11°

26°

Spettacoli

I figli gay? Sono «Mine vaganti»

I figli gay? Sono «Mine vaganti»
0

Baciare un uomo? «Ci sono scene molto più difficili da fare». Parola di Riccardo Scamarcio, che si è prestato a interpretare un gay (Tommaso) nell’ultimo film di Ferzan Ozpetek «Mine vaganti», in sala dal 12 marzo distribuito da 01 in 500 copie. Ma una cosa l'attore la confessa: «Non so come reagiranno i miei genitori pugliesi quando finalmente vedranno il film».

«Mine vaganti», prodotto da RaiCinema e Fandango e già passato al Festival di Berlino nella sezione Forum è, come noto, dedicato al padre del regista e parzialmente autobiografico. E nel film tocca a Ennio Fantastichini interpretare la figura paterna del regista, nei panni di un tradizionale capofamiglia pugliese - con tanto di amante - che si ritrova ad affrontare l’omosessualità di entrambi i figli maschi. Uno dei quali, Tommaso appunto, dopo un periodo vissuto a Roma torna a casa in Puglia dove è accolto con tutti gli onori, oltre che dal padre, da mamma Stefania (Lunetta Savino), da zia Luciana (Elena Sofia Ricci), dalla saggia nonna (Ilaria Occhini), dalla sorella Elena (Bianca Nappi) e dall’amica d’infanzia Alba (Nicole Grimaudo). Nel cast anche Carolina Crescentini e Daniele Pecci. Tutti vorrebbero che Tommaso affiancasse il fratello Antonio (Alessandro Preziosi) nella nuova gestione del pastificio di famiglia. Ma le cose, come si vede nel film, andranno in maniera del tutto diversa e sicuramente più complicata.
Spiega Ferzan Ozpetek: «I rapporti con i genitori si rivalutano con l'età. Così, ad esempio, quando ha avuto la laurea honoris causa alla Sapienza di Roma ho pensato subito a mio padre che ho perso tre anni fa». E che ci sia un nesso tra il personaggio di Fantastichini e il suo vero padre, il regista lo riconosce in pieno: «Pur sapendo della mia omosessualità, ogni volta che mi vedeva con qualche ragazza mi si avvicinava con fare complice dicendomi 'non ne lasci in pace una' (cosa che accade anche nel film, ndr). E devo dire  che, fino alla fine, mi ha sempre visto come fossi un acrobata da circo».
Scamarcio, invece, confessa come stesse per abbandonare il set al terzo giorno di riprese, con lo sconforto del produttore Domenico Procacci: «Ho avuto con Ferzan una litigata furibonda - racconta l’attore -. Ogni volta, al trucco, con una scusa mi faceva tagliare un po' di più i capelli. Finché un giorno mi sono addormentato e mi sono risvegliato un altro».
Alla conferenza stampa di ieri ha partecipato anche Patty Pravo, la cui nuova canzone «Sogno» è nella colonna sonora: «Quando l’ho sentita per la prima volta mi sono commossa, e sono felice che sia approdata a questo film dopo un bel colloquio telefonico con Ferzan - dice la cantante -  D’altronde in Mine vaganti  c'è anche il brano 'Pensiero stupendo', in una scena in cui tutti si ingozzano di tramezzini».
Alessandro Preziosi, che nel film è il fratello di Scamarcio (omosessuale come lui), dà dei loro ruoli di 'mine vaganti' la definzione di «assassini della normalità familiare». E Scamarcio l'ammorbidisce con la più politicamente corretta «assassini della normalizzazione». Ma la cosa più bella l’ha forse detta Lunetta Savino: «Altro che famiglia tradizionale. Nel film quelli che mi sembrano più risolti sono proprio i gay, almeno loro si scelgono». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

3commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Game of thrones 7

Game of Thrones

"La grande guerra è arrivata"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

6commenti

Lealtrenotizie

Anziana investita da un'auto in via Pellico: è grave

PARMA

Anziana investita da un'auto in via Pellico: è grave

Un altro incidente è avvenuto in via Abbeveratoia, di fronte all'ospedale

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

1commento

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

COLLECCHIO

Guardia di Finanza alla Copador

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

4commenti

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

2commenti

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

4commenti

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

La denuncia

Asili e materne, graduatorie col «trucco»

3commenti

Lega Pro

Parma, e adesso la Lucchese

1commento

Intervista al dG

Fabi: «Così rilancerò il Maggiore»

Iniziativa

Per il mese di giugno acqua gratis nelle casette Iren

Criminalità

Le «ronde elettroniche» funzionano. Già 260 i parmigiani coinvolti

4commenti

Iniziativa

Acer Parma, bollette listate a lutto per le vittime di Manchester

Busseto

Addio a Scrivani: ha insegnato a guidare a  generazioni

Sport Paralimpici

Giulia, pesce combattente

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

2commenti

ITALIA/MONDO

made in italy

Addio a Laura Biagiotti, "signora della moda" - Gallery

ISLANDA

Turista italiano 20enne muore in un incidente in bici

SOCIETA'

MILANO

La danza dell'amore dei serpenti. In un parco pubblico Video

cinema

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette Foto

SPORT

Moto

Rossi, notte serena all'ospedale

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

2commenti

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima