19°

Spettacoli

L'amore ai tempi del telefono

L'amore ai tempi del telefono
0

Alessandro Rigolli


La forza delle creazioni artistiche risiede, oltre che in parametri estetici riconosciuti quali canoni più o meno condivisi e codificati, anche - se non soprattutto - nella capacità di comunicare non tanto un preciso significato ma una sensazione, un’atmosfera, uno stato d’animo. Un dato che, se presente, attraversa il tempo scavalcando le mode e le tendenze stilistiche, rinnovandosi ogni volta attraverso un gioco sempre sorprendente, sempre attuale.
Un meccanismo, questo, che abbiamo ritrovato anche nella messa in scena offerta dal Teatro Comunale di Bolzano in occasione di questo nuovo allestimento di due tra le pagine di teatro musicale più frequentate del Novecento: «La Voix Humaine» di Francis Poulenc e «The Telephone» di Gian Carlo Menotti. Il motivo dell’assidua presenza di questi due titoli, spesso accoppiati, sui palcoscenici di teatro musicale contemporaneo è da rintracciare da un lato nella brevità dei due lavori - si tratta infatti di «comodi» atti unici definiti dagli stessi autori rispettivamente «Tragédie-lyrique» il primo e «opera buffa» il secondo - e dall’altro dalla capacità di affrontare, sia pure con sguardi differenti, uno dei problemi del nostro tempo, vale a dire l’incomunicabilità. Protagonista dell’opera di Poulenc, che data 1959 e il cui libretto è tratto da un precedente monologo di Cocteau, è una donna sola con il ricordo di un amore che si trasforma in un dolore sempre più lontano sul filo di un dialogo telefonico in cui la musica scava inesorabile in una disperazione sentimentale che qui la voce di Cristina Zavalloni ha saputo rendere con grande ispirazione, capace di plasmare la sua identità interpretativa nella dimensione astratta e universale della solitudine femminile. Una vocalità plastica e sicura, che conferma questa cantante tra le più duttili e consapevoli del nostro panorama. Dalla disperata lontananza di Poulenc si passa all’inesorabile incapacità di comunicare che Menotti tratteggia con sottile senso dell’umorismo in «The Telephone», andato in scena per la prima volta a New York nel 1947, dove un innamorato non riesce a dichiararsi all’amata a causa delle continue telefonate di lei. Una situazione surreale che si sbocca solo quando lui si decide a telefonarle, chiedendo la sua mano a una cornetta e ottenendone l’agognato «sì». Anche qui bravi i protagonisti Blerta Zhegu e Mattia Nicolini, come efficace si è rilevata la scelta registica (Sandro Pasqualetto) di unire in un luogo unico le due vicende, collocato dalle scene di Cristina Alaimo in un albergo ispirato alle atmosfere della New York di Edward Hopper. Un «non luogo» riempito dalla musica ben diretta da Emir Saul alla guida da una Orchestra Accademica «Claudio Monteverdi» che ha sorpreso per la qualità dell’esecuzione che vedeva protagonisti gli allievi dell’omonimo Conservatorio, dimostrando, tra gli applausi convinti del pubblico, che il mondo della formazione e quello professionale non sono poi così impossibili da mettere «in comunicazione».


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito"

gossip

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito" Foto

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram

social

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram: dominio Beyoncé e Selena Gomez 

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Schianto all'incrocio, muore un 55enne

Pieveottoville

Schianto all'incrocio, muore un 55enne

ordinanza

Piazzale Pablo e parco Falcone: scatta il divieto alcolici

3commenti

appuntamenti

Sagre, concerti e street food: l'agenda del 24 e 25 aprile

Eventi 23, 24 e 25 aprile: viabilità modificata, divieto vendita bottiglie e lattine, info sui concerti - Guarda

BORGO DELLE COLONNE

Assalto dei ladri al bar Portici

Lutto

Il Montanara piange Pessina

gazzareporter

"Servizi igienici provvisori in Cittadella: e i disabili?"

LIRICA

«Masnadieri» snobbati

CONCERTO

Brunori Sas, in Pilotta tutto bene

VENDITA DELLE AZIONI

Fiere, più sviluppo grazie al privato

Tornolo

Addio a Chiara Lusardi, una «roccia» di 103 anni

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

lega pro

D'Aversa: "Ora deve tornare a scattare la scintilla dell'entusiasmo" Video

1commento

36a giornata

Super Santarcangelo, Feralpi incredibile rimonta (sulla Reggiana). Foggia in B

Sprint secondo posto: domani Albinoleffe-Pordenone e Padova-Ancona (ore 20.30) e Parma-Sudtirol (ore 20.45)

eventi

Mostra del fumetto: il Wopa come...Wonderland Gallery

cibo on the road

Castle Street Food, continua l'assedio a Fontanellato Gallery

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Presidenziali 2017

Francia: Macron e la Le Pen al ballottaggio

televisione

Addio a Erin Moran, "Sottiletta" Joanie di Happy Days Videoricordo

1commento

SOCIETA'

VIDEO

Il ghepardo attacca la turista e cerca di azzannarla

gazzareporter

Un lettore: "Ma i vigili controlleranno anche le Harley Davidson?"

3commenti

SPORT

tragico schianto

Incidente mortale: addio al rugbysta Andrea Balloni

calcio

Dramma per Vidal: cognato ucciso a colpi di pistola alla testa

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"