19°

Spettacoli

«E vissero felici e contenti»: riecco Shrek, orco da Oscar

«E vissero felici e contenti»: riecco Shrek, orco da Oscar
0

Alessandra Magliaro

Dieci anni con l’Orco verde e ora è il momento del grande addio, triste pure se in 3D. Esce ora in Italia (il 25 agosto in circa 800 copie), «Shrek e vissero felici e contenti», quarto film della serie d’animazione della Dreamworks che ha mietuto allori al botteghino e presso la critica internazionale, primo film tra l’altro a vincere l’Oscar nella categoria film d’animazione. Con i film, un musical a Broadway, persino attrazioni nei parchi a tema, Shrek in questi anni si è imposto come un’icona globale. Inizialmente basato sul libro per bambini «Shrek!» di William Steig, l’Orco verde ha vissuto varie peripezie narrative da quando ha liberato dalla torre la principessa viziata Fiona che sognava di sposare (il principe) Azzurro. Questa volta per chiudere il cerchio si torna al passato: Shrek in piena crisi di mezz'età si chiede: «Che cosa sono diventato?». La factory animation di Jeffrey Katzenberg e il regista Mike Mitchell hanno immaginato un gigante verde depresso perchè si sente troppo addomesticato, tra famiglia e popolarità da star del villaggio, e avverte il bisogno di tornare alla sua natura di vero orco. Così si lascia ingannare dalle promesse di un diavolo tentatore, il nano Tremotino (a dargli voce nella versione originale è Walt Dohrn) che lo catapulterà in una versione alternativa di Molto Molto Lontano, dove gli orchi non hanno vita facile. Seguendo le orme dei cattivi avversari di Shrek (Mike Myers in Usa) Lord Farquaad, Fata Madrina e Azzurro arriva per lui un nuovo potente nemico: Tremotino. Dopo aver combattuto un drago malvagio, salvato una bellissima principessa e il regno del suocero, cos'altro può fare un orco che non vuole passare il resto dei giorni ad autografare i forconi? Nostalgico dei giorni in cui si sentiva come un «vero» mostro, Shrek viene ingannato nel firmare un patto con il mellifluo Tremotino, ma si ritrova in un posto infernale dove il nano è re, Shrek e Fiona non si sono mai incontrati e l’esercito è tutto di streghe perfide. Da qui partirà la riscossa di Shrek per riprendersi la sua vita. Dettaglio non indifferente: Fiona (Cameron Diaz). Già nei vari film si era trasformata in tosta compagna, fiera della sua ciccia: ora diventa un leader coraggioso, decisa a rovesciare Tremotino e garantire la libertà per tutti gli orchi. Fiona ha scambiato la sua tiara per un coltello e un’ascia da guerra e il suo abito per un giubbotto di pelle e armature da battaglia, la sua chioma ora è lunga e riccia. È diventata una forza da non sottovalutare, è temuta. E Ciuchino (Eddie Murphy) e il Gatto con gli stivali (Antonio Banderas)? Ci saranno ovviamente, pronti a dare una mano a Shrek, a lamentarsi (il primo) e a sfoderare gli irresistibili occhioni felini (il secondo). Come suggerisce il titolo, «E vissero felici e contenti», alla fine del film, dopo una furibonda battaglia con Tremotino, Shrek ancora una volta salva il regno di Molto Molto Lontano, vince sul cuore della principessa Fiona, dimostrando di essere degno del bacio del vero amore. Salverà quindi se stesso e tornerà con Fiona, questa volta immaginiamo per sempre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

1commento

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

9commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

borgotaro

Oggi i funerali di Danilo Savani

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CALCIO

Buffon a quota 1000

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

CONCERTO

Mario Biondi al Regio, voce e ricordi

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

LEGA PRO

Parma, Ferrari: "Crediamo nei play-off, servono nuovi stimoli" Video

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

L'ATTACCO

Il sindaco di Londra: sventati 13 attacchi in 4 anni Video

Luca Donadel

"La verità sui migranti": il video che fa discutere il web

5commenti

SOCIETA'

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

PGN

In campo con la Polisportiva gioco

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano