19°

Spettacoli

Caetano Veloso: «Un angolo di Brasile a Parma»

Caetano Veloso: «Un angolo di Brasile a Parma»
1

Vincenzo Raffaele Segreto


Difficile definire l’arte di Caetano Veloso, il grande artista brasiliano che lunedì sarà a Parma per un concerto compreso nel cartellone di «Sotto il cielo di Parma», affiancato dalla Banda Cê (Pedro Sá alla chitarra elettrica, Ricardo Dias Gomes al basso e Marcelo Callado alla batteria): dopo oltre quattro decenni di intensa attività, dopo la rivoluzione rappresentata dal suo "tropicalismo", dopo un impegno artistico e civile che gli è costato l’esilio, dopo le sue collaborazioni con tutti i grandi della musica brasiliana, dal suo "maestro" João Gilberto a Gilberto Gil a Gal Costa, Chico Buarque, Roberto Carlos, Tom Jobim, sua sorella Maria Bethania, e poi via via, con musicisti apparentemente lontani ma affascinati dalla sua personalità quali Arto Lindsay e Ryuichi Sakamoto, la sua ispirazione musicale, la sua presenza concertistica internazionale sono più vive che mai. Dopo tante rivoluzioni, oggi forse la definizione che meglio si attaglia a Caetano Veloso è quella di "classico": e cosa dire della sua straordinaria apparizione in «Parla con lei» di Pedro Almodòvar, nell’indimenticabile cameo di «Cuccurucucu Paloma», in cui la sua voce leggera e contestualmente intensissima e sensuale regge il lentissimo tempo della sua rilettura della celebre canzone di Tomás Méndez? Nell’occasione di questo concerto parmigiano l’artista ha risposto ad alcune nostre domande, la prima delle quali riguarda lo stato della musica brasiliana. «La musica popolare brasiliana è sempre stata una parte importante della nostra vita sociale. Oggi ci sono moltissime presenze interessanti, molto diversificate tra loro: giovani cantanti femminili di samba, come Roberta Sá, Mariana Aidar e Teresa Cristina; nuovi gruppi come Rabotnik, Tono e Do Amor; nuovi cantautori come Céu, Tiê, Mallu Magamhães e Thiago Pethit; grandi musicisti come Vítor Araújo. Artisti di una generazione più anziani, che continuano a fare cose importanti, come Marisa Monte o Adriana Calcanhoto, Lenine o i ragazzi che una volta appartenevano agli Os Hermanos (soprattutto Marcelo Camelo e Rodrigo Amarantes, quest’ultimo in una band con colleghi americani, in California, chiamata Little Joy) e così via. In Brasile la canzone continua ad essere molto amata».
Un tempo, quando nel resto del mondo si pensava al Brasile, lo si identificava con la samba, poi col calcio, ora, ed è la prima volta, qualcuno pensa al Brasile come al paese di Lula, il suo presidente. Lei lo ha conosciuto?
«Sì. L’ho incontrato e conosciuto alla fine degli anni '90, quando si oppose a Collor, e molti artisti lo sostennero. Poi, a casa di Gilberto Gil, durante la sua quarta (e ultima) campagna elettorale. E’ un uomo allo stesso tempo molto energico e assai cordiale. Penso che sia un buon segno che ora il Brasile sia, per la prima volta, noto per il suo presidente: a mio avviso questo denota una maggiore autorevolezza. Lula stesso, come personalità, ha molti meriti in questo. Ma è tutta la storia recente del Brasile, che lo merita».
Caratteristica della sua lunga attività è stata la sua collaborazione, la sua presenza in indimenticabili concerti o in progetti musicali al fianco dei più grandi artisti, brasiliani e non solo, della nostra epoca: chi tra loro ha più amato e ammirato?
«Nella musica popolare, non ho mai ammirato nessuno più di João Gilberto. Ho incontrato e a volte collaborato coi migliori talenti, in Brasile e all’estero, ma nessuno è altrettanto importante per me».
Quali canzoni canterà a Parma?
«Molti dei brani del mio ultimo cd, "Zii e Zie", ma anche alcune delle canzoni appartenenti al mio primo periodo, quello del "tropicalismo" di fine anni '60 e inizi '70: si abbinano perfettamente! Ci saranno anche brani scritti nel mezzo dei due periodi, alcune canzoni di fine anni '70 e primi '80 ed qualche brano non mio, di giovani artisti brasiliani e classici argentini, per esempio: per me è un grande concerto!». E noi crediamo lo sarà anche per il pubblico di Parma.
Per informazioni e  biglietti: 0521.039399.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mara velasco

    20 Luglio @ 01.29

    Esse é o grande CAETANO VELOSO! Eu sou baiana como ele e orgulhosa de ser brasileira,ñ por Lula ser o Presidente e sim pelos talentos que temos em tds as áreas. Bravo Caetano! pena q ñ estou ai, só chego nesse pais maravilhoso em setembro. Salve o Brasi l! Salve a Bahia! Saravá Caetano!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

21commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

3commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

4commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Tg Parma

Distretto Sud-Est, parte il progetto Staff per assistenza agli anziani Video

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery