Spettacoli

Armiliato: «Vocalità esasperata»

Armiliato: «Vocalità esasperata»
0

 I Vespri Siciliani: un Verdi che non perdona, ma che magnifico si dona. Dalla Wiener Staatsoper, dove nei giorni scorsi è stato acclamato nella Forza del destino, al Teatro Regio di Parma, dove sarà Arrigo nei Vespri, il passo è breve per Fabio Armiliato, sempre più verdiano nell’anima e nel corpo. Infatti debutterà tra breve in un attesissimo Otello e, ancor prima, sarà a Bilbao con il Teatro Regio di Parma come protagonista del Corsaro. Tornerà al Metropolitan di New York per il Trovatore, festeggiando il ventennale del debutto in quest’opera. Impossibile scandire con precisione tutte le tappe di una carriera internazionale che, con o senza Daniela Dessì, sua compagna nella vita e nell’arte, ha visto e vedrà Armiliato nei più importanti teatri del mondo. 

Da domani, al Teatro Regio, andrà in scena l’opera che proprio qui venne eseguita per la prima volta nella versione italiana (1855) con il titolo di Giovanna De Guzman: quei Vespri Siciliani che vi fanno ora ritorno con un tenore che - come è noto - non è di quelli che sparano note retrive spacciate per istintive, ma cantano sapendo che la musica, questa musica, non è solo “ugola”, ma anche “intelletto”. E diciamolo! Questa musica è cultura. E Armiliato, da sempre, è un artista che ci fa caso. Infatti non si tira indietro quando c’è da parlare di crisi del teatro d’opera in Italia: «Il sistema delle fondazioni lirico-sinfoniche - dice - ha creato l’illusione di poter generare competitività nel segno della cultura. Ma adesso agonizza. Per garantire gli obiettivi della competitività, servono programmazione e produttività. La qualità, poi, è il perno di ogni discorso sui teatri e la cultura. Se il dare qualità è l’unica tutela che noi artisti abbiamo per il futuro, anche per i teatri e per chi vi lavora è la stessa cosa. L’opera è un vero e  indiscusso primato della cultura italiana. Per non perderlo, bisogna mettere le persone giuste nei posti giusti».
Armiliato - com’è evidente - è una delle rare eccezioni alla trita prassi dell’intervista sull’ “acuto”, benché il ruolo di Arrigo nei Vespri Siciliani si presti a discorrere di sfide e controsfide tutte giocate sul terreno di una scrittura ostica ed emozionante:  «La vocalità per questo ruolo - spiega il tenore - è  verdianamente esasperata. Vi si avvertono influssi della scrittura francese, ma il testo letterario è  poco musicale, oltremodo sillabato. Ho interpretato il ruolo di Arrigo una sola volta nel 1988 e ora è una sfida consapevole tornare a cantarlo. In verità non è mai possibile affrontare questo ruolo seguendo un importante percorso di maturazione perché i Vespri Siciliani si eseguono poco. Il motivo? La necessità di un cast all’altezza di un enorme  impegno artistico».E.F.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

1commento

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

13commenti

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

4commenti

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)