22°

Spettacoli

Torrechiara, intenso Trio di Parma

Torrechiara, intenso Trio di Parma
0

Più d’un motivo si può riconoscere nell’attenzione che il Trio di Parma da tempo va dedicando a Pizzetti di cui sta pure affidando al disco le più significative pagine cameristiche; insieme alle ragioni che giustificano la necessità di liberare l’immagine del nostro musicista da quei vincoli preconcetti che ne hanno assai limitato la conoscenza vi è infatti quella capacità di approfondimento che diventa tramite indispensabile alla messa a fuoco di una cifra stilistica, non facile da individuare per Pizzetti proprio per il carattere singolare della sua musica, radicata sull'arduo terreno di una tensione etica che sembra escludere ogni altra prospettiva, più effimera.
Quanto i giovani del Trio (che quest’anno celebrano i vent'anni di lavoro in comune !) abbiano saputo cogliere il senso di tale impegno espressivo è risultato con coinvolgente evidenza sabato a Torrechiara dalla proposta del “Trio in la”, opera di un Pizzetti maturo che sembra riassumere i motivi che attraversano il suo immaginario, soprattutto animare quella drammaticità che il nostro musicista sente come immanente alla espressione musicale, dramma come «vita in divenire», ripeteva spesso. Visione che penetra anche le forme cameristiche, le riplasma secondo logiche rispondenti soprattutto alla rappresentazione sonora di questo dramma e proprio questo l’interpretazione dei nostri tre interpreti ha lasciato intendere, ognuno di essi agendo come personaggio, con una propria personalità spiccata nella stessa scrittura, nel tono della pronuncia strumentale, in un dialogo che alterna concitazione a dolcezze, incupimenti a schiarite, queste suggerite spesso da quel legame con la propria terra che lascia una traccia inconfondibile alla curva melodica, una vaghezza nostalgica, di sapore popolaresco.
Accanto alla bellissima pagina pizzettiana un monumento quale il “Trio in mi bemolle” di Schubert, opera che appartiene al lessico familiare dei nostri tre interpreti , nel senso dello strenuo cimento che essi hanno intrapreso con essa fin dagli inizi della loro avventura: discorso senza fine, in effetti, quello con Schubert per le complessità che si celano dietro quella sua piacevolezza «viennese», e che rendono tutt'altro che rettilineo il percorso interiore. Ne ha offerto ulteriore testimonianza la proposta dell’altra sera che riprendeva la prima versione del Trio, ripristinando quindi gli episodi che lo stesso compositore aveva eliminato nell’ultimo movimento, per convenienze editoriali, risultando evidentemente ostico per il lettore-ascoltatore del tempo, abituato a più corrive consuetudini, quel lungo percorso modulante il cui senso non sarebbe sfuggito solo a poche antenne sensibili: come a quelle di Schumann, quando parlava di «sublimi lunghezze». Quel trascorrere continuamente da uno stato d’animo ad un altro, con un minimo passaggio, sufficiente tuttavia a mutare l’atmosfera, a modulare le luci, accendendo illusioni fugaci. Tra queste «lunghezze», appunto, anche l’ampio finale del Trio che nella sua ampiezza originale sembra concludere con coerenza l’intenso viaggio emozionale compiuto dal musicista attraverso i quattro movimenti, un fiato lunghissimo quindi che i nostri tre interpreti hanno mostrato di possedere e di trasmettere al pubblico. E che poi pareva prolungarsi idealmente nella dolcezza contrastata del movimento lento del secondo Trio di Schumann, proposto fuori programma in risposta all’applauso entusiasta del numeroso pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

GAZZETTA LIBRI

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

Lealtrenotizie

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

polizia municipale

Incidente tra tre auto a Chiozzola: due feriti

anteprima gazzetta

Arsenale in casa per la banda che voleva rubare la salma di Ferrari

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

6commenti

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

 Il “maratoneta in carrozzina” ha scritto un articolo per la “sua” Gazzetta

5commenti

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

12commenti

32a giornata

Parma-Maceratese anticipata alle 18.30 (domenica 2 aprile)

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

24commenti

politica

Elezioni 2017, un gruppo solo in corsa per il simbolo M5S

Solo gli "Amici di Beppe Grillo" hanno presentato richiesta entro i termini

3commenti

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

studio

Cucina: i libri di ricette sono pieni di errori sulla temperatura di cottura

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara