-2°

Spettacoli

L'incanto di Pina Bausch torna con i giovani interpreti

L'incanto di Pina Bausch torna con i giovani interpreti
0

di Valeria Ottolenghi

REGGIO EMILIA - Si è rinnovato così, meravigliosamente, il sentimento del dono: perché tra gli intrecci di commozione all’incontro con «Kontakthof», lo spettacolo di Pina Bausch con ragazze e ragazzi dai quattordici anni, presentato al Teatro Valli di Reggio Emilia nell’ambito del Festival Aperto, si avvertiva intensa, profonda, emozionante - tra quel rumore di passi, le sedie che ridisegnavano lo spazio insieme ai corpi, le singole azioni tra le vaste coralità - la definitiva traccia, preziosissima e amata, che la Bausch ha regalato alla danza, al teatro, all’arte.
L'alternanza emotiva, i ritmi tra musiche e silenzi, la difficoltà del vivere tra piccole quotidianità e onde d’angoscia, le distanze che mutano tra solitudini, attrazioni di coppia e azioni di gruppo, il variare fluido di stilizzazioni e ripetizioni, il gusto delle citazioni in dimensioni oniriche, e gli innumerevoli altri i segni rintracciabili - nelle posture dei corpi, le espressioni dei volti, sensualità continuamente negate / svelate - sono confluiti così naturalmente in tante poetiche, in una tale miriade di spettacoli, da ricordare, anche seguendo questa ulteriore versione di «Kontakthof», coreografia che il Tanztheater Wuppertal non ha mai abbandonato, come la Bausch abbia in qualche modo risposto ad un bisogno espressivo del tempo, la sua ricerca assorbita come necessità e naturale nutrimento d’innumerevoli artisti.
Il «luogo dei contatti» è un vasto salone spoglio, un’austera sala da ballo, in un altro tempo, giovani in completo e cravatta, ragazze con abiti di seta e raso: lo spettacolo ha oltre trent'anni, presentato dalla compagnia anche alla Scala di Milano, successive le versioni per interpreti over-65 e, quindi, per adolescenti, per Aperto nel suo più recente riallestimento. Si entra quindi in un’altra dimensione, di non professionismo, ma, nella rinuncia del movimento, del gesto assoluto, limpido e perfetto, giungono altri sensi, valori espressivi, con quegli adolescenti - direzione e supervisione di Bénédicte Billiet e Josephine Ann Endicott - che arrivano a condensare, in quel tempo sospeso, conflittuale, di stati d’animo confusi, l’universalità dell’incertezza del vivere, in abiti d’altri anni, tra musiche a tratti ironiche, ma soprattutto colme di struggimenti e nostalgie. Un incanto. Volti neutri e improvvise risate, gesti replicati dell’aggiustarsi gli abiti, dispetti e pensieri d’attenzione (morire/ essere salvata), un cavallino come gioco d’infanzia (la monete chiesta agli spettatori), forme di tenerezza e aggressività, timori e voglia di piacere, astrazioni e apparizioni (deliziosa la coppia di fanciulle di rosa vestite), mangiare una mela e muoversi come gruppi contrapposti maschi/ femmine... Bella la scena dei giovani interpreti che, seduti vicini, raccontano al pubblico - e di una commozione indimenticabile lo smarrimento della ragazza toccata nel corpo dal gruppo di maschi... Applausi e applausi per la giovane compagnia, per Pina Bausch.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto