Spettacoli

C'è sempre una prima volta: i Nomadi sulla strada delle cover

C'è sempre una prima volta: i Nomadi sulla strada delle cover
Ricevi gratis le news
2

L'amicizia come guida, la musica d’autore come bussola nel nuovo viaggio dei Nomadi, undici tappe lungo i sentieri della canzone d’autore, da Guccini a Venditti, da Bennato a Zucchero: è «Raccontiraccolti», l’album con cui lo storico gruppo, alla soglia dei cinquant'anni di carriera, si cimenta per la prima volta con brani di altri.
Non che mancasse l’ispirazione per un lavoro inedito, anzi, «abbiamo canzoni pronte per i prossimi album - racconta il decano Beppe Carletti - ma stavolta volevamo un confronto con altri artisti». Così i Nomadi prima hanno individuato quei colleghi con cui esisteva un’amicizia, un contatto, un feeling. Poi hanno scelto canzoni non ancora - o quasi - reinterpretate da altri artisti. Come singolo hanno voluto «Hey man» di Zucchero, «uno dei cavalli di battaglia di Adelmo», come spiega Carletti, che ricorda: «Veniva a casa mia decenni fa e mi chiedeva di aiutarlo a sostenere dei provini. Noi abbiamo accettato molto volentieri di cantare con sua figlia Irene al Festival di Sanremo, è stato il coronamento di una lunga amicizia». Favore ricambiato da Zucchero, che non solo ha concesso loro questo brano, ma ha anche prestato la sua voce.
In scaletta anche un omaggio a Ivan Graziani («Monna Lisa»), un confronto con Bennato («L'isola che non c'è»), un tributo a De Gregori («La leva calcistica della classe '68») e uno strano medley tra «Redemption Song» di Bob Marley e «Piero e Cinzia» di Antonello Venditti: «Un grande cantautore abbinato ad un grande del reggae», dice Carletti. Ma ci sono anche «Prima del temporale» di Enrico Ruggeri e «Stranamore» di Roberto Vecchioni, che nel 2006 li accompagnò a Sanremo cantando «Dove si va». Curioso poi il rapporto con Ligabue, di cui i Nomadi interpretano «Il giorno di dolore che uno ha», e che praticamente considerano un vicino di casa «perchè siamo nati e cresciuti a 12 chilometri di distanza». Tra tanti omaggi, anche uno a se stessi, con «Due re senza corona»: «E' una nostra canzone che viene eseguita solamente durante i concerti e poi diffusa tramite Internet. Noi Nomadi abbiamo cuore e cervello di cantautori e quindi - dice ancora Carletti - ci siamo resi omaggio senza presunzione ma anche senza false modestie». Conoscendo lo storico rapporto del gruppo con Francesco Guccini, infine, sembrerebbe curiosa la scelta di un brano come «Autogrill», ma, spiega la band:  «noi siamo sempre in tour, praticamente viviamo in autogrill, siamo Nomadi di nome e di fatto». E come tali, il 13 novembre, ripartiranno da Ascoli Piceno per l’ennesimo tour, le cui date sono pubblicate sul loro sito ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • moni

    27 Ottobre @ 12.24

    sono gli altri a essere onorati che li ricordiate in un vostro cd!!!aspettiamo con ansia il cinquantesimo! SEMPRE NOMADI!!!!!!

    Rispondi

  • maria

    26 Ottobre @ 17.11

    ma dai.... confrontarvi con chi... voi nomadi siete UNICI

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS