-1°

Spettacoli

Film recensioni - We want sex

Film recensioni - We want sex
0

di Filiberto Molossi

C'è chi pensa che saranno le donne a salvare il mondo: non mi stupirei accadesse davvero. Di certo sono loro che lo hanno cambiato. In meglio. Donne che inseguono diritti e non privilegi, che aprono nuove strade, che non alzano le spalle, anche quando tutti lo fanno intorno a loro. E si battono perché trionfi la giustizia. O almeno, che non è poco, il buon senso.  Donne che alzano la voce (e non la gonna) come le struccate e impagabili protagoniste di «We want sex»,  spumeggiante e orgoglioso manifesto proto femminista di Nigel Cole che, recuperata in qualche dimenticata soffitta della memoria comune un'emblematica storia vera, tende la mano all’altra metà della classe operaia in un film ben scritto e interpretato ancora meglio dove la guerra dei sessi - archetipo del cinema classico - si trasferisce in fabbrica. 
L’anno è il '68 dei grandi cambiamenti, l’industria la Ford di Dagenham, Inghilterra: ci lavorano 55 mila uomini e appena 187 donne. Queste ultime sono addette alla cucitura dei sedili delle auto: ma nel loro stabile piove dentro, guadagnano molto meno dei colleghi che portano i pantaloni e sono state appena declassate. Le operaie però non ci stanno: e, guidate da Rita (working class heroin interpretata da un’ottima Sally Hawkins), dichiarano sciopero per vedere i loro salari equiparati a quelli degli uomini. Sembra un fuoco di paglia: è l'inizio di una rivoluzione. 
Ricostruiti con gusto i proletari '60 made in England, tra hot pants, pettinature cotonate, case popolari e frigo pagati a rate, il regista de «L'erba di Grace» colora l'altro ieri con tinte pastello per poi girare  con piglio alla Loach (ma stile meno ruvido rispetto a quello dell'autore di «Piovono pietre») un film ispirato e molto british dove mescola la passione civile alla commedia sociale, l'affondo politico allo spaccato di costume, l'impegno alle schermaglie matrimoniali. Sottratto alla realtà un coraggioso manipolo di protagoniste dei propri tempi, «We want sex» (per una volta il titolo «italiano» suona meglio dell'originale, «Made in Dagenham», a dire il vero un po' moscio), presentato con successo fuori concorso all'ultimo Festival di Roma, denuncia l'imbroglio maschilista di padroni e sindacati, esaltandosi nel gioco di squadra di donne anche molto diverse tra loro (il confronto tra Rita e la deputata Barbara Castle, come anche quello tra l'operaia e la moglie, decorativa, del suo datore di lavoro) per cucire insieme una pellicola combattiva ma non priva di ironia che alza il vessillo dell’emancipazione. Là dove la battaglia per la parità continua fatalmente anche fuori dalla sala.
Giudizio: 3/5
 
SCHEDA
REGIA:  NIGEL COLE 
SCENEGGIATURA:  WILLIAM IVORY
FOTOGRAFIA: JOHN DE BORMAN
INTERPRETI:  SALLY HAWKINS, BOB HOSKINS, MIRANDA RICHARDSON, ROSAMUND PIKE, DANIEL MAYS
GENERE:  COMMEDIA
Gran Bretagna 2010, colore, 1 h e 53’
DOVE: ASTRA
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

4commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria