10°

22°

Spettacoli

Alberto e Mara: dalla casa del GF alle vie di Parma

Alberto e Mara: dalla casa del GF alle vie di Parma
Ricevi gratis le news
23

di Giovanna Melli

Dalla casa del «Grande Fratello» alle vie del centro di Parma, dove sono stati avvistati mano nella mano. Sono stati così avvistati Mara Adriani e Alberto Baiocco, una delle coppie che si è formata sotto gli occhi indiscreti delle telecamere del seguitissimo reality di Canale 5 presentato da Alessia Marcuzzi. 
Alberto e Mara sono una delle coppie sulla cresta dell’onda della cronaca rosa. Una lunga permanenza per loro quella nella casa più famosa e spiata d'Italia che li ha visti protagonisti, anche per lo sbocciare del loro amore.
 Dalle stanze della grande casa di Cinecittà per i borghi di Parma, sempre mano nella mano, i due protagonisti del reality più spiato d’Italia sono venuti a Parma per trovare il fratello di Alberto, un ventitreenne che studia a Ingegneria nella nostra città. 
Due ragazzi, belli e innamorati e semplici; quest’ultima sembra la qualità che li contraddistingue. Nonostante la notorietà derivata dalla trasmissione, che ha fatto registrare ascolti altissimi, Alberto e Mara, passeggiano tranquillamente per le vie del centro, come una coppia di ragazzi normali, passando quasi inosservati. 
Si fermano incuriositi a guardare con piacere le vetrine dei negozi, con disponibilità e simpatia scambiano battute con i parmigiani che li fermano chiedano loro autografi o salutandoli e accogliendo sempre con il sorriso gli apprezzamenti, in particolare rivolti ad Alberto da parte delle ragazzine. 
Giovani, allegri e alla mano Alberto e Mara apprezzano la nostra città per la sua tranquillità e la cordialità dei suoi abitanti. Tra una passeggiata e l’altra, hanno fatto capolino per gustare le specialità parmigiane in noti ristoranti della città: «Sorelle Picchi» e «Parma rotta» ad esempio dove i due inquilini della «casa» hanno gustato con piacere anolini, Parmigiano-Reggiano e prosciutto crudo.
La popolarità non sembra averli cambiati: Alberto Baiocco, un bellissimo ragazzo dagli occhi verdi, ha ventisei anni è di Vasto, in provincia di Chieti in Abruzzo. 
Nella lunghissima edizione del «Grande Fratello 10», Alberto ha suscitato molta curiosità per essere un fervente cattolico: in particolar modo per la conduzione di vita nell’osservanza della castità. 
Alberto è stato spesso preso di mira dal trio della Gialappa's in «Mai dire Grande Fratello», il programma comico, per il suo modo di parlare, incomprensibile anche per gli altri coinquilini della casa.
 Ciò nonostante, questo fatto non gli ha impedito di riuscire, comunque, ad arrivare quarto nella finalissima. Mara Adriani è di Roma, ha ventiquattro anni e ha colpito il popolo del piccolo schermo per la sua bellezza simpatia e spigliatezza. 
 Mara non è riuscita, però, ad approdare all’agognata finale; è stata, infatti, eliminata dal televoto durante la semifinale, lasciando Alberto «solo» nella manche finale poi vinta dal veneto Mauro Marin, amatissimo dal pubblico.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Domo

    16 Aprile @ 14.22

    io l'articolo non l'ho neanche letto, quando l'ho visto in prima pagina mi è sembrato oppurtuno entrare e lasciare un commento, perchè questi due non sono la jolie & pitt, In quel caso avrei magari anche letto come mai due star di hollywood si trovassero a Parma. Ma sono due che passato qualche mese, anzi qualche giorno, dal momento che non hanno la risonanza di alcuni loro colleghi appena usciti, dimenticheranno tutti. Quindi la prima pagina, di fianco ad uno come VIANELLO che ha fatto la storia della nostra Tv, mi è sembrato esagerato.

    Rispondi

  • Roberta

    16 Aprile @ 10.19

    Caro Jack, io l'articolo non l'ho letto, ho inserito direttamente il primo commento dicendo ironicamente che ne valeva proprio la pena di farci un articolo. A ogni critica io vedo sempre risposte stizzite: essendo abbonata anche al giornale cartaceo pernso di avere tutto il diritto di esprimere le mie opionioni e le mie critiche perché contribuisco a tenerlo in vita!

    Rispondi

  • stefano

    16 Aprile @ 01.53

    x roberta. Guarda, credimi, io cerco come ho scritto nel mio precedente messaggio il pelo nell'uovo in ogni articolo, anche gli errori ortografici (almeno uno ogni due giornii lo becco), non vedo l'ora di fare delle critiche e osservazioni a questi qua della GdP, indago se c'è la pressione dell'Upi (la proprietà), non mi lascio sfuggire nulla e ogni giorno scrivo critiche su critche (soprattutto sullo stadio) e a momenti mi odiano. A parte che quasi tutti i miei messaggi sono stati pubblicati (alcune volte va giù peso e ovviamente li metto in imbarazzo e non li pubblicano perchè si rischierebbe la querela), ma ti posso dimostrare che i giornalisti non rispondono stizziti, anzi alcune volte gli ho fatto cambiare il titolo che secondo me era sbagliato e l hanno fatto, altre volte gli ho fatto cambiare la sezione di pubblicazione dell'articolo, e hanno pure ammesso che avevo ragione. L'unica volta dove mi sono arrabbiato è stato quando non mi hanno pubblicato il mio commento dove dicevo che il tempo di percorrenza da via mantova al tardini prima di parma milan era di 8 minuti quando loro avevano parlato di code interminabili. Io lavoro di fronte alla GdP (la mia finestra del bagno da proprio sull'ingresso di via mantova della Gazzetta) evidentemente loro hanno attraversato di lungo e in largo la città e la provincia per arrivare al Tardini, oppure io conosco una strada segreta. Tornando al nostro discorso secondo me il confronto con i lettori c'è e ti sfido, Roberta, a trovarmi un quotidiano locale online come questo dove c'è un dibattito aperto su ogni articolo. Poi, come dicevo, la GdP online dovrebbe affrontare nelle apposite sezioni indagini da "giornalisti con le palle", non inchieste frivole: chi se ne frega dell'inchiesta della donna con il burqa? a nessuno. La funzione civica della GdP, in questo momento delicato con una città alla deriva per colpa di questa giunta e sindaco poco capaci, deve venire fuori e qui non centra essere pochi in redazione. Per la notizia di quest due del Grande Fratello ricordo a Roberta che più una notizia è cliccata più significa che è di interesse tu Roberta sei interessata perchè hai letto l'articolo. Io l'articolo non l'ho letto, ho letto solo i messaggi ironici perchè volevo farmi due risate. Quando dici che ci sono cose più serie su cui parlare sbagli: un quotidiano è fatto anche di cose meno serie, e la pagina del gossip la trovi nel Corriere della sera, Repubblica, il Giornale.. ovunque.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    15 Aprile @ 17.48

    Roberta, mi conosci poco se pensi che la mia sia una risposta piccata. Uno dei motivi che mi hanno spinto ad accettare questo incarico è proprio il fatto che mi piace la possibiltià di un rapporto diretto e alla pari con il pubblico, critiche comprese (e ripeto che l'archivio di questo sito è lì a dimostrare che di critiche ne riceviamo e accettiamo tantissime). Detto questo, proprio perchè il rapporto è alla pari, anche il lettore può essere a volte criticabile. Io ho solo corretto una frase di Aly: se infatti alla gente non ne fregasse nulla, la notizia non sarebbe la terza più letta. Il che non scarica noi giornalisti dalle nostre responsabilità, ma fa capire che il cammino - semmai - dobbiamo farlo insieme ( e torno a sottolineare il box "le nostre inchieste", che continueremo a proporre anche se fanno molti lettori in meno di Alberto e Mara). Infine, ma anche questo lo dico serenamente, credo che ognuno di noi - per quanto sia serio ed impegnato - possa concedersi qualche momento di leggerezza, e credo che questo valga anche per un sito o per un giornale. L'importante, e spero che su questo sarai d'accordo con me, è saper mantenere gerarchie e proporzioni. Quindi, continua tranquillamente a scriverci e a pungolarci: vedrai che troverai sempre spazio, rispetto e ascolto. Promesso. (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • Roberta

    15 Aprile @ 17.27

    Io ho capito una cosa: non si possono rivolgere critiche alla Gazzetta perché i giornalisti rispondono sempre piccati. Praticamente avete sempre ragione voi! Se ci sono tanti commenti a questo post è perché con tutti i problemi che ci sono in Italia voi dedicate spazio a queste notizie risibili. E se non possiamo dirlo noi che leggiamo il giornale rendendone possibile l'esistenza chi altro dovrebbe dirlo???

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

LAVORO

55 nuove offerte

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato, i tifosi: "Tattica da rivedere"

Nel mirino soprattutto lo staff tecnico (da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al sondaggio)

1commento

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

1commento

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

6commenti

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

10commenti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»