14°

28°

Spettacoli

Film recensioni - La solitudine dei numeri primi

Film recensioni - La solitudine dei numeri primi
Ricevi gratis le news
2

Non era facile, non lo era per niente, portare sullo schermo questa storia d’amore inespressa, quel romanzo dolente dal titolo bizzarro e suggestivo diventato in fretta un caso letterario,  la vita non solo parallela di due numeri primi solitari e incomprensibili agli altri. 

Non era facile, ma Saverio Costanzo, 35 anni e due film di nicchia ma densi e fondi all’attivo («Private» e «In memoria di me»), ci prova con il coraggio della serietà, riempiendo ogni cosa (e ogni emozione) del vuoto della solitudine: trasformando, con cifra stilistica personale, l’amatissimo  best seller di Paolo Giordano in un horror sentimentale (ed esistenziale), in un film pieno di cicatrici, di segni indelebili messi lì apposta a ricordare quello che vorresti avere dimenticato, di tagli del passato che tormentano anche il presente. 
Un temporale, uno specchio rotto, un bacio a labbra serrate: fedele ai punti cardine della storia di Alice e Mattia, il regista costruisce «La solitudine dei numeri primi»  su tre piani narrativi (infanzia, adolescenza e maturità) che si incastrano tra loro senza forzature, girando un film crudele e sopravvissuto, un incubo ad occhi aperti e a tutto volume dove i corpi, offesi, violati, ma mai reticenti, sono espressione di un essere, di un resistere. Meglio nella prima parte (bello l’inizio, a suo modo terribile), più sfilacciato e meno teso nella seconda, il film, sostenuto da un gruppo di interpreti molto aderenti al ruolo (guardate come cade la Rohrwacher o come getta via la matita per gli occhi...: ma sono bravissimi anche i ragazzini), avrebbe potuto chiudere (il finale cambia rispetto al libro) anche meglio: ma resta un’opera che ha il senso del dolore e ne conosce l’intimità. F. Mol.
 
Giudizio: 3/5
 
SCHEDA
REGIA:  SAVERIO COSTANZO
SCENEGGIATURA:   SAVERIO COSTANZO E PAOLO GIORDANO, DALL’OMONIMO ROMANZO DI QUEST’ULTIMO
INTERPRETI:   ALBA ROHRWACHER, LUCA MARINELLI, ISABELLA ROSSELLINI, MAURIZIO DONADONI, FILIPPO TIMI
GENERE:  DRAMMATICO
Italia 2010, colore, 1 h e 58' 
DOVE:  CINECITY, D'AZEGLIO, THE SPACE e CRISTALLO (Fidenza)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • manu iviato il 12/09/2010

    12 Settembre @ 22.17

    la critica è stata a mia parere troppo dura, due bravissimi protagonisti , da lodare anche solo per la trasformazione fisica che ti fa capire quanto possa essere reale e vero il tutto, non certo una storia impossibile specie ai tempi nostri, dove i genitori spesso sono sempre meno attenti, responsabili ed egoisti , Un film per me meritevole e toccante ma molto molto triste .

    Rispondi

  • Alessandro

    12 Settembre @ 19.10

    L'ho visto ieri sera ed ho ancora i brividi... Ho amato il libro ed ho apprezzato la coraggiosa trasposizione cinematografica di Costanzo che non cerca di essere copia conforme del libro. Alba Rohrwacher divina.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti