22°

32°

Spettacoli

L'amore ai tempi del telefono

L'amore ai tempi del telefono
Ricevi gratis le news
0

Alessandro Rigolli


La forza delle creazioni artistiche risiede, oltre che in parametri estetici riconosciuti quali canoni più o meno condivisi e codificati, anche - se non soprattutto - nella capacità di comunicare non tanto un preciso significato ma una sensazione, un’atmosfera, uno stato d’animo. Un dato che, se presente, attraversa il tempo scavalcando le mode e le tendenze stilistiche, rinnovandosi ogni volta attraverso un gioco sempre sorprendente, sempre attuale.
Un meccanismo, questo, che abbiamo ritrovato anche nella messa in scena offerta dal Teatro Comunale di Bolzano in occasione di questo nuovo allestimento di due tra le pagine di teatro musicale più frequentate del Novecento: «La Voix Humaine» di Francis Poulenc e «The Telephone» di Gian Carlo Menotti. Il motivo dell’assidua presenza di questi due titoli, spesso accoppiati, sui palcoscenici di teatro musicale contemporaneo è da rintracciare da un lato nella brevità dei due lavori - si tratta infatti di «comodi» atti unici definiti dagli stessi autori rispettivamente «Tragédie-lyrique» il primo e «opera buffa» il secondo - e dall’altro dalla capacità di affrontare, sia pure con sguardi differenti, uno dei problemi del nostro tempo, vale a dire l’incomunicabilità. Protagonista dell’opera di Poulenc, che data 1959 e il cui libretto è tratto da un precedente monologo di Cocteau, è una donna sola con il ricordo di un amore che si trasforma in un dolore sempre più lontano sul filo di un dialogo telefonico in cui la musica scava inesorabile in una disperazione sentimentale che qui la voce di Cristina Zavalloni ha saputo rendere con grande ispirazione, capace di plasmare la sua identità interpretativa nella dimensione astratta e universale della solitudine femminile. Una vocalità plastica e sicura, che conferma questa cantante tra le più duttili e consapevoli del nostro panorama. Dalla disperata lontananza di Poulenc si passa all’inesorabile incapacità di comunicare che Menotti tratteggia con sottile senso dell’umorismo in «The Telephone», andato in scena per la prima volta a New York nel 1947, dove un innamorato non riesce a dichiararsi all’amata a causa delle continue telefonate di lei. Una situazione surreale che si sbocca solo quando lui si decide a telefonarle, chiedendo la sua mano a una cornetta e ottenendone l’agognato «sì». Anche qui bravi i protagonisti Blerta Zhegu e Mattia Nicolini, come efficace si è rilevata la scelta registica (Sandro Pasqualetto) di unire in un luogo unico le due vicende, collocato dalle scene di Cristina Alaimo in un albergo ispirato alle atmosfere della New York di Edward Hopper. Un «non luogo» riempito dalla musica ben diretta da Emir Saul alla guida da una Orchestra Accademica «Claudio Monteverdi» che ha sorpreso per la qualità dell’esecuzione che vedeva protagonisti gli allievi dell’omonimo Conservatorio, dimostrando, tra gli applausi convinti del pubblico, che il mondo della formazione e quello professionale non sono poi così impossibili da mettere «in comunicazione».


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

weekend

Un sabato tra amor, musica e... castelli di sabbia: l'agenda

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rochetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

viabilità

E' tempo di nuove partenze: traffico rallentato in A1 e Autocisa Tempo reale

INCENDI

Vasti focolai sulle colline di Reggio Emilia. Squadre anche da Parma

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti