-4°

Spettacoli

A Bilbao trionfa il «Falstaff» con l'Orchestra del Regio

A Bilbao trionfa il «Falstaff» con l'Orchestra del Regio
0
Elena Formica

Tutto nel mondo è burla. Ma non l’opera (e molto altro) a Bilbao. 
Allergica al vittimismo, negli anni '90 la città basca ha reagito con una sensazionale rivoluzione urbanistica alla crisi socio-economica, quindi identitaria, derivante dal trasferimento delle sue storiche industrie. Una metamorfosi stupefacente: Bilbao è diventata una capitale della cultura, personalità come Gehry e Calatrava hanno tradotto in architettura lo spirito intraprendente di questa città così lucida e audace, basca e spagnola, con un’attitudine non vagamente «british» nel pensare agli affari. Il Museo Guggenheim e il recupero di interi quartieri industriali lungo il fiume hanno fatto di Bilbao un esempio di umanesimo applicato: qui si vive bene, ci si muove bene (una fantastica metropolitana sbuca nel cuore del quartiere antico) e si va all’opera per assistere a spettacoli di assoluto livello internazionale. Infatti questa sera, dopo il successo della «première» di sabato scorso, altre 2.200 persone assisteranno al Falstaff con il grande Michele Pertusi nel ruolo del titolo: tutto esaurito da mesi al Palacio Euskalduna per l’ultimo capolavoro di Verdi, in tutto 4 recite fino al 31 maggio. Sul palcoscenico dell’Euskalduna, il più ampio d’Europa dopo quello parigino dell’Opéra Bastille, Pertusi s'è confermato il magnifico Falstaff vincitore del Grammy Award per la registrazione londinese diretta da Colin Davis. L’artista parmigiano ha dato prova, ancora una volta, di essere quel Falstaff dal tratto ironico, comico e in fondo malinconico per l’amarezza indefettibile della vita che può pure incappar nel “buffo” ma mai nel “buffone”, come ammoniva la Strepponi: di essere cioè quel Sir John Falstaff che - citando le parole di Valdengo sulla lezione di Toscanini - è e resta un nobiluomo dall’inizio alla fine dell’opera, anche nascosto in fretta nel cesto dei panni sporchi. Per qualità vocali, stile e forza intellettuale questo è stato il Falstaff di Sir Pertusi. Ma il contributo di Parma non finisce qui. Dopo l’Aida del Festival Verdi allestita al Palacio Euskalduna nel 2007, l'Orchestra del Teatro Regio di Parma è infatti tornata a Bilbao su invito dell’Abao, l’associazione che da 58 anni produce le ambiziose stagioni liriche della città basca. Diretta da Marco Armiliato efficiente quanto efficace, l’Orchestra del Regio ha sfidato a nervi saldi l’arduo cimento dell’ultimo Verdi. Va detto che qui non si trattava di Nabucco, Aida o Rigoletto già suonati in mezzo mondo da Nîmes a Seul, da Città del Messico a Pechino (dove il Regio tornerà a giugno con il Coro e Leo Nucci, ma senza il complesso orchestrale), bensì di un intrepido tuffo nel Verdi estremo che all’orchestra ingiunge di essere preziosa, precisissima, lieve nell’eloquio ma non nella consapevolezza di sé, raffinata ma non diafana, esposta a un virtuosismo sempre finalizzato al teatro: al magico teatro shakespeariano delle Allegri comari di Windsor e dell’Enrico IV che ha affascinato Verdi tra inganno e disinganno. Allestimento del San Carlo di Napoli, regia di Arnaud Bernard: garbato gioco - manco a dirlo - di teatro nel teatro. Cast di belle voci, quando non straordinarie come quella di Adina Aaron che ha sostituito Amarilli Nizza nella parte di Alice (ma con il difetto di una incongrua pronuncia, nel caso di Verdi non da minimizzare). Bene, in particolare, Lisette Oropesa (Nannetta) e Ángel Odena (Ford). Funzionale, ben oltre le inquiete aspettative di un orecchio italiano, il Coro de Ópera de Bilbao forgiato da Boris Dujin. Anche questo Falstaff rientra nel progetto "Tutto Verdi" varato dall’Abao con un comitato d’onore tra cui figurano il tenore Carlo Bergonzi e Pierluigi Petrobelli, direttore dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani. In cantiere, da 4 anni, la produzione dell’integrale verdiana con i più quotati interpreti del circuito internazionale. Proprio nei giorni scorsi, il progetto "Tutto Verdi" ha ricevuto il Premio "Opera Actual" dall’omonima rivista spagnola, testata prestigiosa che raccoglie le firme dei massimi giornalisti nazionali e dei più noti critici europei. Come anticipato da Maite de la Fuente, vicepresidente dell’Abao, «il Teatro Regio di Parma tornerà a Bilbao nel mese di novembre con Il Corsaro del Festival Verdi, nel cast Luca Salsi, regia di Lamberto Puggelli». L’Orchestra del Regio resterà frattanto impegnata a Bilbao fino al 5 giugno, quando sarà diretta da Kery-Lynn Wilson in un concerto verdiano con Inva Mula e Leo Nucci. 
 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta