-5°

Spettacoli

Teatro Due apre al «Buio»

Teatro Due apre al «Buio»
0

«Buio», un progetto di Carmelo Rifici e Alessio Maria Romano, prodotto da Fondazione Teatro Due in collaborazione con Associazione Proxima Res, debutterà in prima nazionale assoluta mercoledì alle 21 (repliche fino al 7 novembre) dando così il via all’intenso calendario della stagione 2010-11 di Fondazione Teatro Due rappresentando anche il primo appuntamento del neonato «Incontemporanea Parma Festival». Interpretato da Ilenia Caleo, Alessia Giangiuliani, Tindaro Granata, Mariangela Granelli, Emiliano Masala, Francesca Porrini, Alessio Maria Romano e Raffaella Tagliabue, «Buio» è il risultato di due anni di lavoro in cui la compagnia ha indagato storie «piccole» degli individui, immerse nella «grande» Storia malata del nostro Paese in relazione all’affascinante rapporto fra la veglia e il sonno. Carmelo Rifici ha creato potenti istantanee dell’oggi, articolando «Buio» in zone «diurne», che raccontano le storie concrete dei protagonisti con dialoghi secchi e quotidiani scritti dall’autrice Sonia Antinori, e in «notturni» momenti di tempo sospeso in cui i personaggi si incontrano come isole di sogno seguendo una drammaturgia fisica creata dal coreografo Alessio Maria Romano; momenti contrapposti, da un lato un urlo di liberazione, dall’altro la brutale realtà dalla quale non si può fuggire, se non nel breve attimo del sogno. In tre appartamenti di un grande agglomerato urbano del nord Italia vivono, o forse sopravvivono, due giovani coppie in crisi - alla ricerca d’un lavoro e di un’identità - e tre stranieri scampati alla guerra e naufragati nel nostro paese; le loro storie si intrecciano, connesse da coincidenze, incontri e sovrapposizioni che vanno a innervare un affresco della realtà dei nostri ultimi anni. Il buio, inteso metaforicamente come l’incapacità (o l’impossibilità) di guarire, lasciarsi curare, riuscire a curare, è il fil rouge che attraversa queste vite, prevedendo come sola possibilità di guarigione il recupero dell’ascolto, della conoscenza e della condivisione. Secondo Rifici «'Buio' è uno spettacolo semplice, perché non ha altro obiettivo che quello di raccontare una storia. Mentre la realtà scorre tragica negli sbarchi degli albanesi, la morte di Ilaria Alpi, la guerra a Sarajevo, la fine della dittatura in Romania, i sogni si frantumano in gesti e suoni che tentano disperatamente di recuperare una felicità perduta, di superare una paura, di dimenticare la malattia del giorno. È il racconto di un’Italia che deve affrontare la propria malattia e riuscire a sopravvivere ad essa». «All’interno di un mondo iper-realistico in cui i personaggi parlano e vivono la loro vita - afferma Alessio Maria Romano - accadono piccole cose quasi invisibili che raccontano 'altro'. Questo 'altro' prende vita in un ipotetico mondo notturno in cui il corpo quasi dimenticato e trascinato nella vita quotidiana diventa 'nervo' ed indispensabile 'urlo'. Abbiamo i personaggi con la loro vita e i loro grandi temi. Abbiamo i nostri corpi con i loro limiti e le loro enormi potenzialità. Dobbiamo decidere cosa sognare, sapendo che forse non lo sapremo mai. Potremmo mai riuscire a vivere noi come attori ed il pubblico come spettatori l’imprevedibilità e la precarietà che lo stare in una situazione di buio implica?». Gli attori della compagnia saranno protagonisti di un incontro con il pubblico giovedì alle 18 al Tpalazzo. Informazioni e Biglietteria: 0521 230242 - biglietteria@teatrodue.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

1commento

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

primarie pd

Dall'Olio-Scarpa: c'è l'accordo

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

1commento

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Tg Parma

Alfieri: "Parma deve tornare ad essere la nostra casa"

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

Parma Calcio

Coric, risoluzione consensuale del contratto

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto