20°

Spettacoli

Meli: «Il Regio ambasciatore di Verdi e di Parma nel mondo»

Meli: «Il Regio ambasciatore di Verdi e di Parma nel mondo»
0

 Festival Verdi 2010. Non solo titoli e cast. Non solo il  «toto tenore», non solo pronostici sul Coppi o il  Bartali col «do» di petto. Sotto c’è qualcosa di più: «Il festival è uno di quegli eventi che fanno ricaduta –  dice Enzo Malanca, direttore generale dell’Ascom di  Parma, soddisfatto per l’andamento dell’incoming  turistico legato alla kermesse verdiana - e sappiamo  che ci sono eventi culturali anche significativi non in  grado di produrre ricaduta economica sul territorio.  Il Teatro Regio di Parma fa ricaduta, sempre. Una  ricaduta certa, sicura e progressiva».  Stamattina, al Ridotto del Teatro Regio, il Festival Verdi  viene  presentato alla stampa cittadina. Una lente di  ingrandimento, questo incontro, per entrare nel  dettaglio della programmazione al  Teatro Regio  (Trovatore e Vespri Siciliani), dei concerti  all’Auditorium Paganini, delle proposte a Busseto  (Attila), Fidenza, Fontanellato e in vari luoghi della  nostra città. Dopo la conferenza stampa nazionale  del 23 giugno al Ministero per i beni e le attività  culturali, la presentazione parmigiana del sindaco Pietro Vignali e del  sovrintendente del Teatro Regio Mauro Meli.
Da Parma Incoming, il tour operator del gruppo  Ascom, giungono frattanto ottime notizie. Malanca  dichiara che «l’incremento dei pacchetti turistici già  venduti all’estero per l’edizione 2010 del Festival  Verdi è notevole» e che in ottobre arriveranno a  Parma «turisti da tutto il mondo, in aumento anche  da Paesi lontani come la Cina, il Giappone e  l’Australia. Il marketing ha funzionato bene –  conclude Malanca – perché questa volta abbiamo  potuto disporre del cartellone con il dovuto anticipo,  così siamo stati in grado di promuovere il Festival e  il territorio su larga scala a livello internazionale.  Un altro importante vettore, da questo punto di vista,  sono anche le tournée del Regio che portano  all’estero il nome di Verdi e di Parma».  Mauro Meli, al riguardo, commenta:  «Il Teatro  Regio di Parma è ambasciatore di Verdi nel mondo e  ovunque esso vada, dall’Europa all’America fino  all’Estremo Oriente, è riconosciuto come portatore  di una cultura, di una tradizione verdiana  nettamente identificata. Le presenze di turisti  stranieri per il Festival Verdi sono  in crescita  costante, quest’anno con un incremento  particolarmente spiccato perché è crescente il  successo del Festival, perché siamo stati più  tempestivi nella comunicazione sul circuito  internazionale dei “tour operator”, perché le tournée  del Teatro Regio di Parma aiutano il Festival a  raggiungere  e conquistare un pubblico colto ma  vasto». 
«La presenza del Teatro Regio di Parma  all’estero –  spiega Meli - si è fortemente intensificata negli ultimi  anni ed è il segno dell’interesse che il mondo nutre  per questo teatro che è espressione di  un’inconfondibile cifra verdiana. Il Teatro Regio,  come si è detto, è ambasciatore di Verdi e di Parma  nel mondo. Ed è tale in ogni sua componente:  l’orchestra, il coro, i tecnici e anche un singolo  allestimento, quando girano per il mondo col nome  del Regio, sono il Teatro Regio di Parma.  Capita spesso di essere invitati per delle tournée, ma  anche semplicemente per esprimere consigli su una  produzione o un allestimento: si cerca comunque,  qualsiasi sia la collaborazione richiesta, di far sì che  il nome della città di Parma e  del Teatro Regio sia  tutelato, protetto e valorizzato. Chiunque abbia  l’onore e l’onere di portare il nome del Teatro Regio di  Parma è protagonista di questa missione. I  sovrintendenti passano; il Teatro Regio, la sua storia,  il suo prestigio restano: non esiste azione del  sovrintendente che possa mai eludere, nemmeno per  un istante, questa missione». «In tale ottica – continua Meli – può capitare di  essere invitati con tutte le componenti tecniche e  artistiche e con l’allestimento, come a Città del  Messico, Hong Kong, Wiesbaden o Pechino; o di  essere invitati con l’allestimento e il coro come a  Parigi; o con l’allestimento e l’orchestra come per  Aida a Bilbao o Il Corsaro (sempre a Bilbao nel  novembre 2010); così come può capitare che ad essere  invitata sia la sola orchestra o il solo coro o il solo  allestimento con i tecnici che lo accompagnano. Può  capitare e capiterà ancora. In ogni caso l’importante  è tenere fede alla missione, dando opportunità e  qualità di lavoro all’orchestra, al coro, ai nostri  tecnici. Tenere fede alla missione è compito di tutte le  componenti del teatro e dei singoli che vi operano:  questo va fatto, e viene fatto, con professionalità,  dedizione, serietà. Aggiungo che molte delle “piazze”  estere raggiunte dal Regio sono luoghi  importantissimi dove presentare il Festival Verdi, la  città di Parma e le terre di Verdi a turisti colti e molto  interessati, ma soprattutto economicamente in grado  di venire a Parma. Questo è un altro degli obiettivi  del Teatro Regio: intercettare un pubblico  culturalmente evoluto ma ampio per farlo  innamorare di Parma e portarlo  qui, da noi, ad ascoltare il “nostro” Verdi  e sperimentare le eccellenze del territorio». 

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

David, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film

DAVID

La pazza gioia, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film Video

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

DOMANI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Consiglio:

Consiglio comunale

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio: "Non lo riconosco più come capogruppo"

Non condivide la mail contro Costi. Dall'Olio replica: "Intervento inappropriato" - Segui la diretta della seduta

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

Il “maratoneta in carrozzina”, ha scritto un articolo per la Gazzetta, per la “sua” Gazzetta

5commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

politica

Elezioni 2017, tre gruppi si contendono il simbolo M5s

1commento

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

11commenti

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

saranno famosi

Langhirano: Ettore, 7 anni e la sua super batteria Video

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

sondaggio

Le cose buone e belle di Parma? Boom di voti online

Il personaggio

Bassi: «Il Parma a Gubbio finalmente ha fatto il Parma»

Lavoro

Gli agricoltori contro l'abolizione dei voucher

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

LA BACHECA

Venti offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

processo

I clienti di Corona: "Pagavamo tanto per avere pubblicità"

pavia

Omicidio di Garlasco, archiviata l'inchiesta bis su Sempio

SOCIETA'

Inghilterra

L'auto che non entra nel cancello fa sorridere Video

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

SPORT

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi Foto

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara