14°

31°

Spettacoli

Film recensioni - Dear John

Film recensioni - Dear John
Ricevi gratis le news
0

Lisa Oppici

«Ci vediamo presto». Se lo dicono sempre, John e Savannah, tutte le volte che sono costretti a lasciarsi. Lui giovane militare dei servizi speciali, lei studentessa al college. S'incontrano un’estate per caso, lui in licenza e lei in vacanza, si scoprono innamorati alla follia e si promettono amore eterno. Ma di mezzo ci si mettono parecchie cose (compreso l’attentato alle Torri gemelle), e quello che doveva essere solo un anno di separazione (il tempo necessario perché lui finisca il servizio) diventa molto di più: le lettere che i due si scrivono sembrano non bastare a tenere insieme una storia minata proprio dalla lontananza. Ma il destino ci mette di nuovo una zampa... Al cinema se c'è di mezzo Nicholas Sparks si piange. E non è roba da una lacrimuccia ogni tanto ma da fontana zampillante. È matematico, succede praticamente sempre. Ecco, in questo «Dear John» la regola è rispettata in pieno: lacrime lacrime lacrime, roba da preparare i fazzoletti ancor prima di entrare. E in pieno è rispettata anche un’altra regola: quella del livello medio-basso delle pellicole tratte dai romanzi dell’autore statunitense. «Dear John» non si stacca dal medio-basso: un filmino senza picchi, e senza vera vena autoriale, una polpetta piena di zucchero che si fatica a mandar giù. A confezionarlo è un altro specialista in commozioni com'è Lasse Hallström: che ormai da tempo sembra aver smarrito la strada del buon cinema e che si limita al compitino, abbondando in primi piani di lui e di lei, occhi liquidi di dolore e nostalgia, lettere e parole a tutto schermo con musica struggente d’ordinanza. Mare sole e gabbiani, primi baci sotto piogge torrenziali, addii lacrimosi all’aeroporto, palpiti giovanili che si trascinano e tanto altro: Hallström spara praticamente tutte le cartucce del romantico mélo (l'obiettivo sono soprattutto i teen-ager), non lesina i cliché (anzi...) e inanella inquadrature e snodi a dir poco prevedibili. Si appiattisce su Sparks e fa male, non sviluppando a dovere non solo i personaggi (qualcuno è poco più che abbozzato) ma anche le situazioni (le missioni di John, la guerra in Medio Oriente), che rimangono spesso troppo letterarie e che alla fine non danno al film una vera identità. Protagonisti abbastanza inespressivi; meglio Richard Jenkins nel ruolo del padre di John.

Giudizio: 2/5

DEAR JOHN
REGIA:
LASSE HALLSTRÖM
INTERPRETI: AMANDA SEYFRIED, CHANNING TATUM, RICHARD JENKINS, HENRY THOMAS
SCENEGGIATURA: JAMIE LINDEN (dal volume di Nicholas Sparks)
GENERE: SENTIMENTALE
Usa, 2010, colore, 1h e 50'
DOVE: CINECITY, WARNER VILLAGE - THE SPACE CINEMA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Dai un bacio a Chiara"  Fedez e Chiara Ferragni approdano a Capri

gossip

Fedez e Chiara Ferragni (e Rovazzi) a Capri: folla in delirio Video

Rinoceronte ancora in finale al Talent Show "Eccezionale veramente"

tg parma

Rino Ceronte ancora in finale al talent show "Eccezionale veramente" Video

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Notiziepiùlette

Samuele Turco suicida in carcere
delitto san prospero

Samuele Turco suicida in carcere

Ultime notizie

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

Lealtrenotizie

Via Anselmi, fiamme in una palazzina: intossicata e ustionata una 60enne Video

parma

Via Anselmi, fiamme in una palazzina: intossicata e ustionata una 60enne Video

delitto san prospero

Samuele Turco suicida in carcere

2commenti

droga

Arrestata l'insospettabile studentessa-pusher

7commenti

incidente

Cade dalla bici in via Repubblica: grave 74enne

L'omicidio

Fred nella casa, un silenzioso dolore

salsomaggiore

Trovati con arnesi da scasso nell'auto: quattro denunciati

3commenti

gazzareporter

"Ladri di biciclette... alla parmigiana": il racconto di una lettrice

2commenti

parma calcio

Di Gaudio in maglia crociata

via capelluti

Teneva la pianta di marijuana sul balcone. Ma sono passati i vigili....

tg parma

Messa in sicurezza del Baganza, l'Unione Pedemontana pressa la Regione

partecipate

Stu Pasubio, chiusa l'indagine preliminare. Pizzarotti: "Resto tranquillo"

gazzareporter

Parma, 2017: dormire sotto il ponte

1commento

Ateneo

Iscrizioni all'Università, alcuni corsi subito "bruciati". Con polemica

Salsomaggiore

Migranti o miss, questo è il dilemma

MONCHIO

«Montagna creativa», una start up per il territorio

1commento

lavoro

L'osteopatia entra in Barilla: trattamenti per i dipendenti

Per migliorare la resistenza allo stress e in generale la vita dei lavoratori

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

Samuele Turco, la tragedia e la pietà Video-editoriale

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

19commenti

ITALIA/MONDO

londra

Il fratello di Diana: "Quattro tentativi di rubare la salma"

Francia

Incendi in Costa Azzurra, evacuate 10.000 persone Foto

SPORT

tormentone

Morandi: "Cassano, facciamo una canzone e giochi nella nazionale cantanti"

calcio

Serie A: si riparte il 19 agosto con il match delle 18

SOCIETA'

degrado

Pipì da Ponte Vecchio: esplode la protesta (social)

siccità

Il Po in Piemonte è sotto la media storica: portata -55%

MOTORI

TECNOLOGIA

Bosch e Daimler, il parcheggio è autonomo Gallery

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video