-4°

Spettacoli

Una lettrice: "Kusturica, concerto disturbato dai maleducati"

Una lettrice: "Kusturica, concerto disturbato dai maleducati"
32

Le polemiche erano fioccate dopo il concerto di Bob Dylan, lo scorso 18 giugno: tanti spettatori si erano lamentati del comportamento dei fans che avevano assistito allo spettacolo sotto il palco, coprendo la visuale a chi aveva lautamente pagato il biglietto per assistere da vicino- seduto - allo show. Molti avevano puntato il dito contro l'organizzazione, rea di non essere riuscita a prevedere e a gestire la situazione.
Ora la storia si ripete. Una lettrice che si firma con un nickname, "Ross", ha scritto questa mattina al nostro sito una lettera di protesta contro gli organizzatori dopo avere assistito, ieri sera, al concerto di Emir Kusturica. La pubblichiamo:

"Vorrei fare i complimenti agli organizzatori che con arguzia hanno scelto un sito, il parco ducale, completamente piano, senza una gradinata dove la gente è libera di scorrazzare.
Una scelta già geniale, poi se si aggiunge la mancanza di controllo e di ordine, si arrivano ai risultati di sabato sera al concerto di emir kusturica. Appena dopo un brano una mandria di gente è arrivata a ridosso della transenna attaccata al palco impedendo la visuale a chi stava educatamente seduto. Con ragazzi maleducati che scuotevano i loro sederi in faccia alla gente delle prime file, fregandosene se qualcuno non poteva far altrettanto (anziani, disabili...). Ho così constato con amarezza la maleducazione di una buona fetta di giovani che senza pudore mettono il sedere in faccia agli altri, si scuotono come tarantolati, girano con bicchieri di birra in una mano e sigarette nell'altra forse per essere impegnati in qualcosa visto che altro non sanno fare....ma questo dovrebbe essere un problema loro. In una situazione come gli spettacoli di parma sotto le stelle questo non deve avvenire, ognuno ha pagato per un biglietto numerato, e si ritrova in un'orgia collettiva. Mi sono veramente schifata soprattutto per la mancanza di un servizio d'ordine che portasse tutti ai loro posti. Ho pagato solo venti euro, e posso sprecarli, ma certamente non ne acquistero' più e lo constato con amarezza perchè da quando questi eventi sono nati ho sempre fatto incetta di biglietti per gli spettacoli. Ma già sentendo le lamentele per il concerto di Bob Dylan, quando questo schifo si era già verificato, per i balletti, quando la gente dietro non vedeva niente, ho provato solo questo spettacolo per evitare eventuali fregature, e ho fatto bene!!!!!
non capisco perchè non si è rimasti in Pilotta con quelle belle gradinate che lasciavano visibilità a tutti e impedivano casini!!!!
capisco perchè vignali è passato a farsi vedere e poi è sfuggito non sedendosi sotto il palco....già sapeva!!!!
Complimentoni a chi ha pensato questa location lasciando tutto il resto allo stato brado e non meno importante impedendo a chi va al parco a camminare o correre o solo a prendere un pò di fresco a dover andare perchè diventa off limits a una certa ora per gli spettacoli. insomma, un buco nell'acqua su ogni fronte e non lo penso solo io, quindi per un altro anno ci pensassero!!!! Ross

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Fede

    07 Agosto @ 08.29

    Non è stato forse il cantante a chiedere a tutti di alzarsi in piedi e ballare? non ha commentato in un momento chiedendo se eravamo vivi o morti? non erano proprio gli artisti a chiedere quel tipo di coinvolgimento? Non sono d'accordo sul Parma triste o Parma no, ho visto tanta gente diversa nel parco di tante diverse parti del mondo, e questo mi fa piacere perché è il mondo che verrà, non più cittadini di paesi ma gente e basta. Sono d'accordo invece nel conoscere il tipo di evento che si va a vedere, questo era un concerto per lasciarsi coinvolgere, vivere, ballare e partecipare. La prossima volta si potrebbe destinare uno spazio per chi vuole viverlo cosi e un altro spazio per chi vuole rimanere seduto... dobbiamo convivere ed imparare ad accettare che non siamo soli in questo mondo

    Rispondi

  • Ro

    27 Luglio @ 18.53

    Cara/o Amnesys76...il mio "commento poco intelligente" riportava che avevo un posto numerato:POSTO (non mi ricordo) FILA 10, questo è quello che c'era scritto sul mio biglietto! Visto che tu sei così intelligente mi dici cosa significa?? Per me significa che avevo il posto numerato!!!E mi dispiace che tu non abbia capito il senso del mio messaggio: io credo che quello di sabato non fosse un concerto da stare seduti ma era, invece, tutto da ballare...ma se c'erano persone con posti a sedere bisognava rispettare anche quelli, tutto qui. Non ho mica deciso io di mettere le sedie sotto il palco!

    Rispondi

  • amnesys76

    27 Luglio @ 10.02

    CARA RO, spero sinceramente che l'anno prossimi tu rimanga nella tua bella casetta ad ascoltare i tuoi 33 giri preferiti. Gentilmente, qualora tu decida di andare ad un concerto, informati su che tipo di musica c'è e cerca, qualora non fosse eccessivo, di valutare se il concerto è alla tua altezza o se è solo per una volgare orda di barbari. Contenti qualora tu decida di restare in casa. QUello che tu racconti del concerto non risponde al vero oltre ad essere penoso. Il bilgietto era unico e non dire che lo avevi numerato...la vergogna è che si dia spazi a commenti così poco intelligenti.

    Rispondi

    • Ross

      27 Luglio @ 12.51

      Innanzitutto, vado dove mi pare. In secondo luogo, leggi sul biglietto che c'è indicato numero e fila del posto a sedere. Quindi inutile andare in biglietteria e scegliere il settore in questo caso? Se un presume di scegliere una certa visuale quella deve essere quando si va al concerto. Il modo di certe risposte rispecchia la prepotenza imperante di una fascia di gente che pensa solo a sè. Io vado e vedo quel che mi pare, e non credo che anche chi stava al concerto di bob dylan e ha sollevato le stesse critiche sia del tutto fuori luogo. Ma come si sa, in Italia sono tutti allenatori quando si parla di calcio, e grandi intenditori d'arte quando si solleva una critica. peccato che una persona davvero colta non offende il prossimo ma cerca di argomentare con educazione. E condivido le osservazioni di chi dice che a un concerto di questo tipo si balla e ci si muove, ma se l'organizzazione aveva predisposto una certa distribuzione dei posti, poi non è che "chi prima arriva meglio alloggia" no??? invece qui si va sul personale.....poi un giorno capiterà anche a te di doverti lamentare per qualcosa che ti aspettavi ed è risultato diverso, auguri!!!

      Rispondi

  • DESIGNER

    26 Luglio @ 22.21

    @hugo @ross per favore non venite a questi concerti non serve ne a noi ne a voi e kusturica & Co sicuramente non apprezzerebbe gente come voi tra il proprio pubblico, quindi arrendetevi avete sbagliato festa!

    Rispondi

  • DESIGNER

    26 Luglio @ 22.16

    Anche se il concerto è stato organizzato in quel modo non aveva senso stare seduti anzi meno male che le poltrone sono rimaste dov'erano e la gente si è diligentemente messa negli spazi liberi tra le sedie anziché occupare tutto il piazzale e dare supporto al vero senso del concerto cioè ballare stare insieme ridere e scherzare! Peccato per voi! scriveteci quando riuscirete a vedere un concerto di kusturica più composto di questo, se no ripeto andate a sentire Allevi li non vi disturberà nessuno anche perchè l'espressione artistica è talmente bassa da tenere automaticamente tutti seduti.... ARE U AGREE????

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

7commenti

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

sisma e gelo

Catastrofe nel Centro Italia: Parma in prima linea nei soccorsi Video

Il Soccorso Alpino di Parma opera sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

4commenti

terzo furto

Ladri e vandali in azione a "La Bula" che chiede aiuto Video

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

6commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

4commenti

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Le immagini terribili dell'hotel Rigopiano Gallery

INGV

Le onde sismiche della scossa 5.5 nel Centro Italia Video

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta