-1°

14°

Spettacoli

C'è sempre una prima volta: i Nomadi sulla strada delle cover

C'è sempre una prima volta: i Nomadi sulla strada delle cover
2

L'amicizia come guida, la musica d’autore come bussola nel nuovo viaggio dei Nomadi, undici tappe lungo i sentieri della canzone d’autore, da Guccini a Venditti, da Bennato a Zucchero: è «Raccontiraccolti», l’album con cui lo storico gruppo, alla soglia dei cinquant'anni di carriera, si cimenta per la prima volta con brani di altri.
Non che mancasse l’ispirazione per un lavoro inedito, anzi, «abbiamo canzoni pronte per i prossimi album - racconta il decano Beppe Carletti - ma stavolta volevamo un confronto con altri artisti». Così i Nomadi prima hanno individuato quei colleghi con cui esisteva un’amicizia, un contatto, un feeling. Poi hanno scelto canzoni non ancora - o quasi - reinterpretate da altri artisti. Come singolo hanno voluto «Hey man» di Zucchero, «uno dei cavalli di battaglia di Adelmo», come spiega Carletti, che ricorda: «Veniva a casa mia decenni fa e mi chiedeva di aiutarlo a sostenere dei provini. Noi abbiamo accettato molto volentieri di cantare con sua figlia Irene al Festival di Sanremo, è stato il coronamento di una lunga amicizia». Favore ricambiato da Zucchero, che non solo ha concesso loro questo brano, ma ha anche prestato la sua voce.
In scaletta anche un omaggio a Ivan Graziani («Monna Lisa»), un confronto con Bennato («L'isola che non c'è»), un tributo a De Gregori («La leva calcistica della classe '68») e uno strano medley tra «Redemption Song» di Bob Marley e «Piero e Cinzia» di Antonello Venditti: «Un grande cantautore abbinato ad un grande del reggae», dice Carletti. Ma ci sono anche «Prima del temporale» di Enrico Ruggeri e «Stranamore» di Roberto Vecchioni, che nel 2006 li accompagnò a Sanremo cantando «Dove si va». Curioso poi il rapporto con Ligabue, di cui i Nomadi interpretano «Il giorno di dolore che uno ha», e che praticamente considerano un vicino di casa «perchè siamo nati e cresciuti a 12 chilometri di distanza». Tra tanti omaggi, anche uno a se stessi, con «Due re senza corona»: «E' una nostra canzone che viene eseguita solamente durante i concerti e poi diffusa tramite Internet. Noi Nomadi abbiamo cuore e cervello di cantautori e quindi - dice ancora Carletti - ci siamo resi omaggio senza presunzione ma anche senza false modestie». Conoscendo lo storico rapporto del gruppo con Francesco Guccini, infine, sembrerebbe curiosa la scelta di un brano come «Autogrill», ma, spiega la band:  «noi siamo sempre in tour, praticamente viviamo in autogrill, siamo Nomadi di nome e di fatto». E come tali, il 13 novembre, ripartiranno da Ascoli Piceno per l’ennesimo tour, le cui date sono pubblicate sul loro sito ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • moni

    27 Ottobre @ 12.24

    sono gli altri a essere onorati che li ricordiate in un vostro cd!!!aspettiamo con ansia il cinquantesimo! SEMPRE NOMADI!!!!!!

    Rispondi

  • maria

    26 Ottobre @ 17.11

    ma dai.... confrontarvi con chi... voi nomadi siete UNICI

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

in mattinata

Scippa l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

Degrado

«Strada del Traglione? Uno schifo»

2commenti

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

Scabbia

L'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

1commento

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

PONTETARO

Nuovo blitz alla Valtaro Formaggi, ma il colpo fallisce

1commento

Protesta

Strade pericolose e degrado: Gaione alza la voce

3commenti

CHIRURGO

Lasagni, in oltre 20 anni mai un'assenza dal lavoro

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

brescello

Ristoratore respinge due rapinatori armati di scacciacani

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia