spettacoli

Clelia Cicero: «Con Edith Piaf per la libertà»

Clelia Cicero: «Con Edith Piaf per la libertà»
Ricevi gratis le news
0

«Questo concerto l’ho progettato come tributo parmi-
giano alla grandissima Edith Piaf che proprio il prossimo sabato 19 dicembre, data del mio spettacolo al Ridotto del Teatro Regio (inizio alle 21), sarà festeggiata in tutto il mondo per i cent’anni dalla sua nascita. Ma dopo quello che è successo a Parigi, credo proprio che dare voce alla libertà e all’amore contro tirannia e odio sia una sfida che tutti noi dobbiamo prendere in carico: sui palcoscenici, in platea, nelle strade, nelle case, a scuola, negli uffici e nei cantieri. Credo che Edith, piangendo per quello che è successo venerdì 13 novembre nella sua Parigi, potrebbe oggi gridare con la sua caleidoscopica voce: “Viva la musica, viva la libertà”».
Clelia Cicero, 34 anni, attrice-cantante parmigiana, vuole, infatti, portare al Teatro Regio (accompagnata da Corrado Caruana alla chitarra manouche, con interventi musicali di Enzo Frassi al contrabbasso e Andrea Coruzzi alla fisarmonica) l’anelito alla vita e alla pace che quel «passerotto dal cuore grande», come è definita Piaf, ha saputo imprimere alla musica del Novecento. Gli occhi di Clelia s'illuminano: «Lei è stata grandissima. La sua voce era magica. Sapeva mescolare l’amore, la disperazione, la gioia e la rabbia, tutti in un solo pezzo. Riusciva a trasmettere l’intensità di un sentimento, roca e aggressiva in un momento, dolcissima e struggente subito dopo. Nella gola Edith Piaf aveva uno strumento musicale, un dono della natura in grado di modulare - come si legge in tante sue biografie - il canto in mille suoni e sfumature, come fa un uccellino, appunto».
L’attrice-cantante parmigiana prima di portare in scena la «sua» Edith Piaf, ha «rivissuto» la vita della cantante francese ripercorrendo personalmente per anni le strade e respirando l’aria parigina di Edith che nacque il 19 dicembre del 1915 a Belleville. Clelia Cicero la racconta così: «Per anni Edith ha cantato sui marciapiedi di Parigi per qualche spicciolo, accompagnata solo dal rumore della città. Poi qualcuno le ha prestato ascolto, pare proprio mentre cantava la Marsigliese come narrano le leggende dell’icona francese, e la sua voce ha finalmente incontrato la Musica. Quando penso a lei, vedo una voce, la sua voce, un fascio di luce rossa che taglia l'aria spazzando via quello che non serve. Penso all'essenza. All'anima. Eppure lei era così piccola, ed era sempre stata così fragile... Sia quando tremava per il freddo nelle strade di Parigi, sia quando cantava sul palco del Carnegie Hall a New York. Forse proprio per queste caratteristiche magnetiche, mi sono appassionata a questo personaggio, tenero ma anche feroce, così lontano dal mio tempo e così vicino al mio cuore. Edith Piaf non è solo una straordinaria voce legata ad un'epoca che mi piace ricordare con gli occhi trasognati. Spesso mi ritorna all’orecchio l’eco de “La vie en rose”, la canzone degli anni delle grandi speranze dopo il nazismo. Lei rappresenta anche la straordinaria forza comunicativa che il canto possiede, soprattutto quando è filtrato da un'anima capace di profondi sentimenti. Edith traduceva emozioni, interpretava e soprattutto raccontava storie di vita nelle quali sapeva entrare come protagonista incisiva e sensibile. Molto altro hanno detto e conosciuto di lei i più grandi artisti del suo tempo che erano al suo fianco e l'hanno amata: Jean Cocteau, Charles Aznavour, Marlene Dietrich e tanti altri».
Clelia Cicero ha portato lo spettacolo, «Première Etude sur Piaf», in giro per il mondo: dall’Italia all’Argentina, dalla Svizzera (tv e teatro) agli Stati Uniti. E anche in Francia: «Certamente, quella di esibirmi in territorio francese è stata un’esperienza particolarissima. Io che canto Edith proprio dove lei ha raggiunto la gloria: l’ho fatto con il cuore a mille… ma l’entusiasmo degli applausi francesi mi ha davvero commossa».
Adesso c’è il Teatro Regio: «Finalmente torno a Parma, da dove tutto, con Edith in particolare, è iniziato».
«La Vie en rose» è stata cantata di recente anche da Madonna che ha scelto la canzone simbolo di Piaf in omaggio ai francesi all’indomani del massacro parigino del 13 novembre. E in tutto il mondo è risuonata la Marsigliese. Clelia Cicero (sito web: www.cleliacicero.com) conclude invitando i parmigiani al concerto-spettacolo in scena al Ridotto del Teatro Regio: «“La Vie en rose” rientra nel mio repertorio insieme a “La foule”, “Padam” e altri successi di Edith. La sorpresa sarà anche la Marsigliese in omaggio ai francesi e per ribadire che Edith è sempre viva tra di noi, dalla parte di chi difende Liberté, Égalité, Fraternité». Informazioni e biglietti al Teatro Regio: 0521/203999

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS