Spettacoli

Concerto troppo rumoroso: assolto il promoter di Springsteen

1

E' stato assolto il promoter italiano di Bruce Springsteen, il manager Claudio Trotta, accusato di disturbo della quiete pubblica e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, perchè non fermò un concerto del Boss a San Siro nel 2008, che sforò di 22 minuti rispetto alla fine prevista dai regolamenti, e superò anche il limite dei decibel fissato. Lo ha deciso il giudice monocratico Caccialanza della decima sezione penale di Milano.
Assolto anche Vittorio Quattrone, promoter che organizzò i concerti di Lenny Kravitz e dei Subsonica del 14 e 18 luglio 2008 all’Arena Civica di Milano, imputato anche lui degli stessi reati per uno 'sforamentò di orario davanti allo stesso giudice, ma in un altro processo. Il concerto di Springsteen si tenne la sera del 25 giugno 2008 e, stando alle indagini del pm Giulio Benedetti, la performance del Boss nello stadio milanese finì alle 23.52, invece che alle 23.30. Il pm aveva chiesto per Trotta e Quattrone la condanna a un mese di arresto. Il giudice, invece, li ha assolti perchè il fatto non è previsto dalla legge come reato, e ha deciso di trasmettere gli atti all’ufficio inquinamento acustico del settore politiche ambientali del Comune di Milano, perchè valuti eventuali illeciti amministrativi. Con l’assoluzione è anche caduta la richiesta dell’avvocato Gilberto Pagani, che rappresentava una quarantina di residenti della zona san Siro che si sono costituiti parti civili e hanno chiesto ognuno 3 mila euro di risarcimento a carico del manager del Boss.
Il difensore del manager,l'avvocato Massimo Zorzoli Volpi, aveva chiesto proprio l’assoluzione perchè il fatto non è previsto dalla legge come reato, parlando di un eventuale illecito solo amministrativo della legge sull'inquinamento acustico. «Trotta non può rispondere di un’azione cosciente e volontaria di Springsteen – ha spiegato nell’arringa – Cosa doveva fare? Salire sul palco e togliere l'audio?». Il pm nella requisitoria aveva affermato che «passati cinque minuti di tolleranza avrebbe dovuto far togliere la corrente» e non permettere i «3 bis» che il cantante statunitense fece quella sera.
Nel corso del processo avevano testimoniato anche alcuni residenti della zona e uno di questi aveva parlato di «un attacco di panico» che lo aveva colpito la sera del concerto,«con la casa, i vetri e i lampadari che tremavano». Un altro aveva parlato di «rumori spaventosi». Non c'è stata, ha spiegato il difensore, «alcuna conseguenza sulla salute e quella sera è stata una vera festa per le 66 mila persone che erano allo stadio e per Milano». L’assessore comunale Giovanni Terzi, ha concluso l’avvocato, «aveva anche candidato Trotta all’Ambrogino d’Oro».
Il palco, aveva spiegato Trotta in aula, «è dell’artista. Io ho fatto oltre 200 concerti e non ho mai avuto l’incubo di dover 'spegnere' un’esibizione». Oggi, lasciando il Tribunale,il manager ha spiegato con amarezza che probabilmente «se restano questi i limiti, a San Siro non organizzerò più nulla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luigi

    03 Luglio @ 10.15

    E' incredibile...poi non ci sono giudici a sufficienza....certo se quelli che ci sono devono perde tempo a cause di questo genere.....ma andate a lavorare...sì in miniera, però !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Vendono iPhone: ma è una truffa

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Calcio

Brodino per il Parma

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

14commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti