Spettacoli

Meli: «Il Regio ambasciatore di Verdi e di Parma nel mondo»

Meli: «Il Regio ambasciatore di Verdi e di Parma nel mondo»
0

 Festival Verdi 2010. Non solo titoli e cast. Non solo il  «toto tenore», non solo pronostici sul Coppi o il  Bartali col «do» di petto. Sotto c’è qualcosa di più: «Il festival è uno di quegli eventi che fanno ricaduta –  dice Enzo Malanca, direttore generale dell’Ascom di  Parma, soddisfatto per l’andamento dell’incoming  turistico legato alla kermesse verdiana - e sappiamo  che ci sono eventi culturali anche significativi non in  grado di produrre ricaduta economica sul territorio.  Il Teatro Regio di Parma fa ricaduta, sempre. Una  ricaduta certa, sicura e progressiva».  Stamattina, al Ridotto del Teatro Regio, il Festival Verdi  viene  presentato alla stampa cittadina. Una lente di  ingrandimento, questo incontro, per entrare nel  dettaglio della programmazione al  Teatro Regio  (Trovatore e Vespri Siciliani), dei concerti  all’Auditorium Paganini, delle proposte a Busseto  (Attila), Fidenza, Fontanellato e in vari luoghi della  nostra città. Dopo la conferenza stampa nazionale  del 23 giugno al Ministero per i beni e le attività  culturali, la presentazione parmigiana del sindaco Pietro Vignali e del  sovrintendente del Teatro Regio Mauro Meli.
Da Parma Incoming, il tour operator del gruppo  Ascom, giungono frattanto ottime notizie. Malanca  dichiara che «l’incremento dei pacchetti turistici già  venduti all’estero per l’edizione 2010 del Festival  Verdi è notevole» e che in ottobre arriveranno a  Parma «turisti da tutto il mondo, in aumento anche  da Paesi lontani come la Cina, il Giappone e  l’Australia. Il marketing ha funzionato bene –  conclude Malanca – perché questa volta abbiamo  potuto disporre del cartellone con il dovuto anticipo,  così siamo stati in grado di promuovere il Festival e  il territorio su larga scala a livello internazionale.  Un altro importante vettore, da questo punto di vista,  sono anche le tournée del Regio che portano  all’estero il nome di Verdi e di Parma».  Mauro Meli, al riguardo, commenta:  «Il Teatro  Regio di Parma è ambasciatore di Verdi nel mondo e  ovunque esso vada, dall’Europa all’America fino  all’Estremo Oriente, è riconosciuto come portatore  di una cultura, di una tradizione verdiana  nettamente identificata. Le presenze di turisti  stranieri per il Festival Verdi sono  in crescita  costante, quest’anno con un incremento  particolarmente spiccato perché è crescente il  successo del Festival, perché siamo stati più  tempestivi nella comunicazione sul circuito  internazionale dei “tour operator”, perché le tournée  del Teatro Regio di Parma aiutano il Festival a  raggiungere  e conquistare un pubblico colto ma  vasto». 
«La presenza del Teatro Regio di Parma  all’estero –  spiega Meli - si è fortemente intensificata negli ultimi  anni ed è il segno dell’interesse che il mondo nutre  per questo teatro che è espressione di  un’inconfondibile cifra verdiana. Il Teatro Regio,  come si è detto, è ambasciatore di Verdi e di Parma  nel mondo. Ed è tale in ogni sua componente:  l’orchestra, il coro, i tecnici e anche un singolo  allestimento, quando girano per il mondo col nome  del Regio, sono il Teatro Regio di Parma.  Capita spesso di essere invitati per delle tournée, ma  anche semplicemente per esprimere consigli su una  produzione o un allestimento: si cerca comunque,  qualsiasi sia la collaborazione richiesta, di far sì che  il nome della città di Parma e  del Teatro Regio sia  tutelato, protetto e valorizzato. Chiunque abbia  l’onore e l’onere di portare il nome del Teatro Regio di  Parma è protagonista di questa missione. I  sovrintendenti passano; il Teatro Regio, la sua storia,  il suo prestigio restano: non esiste azione del  sovrintendente che possa mai eludere, nemmeno per  un istante, questa missione». «In tale ottica – continua Meli – può capitare di  essere invitati con tutte le componenti tecniche e  artistiche e con l’allestimento, come a Città del  Messico, Hong Kong, Wiesbaden o Pechino; o di  essere invitati con l’allestimento e il coro come a  Parigi; o con l’allestimento e l’orchestra come per  Aida a Bilbao o Il Corsaro (sempre a Bilbao nel  novembre 2010); così come può capitare che ad essere  invitata sia la sola orchestra o il solo coro o il solo  allestimento con i tecnici che lo accompagnano. Può  capitare e capiterà ancora. In ogni caso l’importante  è tenere fede alla missione, dando opportunità e  qualità di lavoro all’orchestra, al coro, ai nostri  tecnici. Tenere fede alla missione è compito di tutte le  componenti del teatro e dei singoli che vi operano:  questo va fatto, e viene fatto, con professionalità,  dedizione, serietà. Aggiungo che molte delle “piazze”  estere raggiunte dal Regio sono luoghi  importantissimi dove presentare il Festival Verdi, la  città di Parma e le terre di Verdi a turisti colti e molto  interessati, ma soprattutto economicamente in grado  di venire a Parma. Questo è un altro degli obiettivi  del Teatro Regio: intercettare un pubblico  culturalmente evoluto ma ampio per farlo  innamorare di Parma e portarlo  qui, da noi, ad ascoltare il “nostro” Verdi  e sperimentare le eccellenze del territorio». 

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gara a Bologna, "Scrivi un film per Ambra Angiolini"

cinema

Gara a Bologna: "Scrivi un film per Ambra Angiolini" Video

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

feste

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

parma-bassano

Traversa di Ricci, occasione gol con Nocciolini: il Parma inizia in avanti Diretta

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

9commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

4commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

4commenti

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

4commenti

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

dopo il furto

Ritrovato il cancello del campo di concentramento di Dachau

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

1commento

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery