20°

Spettacoli

Gallione: "Il Simon Boccanegra? E' Genova"

Gallione: "Il Simon Boccanegra? E' Genova"
Ricevi gratis le news
0

 

di Lucia Brighenti

Genova la superba, dominatrice dei mari, città contraddittoria dove un corsaro come Simon Boccanegra può diventare doge e trasformarsi in uomo di pace. Nel descrivere l’ambientazione dell’opera verdiana, che debutterà al Teatro Regio di Parma il 23 marzo, racconta la sua città il regista Giorgio Gallione, genovese di nascita, direttore artistico del Teatro dell’Archivolto e scrittore teatrale: «Genova è caratterizzata da forti contrasti sia architettonici che cromatici, una città in salita, sghemba, rubata alla roccia dove non c'è mai equilibrio. Non ha la calma prospettica della città rinascimentale, cromaticamente è in bianco e nero, con palazzi di marmo e ardesia, come dottor Jekyll e Mr. Hyde, ed è caratterizzata da spazi angusti, da vicoli strettissimi. Da questo punto di vista è una città allarmante, ma improvvisamente svolti e sei in riva al mare, lo spazio si apre, c'è un’esplosione di colore. Non ci sono vie di mezzo. I sentimenti dei personaggi di "Simon Boccanegra" sono simili a questa città ripida e sconnessa: tutti in cerca di un equilibrio, il paradosso è che lo trovano solo nel momento della morte, in un cinico "happy end"». Per rendere l’ambientazione, la regia si appoggia su scenografie e costumi di Guido Fiorato, anch'egli genovese. «Entrambi abbiamo dei riferimenti logistici molto precisi - spiega ancora Gallione - Per il sagrato la scenografia si ispira a Piazza di Campo Pisano con il suo acciottolato bianco e nero. Dopo la battaglia della Meloria, che sancì la definitiva vittoria di Genova su Pisa, il doge genovese fece seppellire tutti i nemici in una grande fossa comune sotto questa piazza. Quando gli fu chiesto perché, rispose: "Cosi li calpesteremo per sempre". È una vicenda che per contrasto ha a che fare con il "Simon Boccanegra". Boccanegra è un uomo di guerra, un potenziale assassino, ma da quando diventa doge lavora per creare la pace. È un simbolismo molto forte che nasce dalle convinzioni patriottiche di Verdi». Arrivato a Parma lunedì pomeriggio per le prove dell’opera - un allestimento del Teatro Comunale di Bologna e del Massimo di Palermo - Gallione ha dato indicazioni ai cantanti su movimenti e recitazione: «Quello che vorrei passasse dei personaggi è che sono tutti molto giovani. Il libretto è spietato in questo: ognuno deve fare scelte radicali in un secondo, senza averne alcuna esperienza. È una storia piena di paradossi: alla fine del prologo Simone, eletto doge, viene portato in trionfo un secondo dopo aver saputo che la donna da lui amata è morta. È tutto un bombardamento emotivo. Stiamo lavorando su questo aspetto, ma non è affatto semplice». Per il Teatro Regio Giorgio Gallione ha già curato la regia di «Dinorah» di Meyerbeer, nel 2000. A Parma è però conosciuto anche come regista di prosa (collabora tra l’altro con scrittori e drammaturghi come Stefano Benni, Daniel Pennac, Francesco Tullio Altan e Michele Serra). Proprio lo scorso dicembre per la sua regia è andato in scena a Teatro Due «Ragazze nelle lande scoperchiate del fuori» di e con Lella Costa.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

IGERS

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

2commenti

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

GAZZAREPORTER

Parma 2017, bello spettacolo Barriera Garibaldi...

4commenti

Incidente

Auto contro scooter a Fontevivo

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

3commenti

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

1commento

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

7commenti

Comune

Sciopero generale di venerdì 27 ottobre, i servizi garantiti

ambiente

Prima l'acqua poi il vento, ma misure d'emergenza fino a giovedì

6commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

RUGBY

Doppia intervista: Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

3commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

Gossip Sportivo

Nuovo look, Wanda Nara è diventata mora

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

2commenti

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

L'UTILITARIA

Skoda Fabia Twin Color più ricca

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro