-2°

Spettacoli

Pooh, ripartiamo in 3 da "Dove comincia il sole"

Pooh, ripartiamo in 3 da "Dove comincia il sole"
0

L'addio di Stefano D’Orazio poteva essere un problema, invece per i Pooh è diventato «un’ occasione per rilanciare il nostro modo di fare musica». Così, arruolato alla batteria un asso come Steve Ferrone, si sono lanciati nel recupero del pop rock sinfonico delle origini per il nuovo album 'Dove comincia il solè, in uscita il 12 ottobre.
«L'addio di Stefano è stato uno scossone che ci ha dato nuovi stimoli – spiega Red Canzian – siamo tornati a suonare come eravamo, tanto che ci siamo chiusi in studio per un mese, con i pc spenti». Ripartire in tre – gli fa eco Roby Facchinetti – «è stata una grande opportunità di ricominciare da zero, guardando indietro a ciò che abbiamo fatto, al meglio del pop, che per noi è a cavallo tra gli anni '70 e gli '80». Pensando a quel periodo, i tre Pooh hanno recuperato le chitarre distorte di Battaglia e il pop rock sinfonico che tanto ha caratterizzato il loro mondo musicale. Poi Steve Ferrone ha dato il suo contributo, con un 'drumming' che ha dato energia rock anche alle ballate più romantiche. Alla formazione si sono quindi aggiunti il chitarrista Ludovico Vagnone e il tastierista Danilo Ballo: anche grazie a loro, 'Dove comincia il solè «è un disco che assomiglia a un live, da ascoltare – suggeriscono i Pooh – «a volume alto». Con il nuovo materiale, e i pezzi di sempre riletti nella stessa chiave, il tour in partenza il 23 novembre da Rimini promette di riversare sul pubblico una «valanga di suono impressionante». Non è però detto che questa formula venga riproposta anche nei prossimi lavori: ritrovarsi in tre «ci dà una nuova libertà» ed è anche l’occasione per spaziare fuori dagli schemi, per rischiare nuove avventure, come «un’esperienza con l'orchestra sinfonica, un progetto in ballo da anni cui la nostra musica – spiega Facchinetti – si presta molto». Dopo più di 40 anni tra le sette note, il paletto è uno solo: «Fare solo ciò che ci gratifica e ci diverte». Anche per questo, «siamo diventati del tutto autonomi con la nostra etichetta Trio, distribuita da Artist First. Le case discografiche hanno fatto abbastanza danni agli artisti, il nostro contratto era in scadenza ed era il momento giusto per voltare pagina in tutto». Per ora, i Pooh non intendono produrre altri artisti con la loro label: «Non ne abbiamo tempo, il gruppo – scherzano – è un lavoro a tempo pieno». Fitto d’impegni, infatti, il calendario dei prossimi mesi, dalle tappe inaugurali del tour alle presentazioni televisive che a novembre li porterà anche a 'X factor', di cui non hanno una grande opinione: «la tv sta bruciando tutto, è triste pensare che il futuro della musica – si rammarica Canzian – venga dai talent show, dove in media i conduttori sono più bravi dei concorrenti». Il discorso è più ampio ancora: «La musica nasce dalla fatica, dai marciapiedi, ma la gavetta sta scomparendo. Questo – riflette ancora Red – è un piccolo Medioevo causato dalla tecnologia». Ancora più drastico Facchinetti: «Il pop è morto, consegnato alla storia da anni, non nasceranno altri Beatles, così come – conclude – non nasceranno altri Pooh».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto