-2°

Spettacoli

Peter Gabriel, il "genio mutante"

Peter Gabriel, il "genio mutante"
0

Marco Pipitone
Aveva annunciato lui stesso che a indossare la maschera questa volta sarebbero state le sue canzoni. Aveva continuato dicendo che per il «New Blood Tour» avrebbe fatto a meno del basso di Tony Levin e delle chitarre di David Rhodes. Quello che Peter Gabriel non aveva detto è che lo spettacolo all'Arena di Verona sarebbe durato tre ore, il doppio di un concerto normale: «suddiviso in due atti», come spiega lui comparendo all’improvviso sul palco.
 Ma andiamo con ordine. Il look total black con il quale si presenta riesce a coprire (in parte) «i suoi primi 60 anni». Acclamato dagli oltre 10mila fans, Gabriel anticipa, in un italiano fluente, quelle che saranno le tappe della serata. Spiega l’ennesima mutazione della sua carriera, raccontando di quanto volesse  cantare alcuni brani non suoi. Un puro esercizio di stile che nasconde in verità uno studio senza precedenti, almeno quanto la paratìa luminosa che nasconde tre quarti di palco ma che, soprattutto, cela un’orchestra di 50 elementi disseminati in ogni angolo. Quando sulle note di «Heroes» l’ombra lunga della luce si posa sul pubblico, il muro del suono - orchestrato da Ben Foster - invade l’Arena.
 La prima parte del concerto richiede particolare attenzione. Anche chi non ha amato particolarmente le cover per voce e orchestra dell'ultimo disco «Scratch my back» non può fare altro che  rimanere impressionato dalle sue esecuzioni dal vivo. «Flume» di Bon Iver è uno squarcio nel buio, supportato dai video/bagliori che prendono vita sui maxi-schermi. La centralità del suono dell’orchestra si eleva durante «My body is a cage» (Arcade Fire), il crescendo finale è una sorta di catarsi lunga e liberatoria, al quale il pubblico non riesce a sottrarsi: l’applauso è da brividi. I 15 minuti di pausa che intercorrono tra un tempo e l’altro servono per riordinare le idee. L’ex Genesis ci saluta con una versione clamorosa di «Wallflower», anticipando di fatto i toni della seconda parte della serata. 
La voce di Peter - a corredo delle canzoni è avvolgente. Capace - a tratti - di superare per intensità anche gli archi («Darkness»). Eppure non è mai eccessiva («San Jacinto»). Gabriel non vuole strafare, ma quando parte «Digging in the dirt» il boato del pubblico è inequivocabile. Il passato ritorna prepotente e le canzoni di uno strepitoso finale («Red rain», «Solsbury Hill», «In your eyes» e «Don't give up») liberano definitivamente la voglia dei fans di cantare. Non resta che guadagnare l’uscita dall’Arena e correre per comprare una T-shirt della serata. Perché concerti come questi, oltre che stampati nella mente e nel cuore, occorre portarseli addosso.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto