-4°

Spettacoli

Al Regio un concerto irripetibile in onore del «maratoneta in carrozzina»

Al Regio un concerto irripetibile in onore del «maratoneta in carrozzina»
0

Elena Formica
Va, pensiero, sull'ali dorate. Va ti posa sul sogno di Francesco Canali, sulla maratona di un uomo che non può camminare, ma corre per la vita. Verdi e non solo Verdi: Mozart, Puccini, Bellini, Giordano e le più belle voci di Parma lunedì prossimo al Teatro Regio (ore 20.15) per Francesco e per il suo grande sogno. Perché Francesco - una vita nello sport, oggi la croce della sclerosi laterale amiotrofica (Sla) - rappresenta tutti i malati di Sla e correrà per loro, spinto in carrozzina da quattro amici. Il comitato «Vinci la Sla... di corsa in Florida» destinerà l’incasso della serata, così come tutti i fondi raccolti finora (più di cinquantamila euro) al finanziamento di progetti di ricerca contro questa tremenda malattia e all’acquisto di utili supporti sanitari per le persone che ne sono affette.
I più importanti cantanti lirici di Parma doneranno la loro voce per un concerto unico - irripetibile - nel nostro Regio. Franco Federici, Romano Franceschetto, Enrico Giuseppe Iori, Michele Pertusi, Luca Salsi e Marco Spotti canteranno arie e duetti dal grande repertorio operistico. Al loro fianco i soprani Lucetta Bizzi, Paola Sanguinetti, Alice Quintavalla e il mezzosoprano Stefania Maiardi con Corale Verdi, Coro dell’Opera di Parma, Coro Renata Tebaldi e Corale Lirica Valtaro. Si esibiranno anche Michelangelo Mazza, primo violino di spalla dell’Orchestra del Regio, quindi il Quartetto d’archi «Arrigo Boito». Al pianoforte Roberto Barrali. Condurranno la serata Mauro Biondini e Francesca Strozzi. Francesco Monaco, capo della redazione spettacoli della Gazzetta di Parma, intervisterà Francesco Canali e i quattro «spingitori».
 «L’invito a questo concerto - dice il basso Franco Federici - mi è giunto dalla Parma più autentica e sincera, la Parma della solidarietà. Io, che sono parmigiano e della mia città conosco l’anima più vera, sono felice e orgoglioso di partecipare, perché è in questa passione per la musica e nella spinta all’altruismo che identifico la mia città e le mie radici». «E’ bello poter pensare - conferma il baritono Romano Franceschetto - che il dono del canto che ho ricevuto possa aiutare a sensibilizzare le persone alla solidarietà: un’attenzione verso le necessità di chi ci sta vicino che dovrebbe diventare parte della quotidianità di ciascuno di noi».
Il basso Enrico Giuseppe Iori aggiunge: « Mi sento un privilegiato perché ho la fortuna di fare un mestiere speciale. E’ quindi il minimo dare la mia adesione a iniziative di questo genere: la solidarietà è una qualità, è un pensiero e un gesto di generosità che va oltre noi stessi per arrivare a chi ne ha bisogno senza necessariamente conoscere una ad una le persone che aiutiamo. E’ un dovere per ogni società che si rispetti».
«La solidarietà - spiega il basso Michele Pertusi - è condividere con chi ha bisogno una parte di noi stessi. Nel nostro caso mettiamo a disposizione uno straordinario dono, che è quello di poter usare la nostra voce e la nostra sensibilità per raccontare delle storie o elevare dei sentimenti. Ma tutto questo è nulla in confronto a quelle persone che dedicano la loro vita agli altri, persone illuminate. Per quel poco che possiamo fare, è sempre gratificante e appagante donare un poco di noi stessi, ma viene il dubbio che quanto si fa non sia mai abbastanza».
Sulla stessa lunghezza d’onda il baritono Luca Salsi: «Come artista - dichiara - è un dovere mettere al primo posto, tra gli impegni, quello per la solidarietà. La musica e il canto sono espressioni d’amore, nascono dal cuore e arrivano al cuore. Noi siamo gente fortunata, abbiamo ricevuto il dono della voce e cantare è il nostro modo più diretto per dare un contributo al volontariato, per aiutare chi soffre, per essere solidali con chi è debole o in difficoltà. E’ anche un modo per dire grazie di tutto quanto ci è stato donato».
«Esprimo la mia gioia - conclude il basso Marco Spotti - nel partecipare a un concerto il cui fine è così nobile e importante. La musica e il canto in particolare arrivano all’animo di tutti. Questa serata vedrà insieme tanti colleghi amici e una grande partecipazione di pubblico per una giusta festa a favore della ricerca contro la Sla».
A malincuore, invece, non potrà partecipare al concerto il basso Roberto Tagliavini. Si sapeva che il calendario di una produzione di Sonnambula in Svizzera avrebbe reso incerto il suo arrivo, tuttavia il giovane talento parmigiano ha sperato fino all’ultimo di esserci. Date e orari, purtroppo, lo bloccano a Sankt Gallen. Ma la solidarietà non scade. E Roberto - promesso - canterà presto per lei.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il caso

Il Tar dà ragione a Medesano: sì alla farmacia a Ramiola

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta