-4°

Spettacoli

Meli: «Il Regio ambasciatore di Verdi e di Parma nel mondo»

Meli: «Il Regio ambasciatore di Verdi e di Parma nel mondo»
0

 Festival Verdi 2010. Non solo titoli e cast. Non solo il  «toto tenore», non solo pronostici sul Coppi o il  Bartali col «do» di petto. Sotto c’è qualcosa di più: «Il festival è uno di quegli eventi che fanno ricaduta –  dice Enzo Malanca, direttore generale dell’Ascom di  Parma, soddisfatto per l’andamento dell’incoming  turistico legato alla kermesse verdiana - e sappiamo  che ci sono eventi culturali anche significativi non in  grado di produrre ricaduta economica sul territorio.  Il Teatro Regio di Parma fa ricaduta, sempre. Una  ricaduta certa, sicura e progressiva».  Stamattina, al Ridotto del Teatro Regio, il Festival Verdi  viene  presentato alla stampa cittadina. Una lente di  ingrandimento, questo incontro, per entrare nel  dettaglio della programmazione al  Teatro Regio  (Trovatore e Vespri Siciliani), dei concerti  all’Auditorium Paganini, delle proposte a Busseto  (Attila), Fidenza, Fontanellato e in vari luoghi della  nostra città. Dopo la conferenza stampa nazionale  del 23 giugno al Ministero per i beni e le attività  culturali, la presentazione parmigiana del sindaco Pietro Vignali e del  sovrintendente del Teatro Regio Mauro Meli.
Da Parma Incoming, il tour operator del gruppo  Ascom, giungono frattanto ottime notizie. Malanca  dichiara che «l’incremento dei pacchetti turistici già  venduti all’estero per l’edizione 2010 del Festival  Verdi è notevole» e che in ottobre arriveranno a  Parma «turisti da tutto il mondo, in aumento anche  da Paesi lontani come la Cina, il Giappone e  l’Australia. Il marketing ha funzionato bene –  conclude Malanca – perché questa volta abbiamo  potuto disporre del cartellone con il dovuto anticipo,  così siamo stati in grado di promuovere il Festival e  il territorio su larga scala a livello internazionale.  Un altro importante vettore, da questo punto di vista,  sono anche le tournée del Regio che portano  all’estero il nome di Verdi e di Parma».  Mauro Meli, al riguardo, commenta:  «Il Teatro  Regio di Parma è ambasciatore di Verdi nel mondo e  ovunque esso vada, dall’Europa all’America fino  all’Estremo Oriente, è riconosciuto come portatore  di una cultura, di una tradizione verdiana  nettamente identificata. Le presenze di turisti  stranieri per il Festival Verdi sono  in crescita  costante, quest’anno con un incremento  particolarmente spiccato perché è crescente il  successo del Festival, perché siamo stati più  tempestivi nella comunicazione sul circuito  internazionale dei “tour operator”, perché le tournée  del Teatro Regio di Parma aiutano il Festival a  raggiungere  e conquistare un pubblico colto ma  vasto». 
«La presenza del Teatro Regio di Parma  all’estero –  spiega Meli - si è fortemente intensificata negli ultimi  anni ed è il segno dell’interesse che il mondo nutre  per questo teatro che è espressione di  un’inconfondibile cifra verdiana. Il Teatro Regio,  come si è detto, è ambasciatore di Verdi e di Parma  nel mondo. Ed è tale in ogni sua componente:  l’orchestra, il coro, i tecnici e anche un singolo  allestimento, quando girano per il mondo col nome  del Regio, sono il Teatro Regio di Parma.  Capita spesso di essere invitati per delle tournée, ma  anche semplicemente per esprimere consigli su una  produzione o un allestimento: si cerca comunque,  qualsiasi sia la collaborazione richiesta, di far sì che  il nome della città di Parma e  del Teatro Regio sia  tutelato, protetto e valorizzato. Chiunque abbia  l’onore e l’onere di portare il nome del Teatro Regio di  Parma è protagonista di questa missione. I  sovrintendenti passano; il Teatro Regio, la sua storia,  il suo prestigio restano: non esiste azione del  sovrintendente che possa mai eludere, nemmeno per  un istante, questa missione». «In tale ottica – continua Meli – può capitare di  essere invitati con tutte le componenti tecniche e  artistiche e con l’allestimento, come a Città del  Messico, Hong Kong, Wiesbaden o Pechino; o di  essere invitati con l’allestimento e il coro come a  Parigi; o con l’allestimento e l’orchestra come per  Aida a Bilbao o Il Corsaro (sempre a Bilbao nel  novembre 2010); così come può capitare che ad essere  invitata sia la sola orchestra o il solo coro o il solo  allestimento con i tecnici che lo accompagnano. Può  capitare e capiterà ancora. In ogni caso l’importante  è tenere fede alla missione, dando opportunità e  qualità di lavoro all’orchestra, al coro, ai nostri  tecnici. Tenere fede alla missione è compito di tutte le  componenti del teatro e dei singoli che vi operano:  questo va fatto, e viene fatto, con professionalità,  dedizione, serietà. Aggiungo che molte delle “piazze”  estere raggiunte dal Regio sono luoghi  importantissimi dove presentare il Festival Verdi, la  città di Parma e le terre di Verdi a turisti colti e molto  interessati, ma soprattutto economicamente in grado  di venire a Parma. Questo è un altro degli obiettivi  del Teatro Regio: intercettare un pubblico  culturalmente evoluto ma ampio per farlo  innamorare di Parma e portarlo  qui, da noi, ad ascoltare il “nostro” Verdi  e sperimentare le eccellenze del territorio». 

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il caso

Il Tar dà ragione a Medesano: sì alla farmacia a Ramiola

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta