Spettacoli

"Vespri", Nucci è Monforte padre verdiano

"Vespri", Nucci è Monforte padre verdiano
Ricevi gratis le news
0

di Elena Formica

Un suo avo insegnava teologia a Parma nel collegio dei Benedettini. Si chiamava Barnaba Niccolò Maria Luigi Chiaramonti e sarebbe diventato papa col nome di Pio VII. Non male come precedente. Chissà se anche per questo Parma può godere di positivi influssi celesti e contare su Leo Nucci, nel melodramma, come su un angelo disceso dal cielo che tutto risolve e benedice. Di miracoli, infatti, egli ne ha compiuti a iosa anche in passato e tuttora ne eroga benigno. L’ultimo pochi giorni fa: la rocambolesca sostituzione di un collega - in prova generale e alla «première» - nell’infuocato Trovatore che ha inaugurato il Festival Verdi. In «surplus» la rinuncia al compenso per questo salvataggio, devoluto alle iniziative didattiche del Teatro Regio per i bambini. Leo Nucci sarà Guido di Monforte nei Vespri Siciliani, dal 10 ottobre sfidante titolo del Festival Verdi al Regio. Darà voce e figura a una particolare versione del cosiddetto «padre verdiano», un genitore assai diverso - per intenderci - da Rigoletto o Simon Boccanegra. Monforte è un uomo di potere (governatore francese della Sicilia) diviso tra l’entusiasmo dell’aver scoperto un figlio e la necessità, mai elusa, di farne un proprio strumento di politica e regime. Nonna Maria Maddalena, la Chiaramonti pronipote di Pio VII, soleva ripetere a Leo piccino un proprio saggio ritornello: «Quando parli pensaci due volte, perché potresti perdere l’occasione di stare zitto». Diventato grande, ma soprattutto diventato quel grande baritono verdiano (e non solo) che il mondo incessantemente acclama, Leo Nucci non ha scordato il consiglio della nonna. Ci pensa due volte, decide e parla. Così: «Un problema, nell’opera lirica oggi, è quello relativo a "come il pubblico va a teatro". Da un atteggiamento teso a godere della musica, del canto e di una forma di teatro completa com'è il melodramma si è progressivamente passati a un approccio che definirei "tecnico", cioè di esclusiva aspettativa "tecnica". So di affrontare un tema difficile, che potrebbe attirarmi gli strali di qualcuno, ma intendo comunque parlarne senza essere frainteso. Non sto dicendo che il pubblico pagante non deve contestare, alla fine, uno spettacolo che non gli piace; ma vorrei che si puntasse l’attenzione anche su un altro elemento: e cioè che solo a Parma e a Vienna un cantante lirico viene riconosciuto per strada, salutato, invitato a cena nei circoli e nelle associazioni. E’ una prerogativa, questa, inconfondibilmente parmigiana, un punto di forza e di identità che distingue Parma da altre città importanti i cui teatri sono a rischio chiusura: Genova, Bologna, Roma (se non arriva Muti...). Se non ci fosse il Festival Verdi, al Regio ci sarebbe solo la stagione lirica e di Parma, per come è fatto oggi il mondo dei "media", si parlerebbe solo per la "prima" in cartellone. Sia chiaro: io faccio qui un discorso di cultura, non entro in dettagli "tecnici", e dico che il Festival Verdi appartiene a Parma, fa parlare di una città straordinaria come Parma (che è anche la "mia" città) in Italia e all’estero, ne racconta l’amore per l’opera e ne comunica il bel modo di vivere. Il Festival Verdi non è un "valore aggiunto" per Parma: in assoluto è "il valore" di Parma nel mondo dal punto di vista culturale. Quindi bisogna andare a teatro consapevoli di questo, con la gioia tutta parmigiana dell’opera. Poi si può anche esprimere un dissenso - è lecito - ma la gioia di essere a teatro deve prevalere, si deve sentire nell’aria. Altrimenti che cosa ci resta da godere in un mondo sempre più complicato, sempre più duro e meno umano?».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Emma Chambers

Emma Chambers

Gran Bretagna

Morta Emma Chambers, sorella di Hugh Grant in "Notting Hill"

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

social

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

INSTAGRAM

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Furgone rubato

felino

Ladri sbadati beccati dalla polizia grazie al gps Video

METEO

La neve potrebbe tornare anche in città con il ciclone artico Buran Video

Enel e energia ellettrica: una task force per fronteggiare i disagi (leggi)

7commenti

APPENNINO

Il sindaco Lucchi: "Gelo e neve in arrivo, lunedì scuole chiuse a Berceto e Ghiare"

Serie B: 27a giornata

Empoli in testa all'ultimo istante. Cade il Frosinone. Solo il Bari ne approfitta. La Cremonese non scappa

APPENNINO

Frana sulla strada fra Varsi e Ponte Lamberti: operai al lavoro Video

VIABILITA'

Buche in A1: problemi anche nel tratto parmense dell'autostrada

PARMA

Scontro fra due auto in via Sidoli: due feriti Foto

Incidente all'incrocio con via XXIV Maggio

weekend

Neve "pigliatutto". E poi teatro, fumetti e ballo: l'agenda del sabato

GAZZAREPORTER

Caprioli vicino a ponte Caprazucca Foto

Foto di Federica Romanazzi

ALLARME MAFIE

'Ndrangheta, le infiltrazioni mettono ko le aziende sane

9commenti

RICERCA

Cuore, da Parma parte la rivoluzione farmacologica

SERIE B

Il Parma lotta e strappa un punto

2commenti

Via Mameli

Tenta di rubare una bici: "placcato" dal barista

VIA PICASSO

Furto al bar: la banda strappa il cambiamonete dal muro 

E' intervenuta la polizia. Il bottino resta da quantificare

ATLETICA

Fidenza rinnova il centro sportivo Ballotta: ecco come sarà Video

Recidivo

Ai domiciliari, continuava a spacciare cocaina

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Confronti? No grazie. Meglio i monologhi

di Francesco Bandini

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Uccide il suo datore di lavoro dopo una lite per 100 euro

ORVIETO

E' morto Folco Quilici: il grande documentarista aveva 87 anni

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

parma calcio

D'Aversa su Parma-Venezia: "I ragazzi hanno spinto dall'inizio alla fine" Video

SOCIETA'

MODA

Borsalino, la finanza sequestra il marchio: si può vendere Foto: star di Hollywood

Irruzione

Lo streaker più famoso colpisce (ancora) alle Olimpiadi Gallery

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day