11°

Spettacoli

Itallica e Asilo Republic al Fuori Orario

Itallica e Asilo Republic al Fuori Orario
Ricevi gratis le news
0

Due doppi concerti nel weekend al circolo Fuori Orario di Taneto di Gattatico. A salire sul palco venerdì gli Itallica e i King Hoya, mentre sabato sarà la volta degli Asilo Republic e dei Velodimaya.
Gli Itallica (già Mister No) si esibiranno venerdì per la prima volta a Taneto nel loro «Tributo ai Metallica» e in vari omaggi musicali ad altri celebri «monsters of rock». Il concerto inizia alle ore 22.30 ed è preceduto alle 21.30 da quello dei parmigiani King Hoya per la nuova rassegna «OutOctoni», selezione di band emergenti di Reggio e Parma. L’ingresso è riservato ai soci Arci, con consumazione obbligatoria a 12 euro; alle 20 apertura del circolo, del punto ristoro (prenotazioni allo 0522-671970 o 346-6053342) e degli aperitivi gratuiti fino alle 21 in compagnia degli artisti.
Gli Itallica sono l’altra faccia dei Mister No, ossia la prima vera metal tribute band italiana. Già anni fa, sia tra gli addetti ai lavori che tra il pubblico, si notava l’evidente fedeltà sonora con cui i Mister No eseguivano i brani dei Metallica: una somiglianza dovuta, tra l’altro, alla classica formazione incentrata su un cantante-chitarrista. Così, a furia di chiedere in tanti a Fabrizio (la voce, appunto) e compagni di mettere in piedi un tributo ai Metallica, sono sorti gli Itallica, che comunque vanno anche al di là delle canzoni del gruppo americano, per approdare a una panoramica su altri miti del rock e dell’hard rock. Lombardi, gli Itallica sono composti dal leader Fabri Kiarelli alla voce e alle chitarre e da altri tre elementi: Lukino Balabio, Angelo Perini e soprattutto Mao «The Animal» Granata alla batteria.
King Hoya è invece un progetto musicale che nasce a Parma nel settembre del 2008, quando un gruppo di amici, reduci da precedenti esperienze musicali, decide di formare una band per suonare personalissime cover di canzoni rock, hard rock e sigle di cartoni animati. L’obiettivo è divertire divertendosi. Dopo aver registrato un demo di sole cover, nella primavera del 2010 i King Hoya scelgono di dedicarsi alla stesura di pezzi propri, con Roberto Azzi alla chitarra, Ottavia Carbognani alla voce (potente), Federico Chirico alla batteria, Vittorio Marco Ivan Cirino alle tastiere e ai cori, Giorgio Colla alla chitarra e Luca Griffoni al basso, ai cori e al metallo.  Il genere di questi sei virgulti è un rock-metal eclettico, ispirato a Richard Benson e soprattutto ai vecchi Dream Theater, capaci di conciliare la melodia e l’orecchiabilità con la tecnica e lo studio dei tempi e degli arrangiamenti. Ma pure gli Iron Maiden restano un’icona per i King Hoya, che però non si prendono troppo sul serio.

Sabato 9 ottobre è la serata giusta per un doppio concerto di rock vigoroso e al tempo stesso cantabile: alle 21.30 i guastallesi Velodimaya per la rassegna di band emergenti «OutOctoni» e alle 22.30 gli alessandrini Asilo Republic in «Tributo a Vasco Rossi», loro prima data stagionale nel club dopo i pienoni della scorsa annata. L’ingresso è riservato ai soci Arci, con consumazione obbligatoria a 12 euro; alle 20 apertura del circolo, del punto ristoro (prenotazioni allo 0522-671970 o 346-6053342) e degli aperitivi gratuiti fino alle 21 in compagnia degli artisti; info www.arcifuori.it.
Quartetto pop-rock nato nell’agosto 2007 dal cuore e dalla mente di Max, Giovanni, Fabrizio e Federico, con età media di 21 anni, i Velodimaya arrivano dalla provincia di Reggio Emilia, più precisamente da Guastalla, proponendo pezzi originali che sono frutto di due demo, l’ep «Ormai piove» del 2008 e il brano «Lentamente dentro me» del 2009. Il loro sound mescola accordi rabbiosi e distorti con la dolcezza melodica di delicati arpeggi. La rabbia per una vita quotidiana frustrante e impersonale si sposa con l’arcobaleno che sorge nei rari squarci di tenerezza, fino alla felicità. La band suona solo musica propria e ha 60 concerti all’attivo, uno dei quali (30 maggio 2009) a Reggio accanto a Dolcenera e al flautista di fama internazionale Andrea Griminelli. Il nome Velodimaya prende spunto dalla filosofia di Arthur Schopenhauer, secondo la quale la realtà è mascherata da un velo: la vita è sogno.
Gli Asilo Republic sono ormai noti a tutti e di casa al Fuori Orario. Rivisitano almeno venti brani del miglior Vasco Rossi... con l’imbarazzo della scelta perché ne hanno in repertorio quasi un centinaio, da «Albachiara» a «Il mondo che vorrei», da «Colpa d’Alfredo» a «Ti prendo e ti porto via», magari fino ai recenti «Ho fatto un sogno» e «Sto pensando a te». Sin dalla nascita nel marzo 1997, questo gruppo originario di Alessandria e dintorni ha deciso di presentare uno spettacolo musicale totalmente dedicato al rocker di Zocca, in particolare alle sue versioni originali live dei brani e all’emozionante energia che solo lui sa infondere. Un centinaio di show all’anno per Gian Luca «JoJo» Giolo alla voce, Andrea «Tone» Annaratone al basso, Gabriele «Strappacollant» Melega alle tastiere e ai cori, Daniele «Mr. Fox» Lionzo alla batteria e Giorgio «Geronimo» Bei alla chitarra.

 





 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Striscia torna a Parma,  i musulmani:  "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

4commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

2commenti

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

3commenti

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Torna casa il "caracat" sequestrato dai carabinieri

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova