12°

Spettacoli

Caetano Veloso: «Un angolo di Brasile a Parma»

Caetano Veloso: «Un angolo di Brasile a Parma»
Ricevi gratis le news
1

Vincenzo Raffaele Segreto


Difficile definire l’arte di Caetano Veloso, il grande artista brasiliano che lunedì sarà a Parma per un concerto compreso nel cartellone di «Sotto il cielo di Parma», affiancato dalla Banda Cê (Pedro Sá alla chitarra elettrica, Ricardo Dias Gomes al basso e Marcelo Callado alla batteria): dopo oltre quattro decenni di intensa attività, dopo la rivoluzione rappresentata dal suo "tropicalismo", dopo un impegno artistico e civile che gli è costato l’esilio, dopo le sue collaborazioni con tutti i grandi della musica brasiliana, dal suo "maestro" João Gilberto a Gilberto Gil a Gal Costa, Chico Buarque, Roberto Carlos, Tom Jobim, sua sorella Maria Bethania, e poi via via, con musicisti apparentemente lontani ma affascinati dalla sua personalità quali Arto Lindsay e Ryuichi Sakamoto, la sua ispirazione musicale, la sua presenza concertistica internazionale sono più vive che mai. Dopo tante rivoluzioni, oggi forse la definizione che meglio si attaglia a Caetano Veloso è quella di "classico": e cosa dire della sua straordinaria apparizione in «Parla con lei» di Pedro Almodòvar, nell’indimenticabile cameo di «Cuccurucucu Paloma», in cui la sua voce leggera e contestualmente intensissima e sensuale regge il lentissimo tempo della sua rilettura della celebre canzone di Tomás Méndez? Nell’occasione di questo concerto parmigiano l’artista ha risposto ad alcune nostre domande, la prima delle quali riguarda lo stato della musica brasiliana. «La musica popolare brasiliana è sempre stata una parte importante della nostra vita sociale. Oggi ci sono moltissime presenze interessanti, molto diversificate tra loro: giovani cantanti femminili di samba, come Roberta Sá, Mariana Aidar e Teresa Cristina; nuovi gruppi come Rabotnik, Tono e Do Amor; nuovi cantautori come Céu, Tiê, Mallu Magamhães e Thiago Pethit; grandi musicisti come Vítor Araújo. Artisti di una generazione più anziani, che continuano a fare cose importanti, come Marisa Monte o Adriana Calcanhoto, Lenine o i ragazzi che una volta appartenevano agli Os Hermanos (soprattutto Marcelo Camelo e Rodrigo Amarantes, quest’ultimo in una band con colleghi americani, in California, chiamata Little Joy) e così via. In Brasile la canzone continua ad essere molto amata».
Un tempo, quando nel resto del mondo si pensava al Brasile, lo si identificava con la samba, poi col calcio, ora, ed è la prima volta, qualcuno pensa al Brasile come al paese di Lula, il suo presidente. Lei lo ha conosciuto?
«Sì. L’ho incontrato e conosciuto alla fine degli anni '90, quando si oppose a Collor, e molti artisti lo sostennero. Poi, a casa di Gilberto Gil, durante la sua quarta (e ultima) campagna elettorale. E’ un uomo allo stesso tempo molto energico e assai cordiale. Penso che sia un buon segno che ora il Brasile sia, per la prima volta, noto per il suo presidente: a mio avviso questo denota una maggiore autorevolezza. Lula stesso, come personalità, ha molti meriti in questo. Ma è tutta la storia recente del Brasile, che lo merita».
Caratteristica della sua lunga attività è stata la sua collaborazione, la sua presenza in indimenticabili concerti o in progetti musicali al fianco dei più grandi artisti, brasiliani e non solo, della nostra epoca: chi tra loro ha più amato e ammirato?
«Nella musica popolare, non ho mai ammirato nessuno più di João Gilberto. Ho incontrato e a volte collaborato coi migliori talenti, in Brasile e all’estero, ma nessuno è altrettanto importante per me».
Quali canzoni canterà a Parma?
«Molti dei brani del mio ultimo cd, "Zii e Zie", ma anche alcune delle canzoni appartenenti al mio primo periodo, quello del "tropicalismo" di fine anni '60 e inizi '70: si abbinano perfettamente! Ci saranno anche brani scritti nel mezzo dei due periodi, alcune canzoni di fine anni '70 e primi '80 ed qualche brano non mio, di giovani artisti brasiliani e classici argentini, per esempio: per me è un grande concerto!». E noi crediamo lo sarà anche per il pubblico di Parma.
Per informazioni e  biglietti: 0521.039399.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mara velasco

    20 Luglio @ 01.29

    Esse é o grande CAETANO VELOSO! Eu sou baiana como ele e orgulhosa de ser brasileira,ñ por Lula ser o Presidente e sim pelos talentos que temos em tds as áreas. Bravo Caetano! pena q ñ estou ai, só chego nesse pais maravilhoso em setembro. Salve o Brasi l! Salve a Bahia! Saravá Caetano!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiocco rosa per Kim Kardashian e Kanye West

STATI UNITI

Fiocco rosa per Kim Kardashian e Kanye West Video

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo Ricotti, un anno dopo. La mamma: "Massese, nessuno fa nulla"

Anniversario

Filippo Ricotti, un anno dopo. La mamma: "Massese, nessuno fa nulla"

Lettera della madre del 17enne travolto e ucciso sulla Massese un anno fa a Cascinapiano

LUTTO

E' morto Luigi Renzi, popolare ex gestore del bar Capriccio

PARMA

Scuole elementari: due casi di scabbia al Maria Luigia

5 stelle

Parlamentarie: i nomi dei 28 parmigiani in corsa. E le esclusioni che fanno discutere

CONDANNA

Si avventa contro la fidanzata e le fa sbattere la testa contro la portiera dell'auto

2commenti

IL CASO

Numero telefonico «rubato», prima vittoria per una 85enne

1commento

Salsomaggiore

Teatro Nuovo, sciolto il contratto con i gestori

Ferrovia

I pendolari della Parma-Brescia: «Ogni giorno è un'odissea»

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

Salsomaggiore

Addio al prof Vighi, una vita per lo sport

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

5commenti

montecchio

L'assume come badante ma voleva altro: denunciato per tentata violenza sessuale

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

1commento

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

3commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Incidente in una ditta: morti tre operai, uno è gravissimo

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

2commenti

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

3commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti