprannaturale (gli spazi sconfinati, e vagamente new age, di un oblio che non è tale), il regista de «Il signore degli anelli», complici un grande Stanley Tucci,  mostro banale che costruisce case per le bambole (candidato all'Oscar come miglior attore non protagonista) e a una splendida Susan Sarandon, nonna un po' hippie sopravvissuta a tutti i colpi bassi della vita grazie a un buon  bicchiere di scotch, gira un film difficile che non piacerà a tutti, anzi destinato a dividere: ma se Jackson non sempre coglie  le intime sottigliezze del libro, «Amabili resti», prodotto da Spielberg (la colonna sonora, invece, è composta da Brian Eno), ha comunque (anche nell'eventuale imperfezione) una sua intatta  magìa, una capacità di fusione tra il quotidiano e l'eterno, una spiritualità anche laica che dà forza e personalità a chi sa che anche il più atroce degli addii è solo un arrivederci.
Giudizio: 4/5
 
SCHEDA
REGIA:  PETER JACKSON
 SCENEGGIATURA:  PETER JACKSON, FRAN WLASH E PHILIPPA BOYENS dall'omonimo romanzo di ALICE SEBOLD
FOTOGRAFIA: ANDREW LESNIE
MUSICA: BRIAN ENO
INTERPRETI:  SAOIRSE RONAN, MARK WAHLBERG, STANLEY TUCCI, RACHEL WEISZ, SUSAN SARANDON, MICHAEL IMPERIOLI
GENERE:  DRAMMATICO/THRILLER/FANTASTICO
Usa/Gb/N.Z. 2009, colore, 2 h e 15’
DOVE: CINECITY, WARNER - THE SPACE
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Valentina

    16 Febbraio @ 10.06

    Bellissimo film..di quelli a cui continui a pensare anche nei giorni seguenti la visione...Bel messaggio, Saoirse Ronan superba per la giovane età.

    Rispondi

  • tiziana

    15 Febbraio @ 07.56

    bellissimo film e ottimo il ricostruire gli anni 70

    Rispondi

    • Anna Maria D'Aversa

      15 Febbraio @ 22.10

      BELLO! LA crudeltà vissuta quasi come "poesia", perchè sostenuta dalla speranza di un "mondo perfetto", sparisce il confine tra la VITA e LA MORTE che riescono a "dialogare" senza "fisità". ottima la scelta di non far vedere scene cruenti...bellissimo il pinguino nella palla di neve...un film così lo fa solo chi ha coraggio e P. Jackson ha saputo andare oltre il coraggio...oltre LA VITA e LA MORTE...BRAVISSIMO!!!!!!!!!!!!!!

      Rispondi

    • simona

      15 Febbraio @ 12.05

      bel film davvero! l'ho visto ieri sera e mi è piaciuto tantissimo! portate i fazzoletti!!!

      Rispondi

      • carmine

        16 Febbraio @ 02.52

        ho appena finito di vedere il film...e come mi piace fare leggo recensioni e pareri...ho trovato il film splendido, uno dei piu belli che ho visto in assoluto...dove son tanti i motivi di riflessione...la morte, la violenza bruta, la vita dopo la morte, gli affetti e l'amore piu forti di un grande dolore...e soprattutto la voglia e la volonta di vivere...di godersi la vita appieno, di vivere come dice la protagonista nel finale....una vita lunga e felice x quanto ci è possibile....complimenti davvero....un capolavoro!

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Rainews24, la sedia si rompe e il professore cade a terra

Televisione

Rainews24, la sedia si rompe e il professore cade a terra

Il Taro Taro  story al Marisol

Pgn

Il Taro Taro story al Marisol Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

"Maggiore: nessuna soppressione, solo una riorganizzazione"

Smentita la chiusura dei reparti al Maggiore

Ospedale

"Maggiore: nessuna soppressione, solo una riorganizzazione"

L'Ospedale risponde al nostro articolo

Polizia municipale

Controlli a San Leonardo: 22 multe ad automobilisti, 2 a ciclisti non in regola

Controlli anche sui veicoli: fermate 2 auto senza assicurazione e 5 senza revisione

4commenti

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

3commenti

Calestano

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

1commento

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

Calcio

LegaPro: Pareggio del Bassano; Venezia primo

Guarda i risultati delle partite e la classifica aggiornata

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

3commenti

Incidente

E' ancora gravissimo il rugbista ventenne investito 

SONDAGGIO

La commessa più votata? E' Giorgia

2commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

7commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Alta Velocità

Italo aumenta i collegamenti di Parma con la stazione Mediopadana

2commenti

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Appennino

Schia: al via la stagione con una «valanga» di novità

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

1commento

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

12commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Sequestrate ville e auto a due famiglie rom

Piemonte

Valanga: un morto e due feriti

SOCIETA'

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Colombia

Disastro Chapecoense: primi arresti

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

CURIOSITA'  

Gazzareporter

Lavori in corso sul marciapiedi di viale Mariotti

Tg Parma

A Fidenza la pista di pattinaggio su ghiaccio più grande della provincia Video