14°

Spettacoli

Gallione: "Il Simon Boccanegra? E' Genova"

Gallione: "Il Simon Boccanegra? E' Genova"
0

 

di Lucia Brighenti

Genova la superba, dominatrice dei mari, città contraddittoria dove un corsaro come Simon Boccanegra può diventare doge e trasformarsi in uomo di pace. Nel descrivere l’ambientazione dell’opera verdiana, che debutterà al Teatro Regio di Parma il 23 marzo, racconta la sua città il regista Giorgio Gallione, genovese di nascita, direttore artistico del Teatro dell’Archivolto e scrittore teatrale: «Genova è caratterizzata da forti contrasti sia architettonici che cromatici, una città in salita, sghemba, rubata alla roccia dove non c'è mai equilibrio. Non ha la calma prospettica della città rinascimentale, cromaticamente è in bianco e nero, con palazzi di marmo e ardesia, come dottor Jekyll e Mr. Hyde, ed è caratterizzata da spazi angusti, da vicoli strettissimi. Da questo punto di vista è una città allarmante, ma improvvisamente svolti e sei in riva al mare, lo spazio si apre, c'è un’esplosione di colore. Non ci sono vie di mezzo. I sentimenti dei personaggi di "Simon Boccanegra" sono simili a questa città ripida e sconnessa: tutti in cerca di un equilibrio, il paradosso è che lo trovano solo nel momento della morte, in un cinico "happy end"». Per rendere l’ambientazione, la regia si appoggia su scenografie e costumi di Guido Fiorato, anch'egli genovese. «Entrambi abbiamo dei riferimenti logistici molto precisi - spiega ancora Gallione - Per il sagrato la scenografia si ispira a Piazza di Campo Pisano con il suo acciottolato bianco e nero. Dopo la battaglia della Meloria, che sancì la definitiva vittoria di Genova su Pisa, il doge genovese fece seppellire tutti i nemici in una grande fossa comune sotto questa piazza. Quando gli fu chiesto perché, rispose: "Cosi li calpesteremo per sempre". È una vicenda che per contrasto ha a che fare con il "Simon Boccanegra". Boccanegra è un uomo di guerra, un potenziale assassino, ma da quando diventa doge lavora per creare la pace. È un simbolismo molto forte che nasce dalle convinzioni patriottiche di Verdi». Arrivato a Parma lunedì pomeriggio per le prove dell’opera - un allestimento del Teatro Comunale di Bologna e del Massimo di Palermo - Gallione ha dato indicazioni ai cantanti su movimenti e recitazione: «Quello che vorrei passasse dei personaggi è che sono tutti molto giovani. Il libretto è spietato in questo: ognuno deve fare scelte radicali in un secondo, senza averne alcuna esperienza. È una storia piena di paradossi: alla fine del prologo Simone, eletto doge, viene portato in trionfo un secondo dopo aver saputo che la donna da lui amata è morta. È tutto un bombardamento emotivo. Stiamo lavorando su questo aspetto, ma non è affatto semplice». Per il Teatro Regio Giorgio Gallione ha già curato la regia di «Dinorah» di Meyerbeer, nel 2000. A Parma è però conosciuto anche come regista di prosa (collabora tra l’altro con scrittori e drammaturghi come Stefano Benni, Daniel Pennac, Francesco Tullio Altan e Michele Serra). Proprio lo scorso dicembre per la sua regia è andato in scena a Teatro Due «Ragazze nelle lande scoperchiate del fuori» di e con Lella Costa.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

vigili

Sicurezza e giovani, Noe': "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

8commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

1commento

SALA BAGANZA

Addio ad Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

Civitavecchia

Donna sparisce su una nave da crociera: fermato il marito

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

2commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

calciomercato

Amauri nuovo giocatore dei New York Cosmos

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv