18°

31°

Spettacoli

Film recensioni - We want sex

Film recensioni - We want sex
Ricevi gratis le news
0

di Filiberto Molossi

C'è chi pensa che saranno le donne a salvare il mondo: non mi stupirei accadesse davvero. Di certo sono loro che lo hanno cambiato. In meglio. Donne che inseguono diritti e non privilegi, che aprono nuove strade, che non alzano le spalle, anche quando tutti lo fanno intorno a loro. E si battono perché trionfi la giustizia. O almeno, che non è poco, il buon senso.  Donne che alzano la voce (e non la gonna) come le struccate e impagabili protagoniste di «We want sex»,  spumeggiante e orgoglioso manifesto proto femminista di Nigel Cole che, recuperata in qualche dimenticata soffitta della memoria comune un'emblematica storia vera, tende la mano all’altra metà della classe operaia in un film ben scritto e interpretato ancora meglio dove la guerra dei sessi - archetipo del cinema classico - si trasferisce in fabbrica. 
L’anno è il '68 dei grandi cambiamenti, l’industria la Ford di Dagenham, Inghilterra: ci lavorano 55 mila uomini e appena 187 donne. Queste ultime sono addette alla cucitura dei sedili delle auto: ma nel loro stabile piove dentro, guadagnano molto meno dei colleghi che portano i pantaloni e sono state appena declassate. Le operaie però non ci stanno: e, guidate da Rita (working class heroin interpretata da un’ottima Sally Hawkins), dichiarano sciopero per vedere i loro salari equiparati a quelli degli uomini. Sembra un fuoco di paglia: è l'inizio di una rivoluzione. 
Ricostruiti con gusto i proletari '60 made in England, tra hot pants, pettinature cotonate, case popolari e frigo pagati a rate, il regista de «L'erba di Grace» colora l'altro ieri con tinte pastello per poi girare  con piglio alla Loach (ma stile meno ruvido rispetto a quello dell'autore di «Piovono pietre») un film ispirato e molto british dove mescola la passione civile alla commedia sociale, l'affondo politico allo spaccato di costume, l'impegno alle schermaglie matrimoniali. Sottratto alla realtà un coraggioso manipolo di protagoniste dei propri tempi, «We want sex» (per una volta il titolo «italiano» suona meglio dell'originale, «Made in Dagenham», a dire il vero un po' moscio), presentato con successo fuori concorso all'ultimo Festival di Roma, denuncia l'imbroglio maschilista di padroni e sindacati, esaltandosi nel gioco di squadra di donne anche molto diverse tra loro (il confronto tra Rita e la deputata Barbara Castle, come anche quello tra l'operaia e la moglie, decorativa, del suo datore di lavoro) per cucire insieme una pellicola combattiva ma non priva di ironia che alza il vessillo dell’emancipazione. Là dove la battaglia per la parità continua fatalmente anche fuori dalla sala.
Giudizio: 3/5
 
SCHEDA
REGIA:  NIGEL COLE 
SCENEGGIATURA:  WILLIAM IVORY
FOTOGRAFIA: JOHN DE BORMAN
INTERPRETI:  SALLY HAWKINS, BOB HOSKINS, MIRANDA RICHARDSON, ROSAMUND PIKE, DANIEL MAYS
GENERE:  COMMEDIA
Gran Bretagna 2010, colore, 1 h e 53’
DOVE: ASTRA
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Daria Bignardi lascia la Rai

tv

Daria Bignardi lascia la Rai

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

tribunale

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Fred nella casa, un silenzioso dolore

L'omicidio

Fred nella casa, un silenzioso dolore

LA PERIZIA

Il massacro di Gabriela e Kelly, Turco e il figlio sani di mente

Ateneo

Università, la corsa alle iscrizioni

MONCHIO

«Montagna creativa», una start up per il territorio

Prevenzione

«Intervenire sul Baganza»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Salsomaggiore

Migranti o miss, questo è il dilemma

PARMA

Insigne jr: «Lorenzo è il mio modello»

Comune

Presto al Duc la «Fontana delle religioni»

busseto

Operaio 46enne ustionato con la soda caustica Video

serie b

Parma, c'è passione: chiusa la prima fase degli abbonamenti a quota 4.700

E domani la seconda amichevole contro la Settaurense (ore 17)

anteprima gazzetta

Iscrizione all'Università, posti esauriti in pochi minuti. E' polemica

incidente

Tamponamento a catena a Baccanelli: lunga coda in via Spezia

mercato

Parma, arriva Di Gaudio dal Carpi. Verso la chiusura per Pinto e Carniato Video

Adiconsum Parma-Piacenza

Consigli utili per non sprecare acqua

via san leonardo

Sopralluogo nell'appartamento in cui sono state uccise Patience e Maddy Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

6commenti

ITALIA/MONDO

VIDEOTESTIMONIANZA

71enne di Cremona uccisa in Kenya, arrestato il giardiniere

maltempo

La spiaggia di San Benedetto imbiancata dalla grandine Foto Video

SPORT

legino

Da Savona: "Cassano vieni qui, ti paghiamo in farinata"

scherma

Stupendo oro per l'Italia nella sciabola donne ai mondiali

SOCIETA'

francia

Le fiamme devastano il golfo di Saint-Tropez

disavventura

Veltroni morso da un cane alla Festa dell' Unità di Brescia

MOTORI

TECNOLOGIA

Bosch e Daimler, il parcheggio è autonomo Gallery

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video