15°

Spettacoli

Teatro Due, al via la nuova Stagione: il sogno diventa realtà

Teatro Due, al via la nuova Stagione: il sogno diventa realtà
0

di Maria Giulia Guiducci

Al Teatro Due quest'anno si sogna, ma non si dorme. Perché se un teatro in Italia nei tempi della grande crisi è ancora possibile, deve essere onirico, non portarci ad una fuga dalla dura realtà, ma ad essa riportarci, ponendoci domande e conflitti dell'oggi.
«Non siamo quello che immaginate» ci dicono dal Teatro Due, rilanciando il ruolo del teatro come luogo di produzione dell'immaginario. E così il fil rouge che lega i numerosi artisti coinvolti nelle attività della Fondazione diviene appunto l'esplorazione del piano di irrealtà. Significative dunque le nuove e le passate produzioni della Fondazione inserite nel cartellone 2010/2011. «Buio» di Carmelo Rifici celebra questo principio e lo esalta, portando anche nella modalità produttiva la forza del sogno (una ricerca durata più di due anni), affrontando la realtà italiana contemporanea attraverso tre storie diurne e notturne. «Tutto su mia madre» di Leo Muscato prosegue il percorso nella coscienza fin dentro l'utero materno, mentre l'Ensemble del Teatro Due esplora gli equivoci con due commedie che riconsegnano all'illusione lo scettro delle nostre esistenze: «Molto rumore per nulla» e «Così è (se vi pare)» dipanano il tema del doppio e lo riaggomitolano con umorismo. «La Fila (line)» di Israel Horovitz, curato da Walter Le Moli, vede 4 uomini e una donna lottare per il primo posto in una competizione che vive per se stessa, senza un senso apparente. Un'azione sospesa tipica del teatro dell'assurdo, che celebra l'illogica avidità, come quella di «Shylock», di Camilla Ferro, interpretato da Paolo Serra, ricco e spietato uomo d'affari contemporaneo, beckettiano nel suo parlare con telefoni e fax muti. Segue spontaneo lo spaesamento de «L'ultimo nastro di Krapp», felice ritorno di Giancarlo Ilari per la regia di Massimiliano Farau. Di nuovo sul palco anche «Nema Problema» di Laura Forti, per la regia di Pietro Bontempo, l'inquietante «Extremities» di Bruno Armando, la storica ricostruzione della follia nazista de «L'Istruttoria». Altrettanto oniriche le ospitalità del cartellone, ricche di suggestioni. Si muovono nell'ambito familiare «Napoletango» di Giancarlo Sepe, surreale e grottesco spettacolo musicale dalla contagiosa passione partenopea-argentina; «Festa di famiglia», del quartetto femminile Mitipretese, già in scena con «Roma ore 11», che quest'anno affronta la questione della violenza sulla donna appoggiandosi all'eredità pirandelliana ed all'ironia di Camilleri; «Roman e il suo cucciolo» di Alessandro Gassman, successo newyorkese anni '80 che indaga il rapporto padre-figlio in una comunità rumena di una delle tante periferie italiane. Spazio poi alla giovane creazione contemporanea con  «Brugole» di Lisa Nur Sultan, che riporta il pubblico all'amara routine del precariato, delle bollette, delle lauree di carta straccia e dei conti che non tornano; «Col sole in fronte» di Maurizio Camilli e Balletto Civile, dedicato al delirio di un giovane arricchito e spregiudicato, che fa sorridere il pubblico, spiazzandolo; «Se mi guardi esisto» di Francesca Volchitza Cabrini, che affronta il tema dell'anoressia. Sono affreschi corali di una realtà storica ed odierna «Piazza d'Italia» di Marco Baliani (dal romanzo di Antonio Tabucchi) e «Angels in America», successo teatrale e televisivo americano, di Fernando Bruni ed Elio De Capitani: partecipando della stessa epica atmosfera, entrambi fotografano il declino di una società, quella toscana dell'unità d'Italia e quella della confusa New York contemporanea. Ad alleggerire i toni ma non la riflessione saranno i mattatori della scena: Paolo Rossi porterà sul palco, «nell'umile versione pop», il capolavoro di Dario Fo «Mistero buffo»; Alessandro Bergonzoni con «Urge» farà scomparire il senso comune e aprirà spazi inattesi di significato; l'eroe dei sognatori e principe degli illusi, il «Don Chisciotte» di Franco Branciaroli, sarà un imitatore compiaciuto di Carmelo Bene e Vittorio Gassman, in un gioco meta-teatrale dall'atmosfera visionaria e nostalgica. Non poteva mancare poi il «Sogno di una notte di mezz'estate», del rigoroso Massimiliano Civica, a mettere in scena l'invisibile attraverso l'uso di tecniche teatrali antiche, a esplorare quella stessa materia di cui sono fatti i sogni, e gli attori.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

1commento

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa