15°

Spettacoli

Avati: «Dal pubblico capisco il senso di ciò che faccio»

Avati: «Dal pubblico capisco il senso di ciò che faccio»
0

 Mara Pedrabissi

Segni particolari: emiliano-romagnolo verace. Nato all'ombra delle Due Torri nel 1938, il regista Pupi Avati, nonostante gli spostamenti dovuti a 40 anni di fruttuosa carriera, non ha reciso il cordone ombelicale che lo lega alla sua terra. Così Bologna è spesso la cornice dei suoi film («Gli amici del Bar Margherita» o «Il papà di Giovanna» che due anni fa a Venezia è valso l'ambita Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile a Silvio Orlando). E il regista in questa sua terra ama vagare. Sarà ospite della rassegna «Incontrarsi a Salsomaggiore» sabato alle 21 (in piazza Libertà, ingresso libero) per una chiacchierata di varia arte e umanità - due talenti di cui  non difetta  - con Filiberto Molossi, critico cinematografico della «Gazzetta di Parma».
 Avati, diciamo di questo appuntamento. Sarà un'occasione per parlare di cinema e di temi che le stanno a cuore.
«Sì diciamo che per me sono momenti di “aggiornamento”. Mi spiego: a Salsomaggiore sono già stato in anni passati e pure a Parma vengo spesso ad accompagnare i miei film, nelle arene estive. L'Emilia in generale la frequento pur vivendo a Roma da 40 anni. E' una specie di verifica che uno fa sul suo pubblico e nel frattempo si mette un po' in discussione. Alla fine, anche se sono quello che ha parlato di più, ne esco  arricchito».
Ciò è bello: segno che c'è stato un dialogo, non un monologo.
«Sì è così quando c'è l'incontro con gli esseri umani. Non serve leggere gli algidi numeri degli spettatori o degli incassi al botteghino: il senso di quello che hai fatto ti viene dall'incontro con le persone».
Ecco, a proposito di esseri umani: i suoi attori sono la «materia» umana di cui sono fatti i suoi film. Nel prossimo suo lavoro c'è anche il parmigiano Alberto Petrolini, uno «sciupafemmine» per antonomasia, che lei - come spesso ha fatto con altri attori - vede in un ruolo serio.
«Alberto Petrolini è una figura caratteristica delle città di provincia nella loro vita notturna. Credo che incarni i “nottambuli” che purtroppo vanno via via scomparendo e che invece nella mia gioventù vedevo come eroi, per questa loro sfrontatezza nella vita e con le donne. Petrolini è questo. E siccome quando venivo a Parma lo vedevo spesso, adesso che avevo una piccola parte  giusta per lui, in “Una sconfinata giovinezza”, gliela ho offerta. Protagonisti sono Fabrizio Bentivoglio e Francesca Neri. Uscirà in settembre».
Il film andrà a Venezia? «Non lo decidiamo noi. Certo lo presenteremo alla Commissione che sceglie i film da ammettere»
Venezia le ha porta bene «Sì sono andato nove volte a Venezia: sono un habitué. I miei film presentati là ne sono sempre stati avvantaggiati». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia