-2°

Spettacoli

L'ora del «Werther»

L'ora del «Werther»
0
Siamo tutti consapevoli di come il tempo abbia recato una definizione sempre più precisa alla figura di Massenet, per lunghi anni divisa tra l’appassionata adesione dei suoi devoti ed una più cauta, persin sospettosa a volte, osservazione critica: ostacolo questo dovuto all’atmosfera di particolare morbidezza, di eleganti languori che avvolge le sue creature, a quel clima crepuscolare che penetra situazioni drammatiche, lo zucchero filato, insomma, di cui parlava Daudet. Solo una piena comprensione, in realtà, di come questo modo particolare di scivolare entro una vicenda e di carpirne echi ed accenti segreti si faccia linguaggio proprio, armoniosamente snodato in una sua proporzione emozionale, consente di dare il giusto senso al musicista; di capire così come risulti profilato lungo quella direttrice dalla quale muoverà Debussy, ad esempio. 
Per dire, dunque, di quel delicato filtro lirico attraverso il quale si è come rallentato il turgore compromettente della stessa ondata wagneriana. Pur a ridosso della quale si deve porre la nascita di «Werther», perché sarà l’editore Hartmann, durante uno di quegli obbliganti pellegrinaggi a Bayreuth per il «Parsifal», a far conoscere il testo goethiano a Massenet; il quale, però, subito intuì l’angolazione a lui più congeniale: «Il colpo di pistola, non voglio fermarmici... lo scioglimento del “Werther” è la liberazione, è la salvezza. Werther muore della ferita interiore. Quando la notte di Natale scende su lui... una chiarezza di perdono dissipa le ombre in cui il mondo scompare, e, per Werther come per Tristano, la musica delle anime comincia a cantare nel silenzio ove le voci mortali hanno taciuto». 
Sarebbe stato impensabile, infatti, che Massenet avesse potuto rivivere la storia del giovane Werther con la stessa tensione che da essa Goethe aveva irradiato sull'orizzonte fervido del proprio tempo; la temperie vissuta e rappresentata dal musicista francese era ben altra, già compromessa e stemperata. L’inclinazione, se mai, era verso la tenerezza del sogno, lo struggimento operato con gradazioni sentimentali che lo spettatore potesse più direttamente misurare con un proprio metro, quotidiano. Ed il pregio di «Werther» sta proprio in questa misura che muove i due protagonisti, i due innamorati, entro un quadro musicale sempre fluente, su un filo tematico che lega con mano sensibile caratteri e ambiente, voci e strumenti. Il profumo, come ha detto Alberto Savinio, potrà non avere grande marca ma inclinare piuttosto verso più mediate predilezioni piccolo borghesi, ciò che tuttavia non incrina la tensione drammaturgica. Le fortune del «Werther» non sarà il pubblico parigino a decretarle, tuttavia: una storia troppo triste per i frequentatori dell’Opéra-comique, così almeno dovette aver pensato il suo direttore, Leon de Carvahlo. Solamente dopo il trionfo riportato all’Opera di Vienna, nel 1892, «Werther» potrà avere l’entusiastico imprimatur dei parigini, suggello definitivo per un cammino ininterrotto. g.p.m.
 
La prima dell'opera sarà trasmessa in diretta da Tv Parma (ma per gli accordi sul ditirro d'autore la trasmissione non potrà essere estesa allo streaming sul nostro sito)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Giochi

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

9commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

5commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

11commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti