-2°

Spettacoli

Proteste per il concerto di Bob Dylan: creato anche un gruppo su Facebook

Proteste per il concerto di Bob Dylan: creato anche un gruppo su Facebook
190

Il concerto ha entusiasmato i tanti appassionati di Bob Dylan. Il "mostro sacro" della musica è stato accolto a Parma da un pubblico in visibilio. Ma per i gusti di parte del pubblico, fin troppo in visibilio. Appena è iniziato il concerto, tante persone si sono alzate per andare ai piedi del palco, seguendo l'esibizione in piedi. Chi era seduto dietro ha protestato ma non ha ottenuto alcunché.
Il giorno dopo il concerto, fioccano le polemiche. E il dibattito fra i lettori si accende, nello spazio "Dite la vostra" di questo articolo. Molti protestano con le persone che si sono alzate in piedi, parlando di maleducazione. Altri ribattono che ai concerti rock non si può stare fermi, "come se si stesse seguendo un'opera lirica".
Un lettore abruzzese contesta: "Mi sono fatto 1000 km per venire a Parma a sentire un cd!!". Fra i nostri lettori, molti invocano il rimborso del biglietto, anche solo parziale: gli organizzatori sono accusati da molti di non aver saputo prevenire "l'invasione" davanti al palco e di non aver gestito la situazione in modo adeguato. Nemmeno per i disabili: chi era seduto su una carrozzina, a causa del pubblico in piedi non ha potuto vedere nulla. Ad esempio, il lettore Luca scrive: "Ho visto disabili in carrozzina spinti contro le transenne". Marco aggiunge: "Al mio 15° concerto di Bob Dylan posso dire che non ho mai visto il pubblico alzarsi e correre verso le prime file al primo brano. La disposizione logistica era inadeguata per un concerto rock".

Alcuni spettatori infuriati hanno aperto anche un gruppo su Facebook

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lorenzo

    23 Giugno @ 13.14

    In una città morta come Parma, basta un “eventino” da 5mila persone per far scoppiare il casino; e tutti a dare addosso ad un’organizzazione che probabilmente ha solo peccato di ingenuità… Le ragioni del fallimento sono semplici: la gente non è più abituata a manifestazioni collettive e in quelle occasioni si comporta come in circonvallazione nell’ora di punta. A maggior ragione se la platea è composta da adulti istruiti e professionisti: sono gli stessi che ti tagliano la strada col SUV mentre si spostano dall’ufficio alla palestra alle 7 di sera. I problemi sono l’individualismo e il furbismo… e sono problemi di tutti!

    Rispondi

  • Gianluca

    23 Giugno @ 00.31

    A mia opinione la situazione è molto semplice: - se si organizza un concerto rock i posti sono liberi e chi prima arriva meglio alloggia - se si organizza un concerto con posti a sedere e costo differenziato questi devono essere garantiti dall'organizzazione e dalla sicurezza ( dov'era ? ) - una sospensione temporanea del concerto, richiesta da qualcuno di quei politici presenti che continuano a definire questo concerto "un successo per Parma", avrebbe sicuramente messo le cose a posto - ma vi è mancato il coraggio !! Quello sarebbe stato un successo !! - Ragazzi basta !! Bisogna aver coraggio !! Esistono delle regole di rispetto e di etica ! Le partite vanno sospese, i concerti vanno sospesi, tante cose vanno sospese quando le persone non lo meritano più ! - Lo sapevate ! Tutti i concerti finiscono così ! Lo dite voi stessi ! Anche l'anno scorso verso la fine del concerto di Patty Smith in Pilotta una folla tumultuosa si è riversata sotto al palco prevaricando i paganti delle prime file. Sento parlare di richiesta di rimborsi ma alla fine questa non è una soddisfazione per aver perduto un evento unico, obiettivamente irripetibile, con un valore di livello superiore all'importo sborsato. E come direbbe Dylan " How many roads ... is blowing in the wind" Non lasciamo che le risposte siano perdute nel vento e continuiamo a rimboccarci le maniche per quello che riteniamo giusto.

    Rispondi

  • LUNA ROSSI

    22 Giugno @ 14.00

    salve,sono una delle tante persone infuriate per l organizzazione pessima del concerto di dylan.sono piuttosto determinata ad ottenere il rimborso del biglietto.sapreste consigliarmi come muovermi?ho scritto sulla pagina facebook di "arci caos" che pare sia l organizzazione che ha organizzato il concerto ma non mi rispondono. grazie mille in anticipo luna

    Rispondi

  • Christiana

    22 Giugno @ 12.18

    Maria, ma tu c'eri??? Se ci fossi stata saresti d'accordo con i tantissimi (anch'io) che protestano e chiedono la restituzione di quanto pagato, invece di sparare c....te!!!!!

    Rispondi

  • George

    22 Giugno @ 11.55

    maria del messaggio del21/06/10 20:50 o sei parenti di un assessore o di qualcuno di caos srl o non eri al concerto. Quello accaduto è solo l'apice di un'inefficenza dell'amministrazione comunale che è incapace di gestire la città. Lo troviamo in qualsiasi aspetto. Anche negli eventi e spettacoli. Siamo nelle mani di gente poco capace. Ad oggi non è arrivata nessuna spiegazione, nessun chiarimento, nessuna scusa da parte di Sommi e della società caos? Ma stiamo scherzando? Ripeto è solo l'apice di un iceberg questo concerto che è funzionato malissimo. Urgono delle dimissioni dell'assessore (per questo e per altro) nonchè, in questo caso, anche il rimborso di chi ha pagato il biglietto. Se qualcuno in passato era bravo a fare il pr da discoteca non lo si può dire per gestire la cosa pubblica. E poi non è che si possono sempre prendere in ruoli rilevanti i rampolli dei grossi imprenditori locali: se sono in gamba si prendono, altrimenti si lasciano a casa. I cittadini di Parma meritano risposte e qualcuno che ci metta la faccia: sul concerto di bob dylan, sulla situazione del regio, sul piano antineve andato malissimo, sulla triste vicenda della metropolitana, ecc ecc. Chiamare Bob Dylan a Parma per l'amministrazione comunale è come darsi mettersi il profumo addosso dopo aver sudato senza neanche essersi fatti una doccia e aver usato il deodorante. E' la politca dell'apparenza e del via farinismo che ha contraddisto il post Ubaldi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

8commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

11commenti

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

14commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Parmense

Breve blackout a Salsomaggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017