-4°

Spettacoli

«E vissero felici e contenti»: riecco Shrek, orco da Oscar

«E vissero felici e contenti»: riecco Shrek, orco da Oscar
0

Alessandra Magliaro

Dieci anni con l’Orco verde e ora è il momento del grande addio, triste pure se in 3D. Esce ora in Italia (il 25 agosto in circa 800 copie), «Shrek e vissero felici e contenti», quarto film della serie d’animazione della Dreamworks che ha mietuto allori al botteghino e presso la critica internazionale, primo film tra l’altro a vincere l’Oscar nella categoria film d’animazione. Con i film, un musical a Broadway, persino attrazioni nei parchi a tema, Shrek in questi anni si è imposto come un’icona globale. Inizialmente basato sul libro per bambini «Shrek!» di William Steig, l’Orco verde ha vissuto varie peripezie narrative da quando ha liberato dalla torre la principessa viziata Fiona che sognava di sposare (il principe) Azzurro. Questa volta per chiudere il cerchio si torna al passato: Shrek in piena crisi di mezz'età si chiede: «Che cosa sono diventato?». La factory animation di Jeffrey Katzenberg e il regista Mike Mitchell hanno immaginato un gigante verde depresso perchè si sente troppo addomesticato, tra famiglia e popolarità da star del villaggio, e avverte il bisogno di tornare alla sua natura di vero orco. Così si lascia ingannare dalle promesse di un diavolo tentatore, il nano Tremotino (a dargli voce nella versione originale è Walt Dohrn) che lo catapulterà in una versione alternativa di Molto Molto Lontano, dove gli orchi non hanno vita facile. Seguendo le orme dei cattivi avversari di Shrek (Mike Myers in Usa) Lord Farquaad, Fata Madrina e Azzurro arriva per lui un nuovo potente nemico: Tremotino. Dopo aver combattuto un drago malvagio, salvato una bellissima principessa e il regno del suocero, cos'altro può fare un orco che non vuole passare il resto dei giorni ad autografare i forconi? Nostalgico dei giorni in cui si sentiva come un «vero» mostro, Shrek viene ingannato nel firmare un patto con il mellifluo Tremotino, ma si ritrova in un posto infernale dove il nano è re, Shrek e Fiona non si sono mai incontrati e l’esercito è tutto di streghe perfide. Da qui partirà la riscossa di Shrek per riprendersi la sua vita. Dettaglio non indifferente: Fiona (Cameron Diaz). Già nei vari film si era trasformata in tosta compagna, fiera della sua ciccia: ora diventa un leader coraggioso, decisa a rovesciare Tremotino e garantire la libertà per tutti gli orchi. Fiona ha scambiato la sua tiara per un coltello e un’ascia da guerra e il suo abito per un giubbotto di pelle e armature da battaglia, la sua chioma ora è lunga e riccia. È diventata una forza da non sottovalutare, è temuta. E Ciuchino (Eddie Murphy) e il Gatto con gli stivali (Antonio Banderas)? Ci saranno ovviamente, pronti a dare una mano a Shrek, a lamentarsi (il primo) e a sfoderare gli irresistibili occhioni felini (il secondo). Come suggerisce il titolo, «E vissero felici e contenti», alla fine del film, dopo una furibonda battaglia con Tremotino, Shrek ancora una volta salva il regno di Molto Molto Lontano, vince sul cuore della principessa Fiona, dimostrando di essere degno del bacio del vero amore. Salverà quindi se stesso e tornerà con Fiona, questa volta immaginiamo per sempre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Falsi vigili svuotano una cassaforte

A Marore

Falsi vigili svuotano una cassaforte

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

L'odissea di un giardiniere

«Con il mio Euro2 non posso lavorare»

EMERGENZA

Parma si mobilita

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

Il racconto

«Quando Roosevelt si insedio al Campidoglio»

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta