17°

Spettacoli

Fiori alla Pandolfi in ospedale. Il paparazzo è in carcere

Fiori alla Pandolfi in ospedale. Il paparazzo è in carcere
2
Lesioni gravissime, aggravate dall’aver determinato il pericolo di vita per l’attrice e dall’uso di un’arma impropria, ossia uno spray al peperoncino. 
Per questa accusa il pm Andrea Mosca, della Procura di Roma, ha chiesto la convalida dell’arresto e la contestuale emissione di una misura cautelare in carcere, nei confronti di Mauro Terranova, il fotografo che giovedì pomeriggio ha investito l'attrice Claudia Pandolfi a piazza Vescovio. L’uomo, che non ha precedenti penali, si trova nel carcere di Regina Coeli. Entro 48 ore il gip dovrà pronunciarsi sulla richiesta del magistrato. 
E se ieri l’attrice ha ricevuto la solidarietà, i fiori, le telefonate e gli auguri di tanti attori come lei, Mauro Terranova è stato colpito e affondato dal «fuoco amico» dei suoi colleghi: Rino Barillari, alias «The King» dei paparazzi, prende le distanze, assieme ad altri suoi colleghi fotogiornalisti, che chiamano in causa l’Ordine dei giornalisti.  
Dopo un intervento chirurgico per drenare alcuni versamenti al torace dovuti alla violenta caduta, le condizioni dell’attrice - che ha riportato anche la rottura di due costole – sono definite stazionarie ma non preoccupanti. Claudia Pandolfi era stata ricoverata giovedì al policlinico Umberto I di Roma, dopo essere stata trascinata per alcuni metri dall’auto del paparazzo al termine di un alterco. L’attrice, che ha un figlio 3 anni nato dalla sua relazione con il cantautore Roberto Angelini, stava rientrando nella sua abitazione, vicino a piazza Vescovio, quartiere bene della Capitale, quando ha visto che all’interno di una Nissan Micra scura un fotografo le aveva «rubato» alcuni scatti fotografici. L’attrice si è avvicinata al paparazzo chiedendo la restituzione del rullino e con lui avrebbe avuto una animata lite. Improvvisamente però il fotoreporter ha ingranato la marcia per allontanarsi ma l'attrice sarebbe rimasta aggrappata allo sportello per alcuni metri.

Il suo agente conferma che le condizioni dell’attrice non sono preoccupanti: «Claudia è una persona molto forte, sta bene, è sveglia e ha parlato con la famiglia». Mazzi di fiori e tanta curiosità al reparto del Policlinico Umberto I dove è ricoverata.   Gli auguri a Claudia di «pronta guarigione» arrivano da tanti colleghi attori come lei e dal produttore Pietro Valsecchi della Taodue, che con la Pandolfi ha lavorato in numerose fiction come Distretto di polizia. Valsecchi in particolare ha voluto rivolgerle, un saluto pubblico: «le auguriamo una pronta guarigione esprimendo tutti l’auspicio che quello che è successo a lei non accada mai più!», ha detto il produttore, anche a nome di tutti gli attori della serie, Simona Cavallari, Claudio Gioè, Giulia Michelini e del resto del cast. «Mi dispiace molto – ha spiegato la Michelini -: con Claudia abbiamo lavorato insieme in Distretto, interpretavo sua sorella più piccola. Ora non voglio criminalizzare i paparazzi in generale anche perchè chi fa il nostro mestiere sa che finire fotografato sui giornali fa parte, se vogliamo, anche del nostro lavoro. Ma in certi casi ci sono limiti che non vanno superati, quando ci sono di mezzo i bambini». Anche Francesca Chillemi pensa che debbano esistere dei limiti: «A me è capitato di chiedere di non essere fotografata e di avere dei rapporti più che civili. A Claudia invio un grosso in bocca a lupo». Un augurio di pronta guarigione all’attrice anche da Claudio Gioè.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    24 Aprile @ 16.00

    MAI ATTACCARSI ! ANCHE SE C'HAI RAGIONE... non vale certo la pena rimetterci la pelle... capito mi hai? Un atto ricorrente negli scippi... DA EVITARE ASSOLUTAMENTE... si rischia la pelle per cose futili. Nel caso delle DIVE poi... se un giorno NON VEDESSERO più i fotografi davanti a casa... cadrebbero in depressione !!

    Rispondi

  • marco

    24 Aprile @ 11.08

    MAI ATTACCARSI ! ANCHE SE C'HAI RAGIONE... non vale certo la pena rimetterci la pelle... capito mi hai? Un atto ricorrente negli scippi... DA EVITARE ASSOLUTAMENTE... si rischia la pelle per cose futili. Nel caso delle DIVE poi... se un giorno NON VEDESSERO più i fotografi davanti a casa... cadrebbero in depressione !!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lo "Zoo" di  105,  è morto Leone Di Lernia

spettacoli

Lo "Zoo" di 105, è morto Leone Di Lernia - VIDEO

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia