Spettacoli

Lirica e non solo: la stagione del Regio

Lirica e non solo: la stagione del Regio
0

Comunicato stampa

Stagione Lirica

A segnare un’ideale prosecuzione del Festival Verdi, conclusosi nel segno di uno straordinario successo di pubblico, La forza del destino (28, 30 gennaio, 2, 5, 8 febbraio) inaugura la Stagione Lirica 2011 del Teatro Regio di Parma continuando così il progetto di rappresentare e riprendere in alta definizione, a Parma e nelle terre di Verdi, tutte le opere del maestro di Busseto in vista delle celebrazioni del bicentenario.
Affidata alla direzione di un maestro di prestigio internazionale, Gianluigi Gelmetti, per la prima volta sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio di Parma, l’opera potrà contare sul nuovo allestimento di forte impatto visivo immaginato dal regista Stefano Poda. Daniela Dessì, Vladimir Stoyanov, Francesco Hong, Aquiles Machado, Roberto Scandiuzzi e Veronica Simeoni sono gli interpreti principali del melodramma che segnò nella carriera del maestro di Busseto una clamorosa affermazione internazionale.

Capolavoro del teatro musicale del Novecento è il secondo titolo della stagione, Nos (Il naso) di Dmitrij Šostakovič (23, 24, 25, 26, 27  febbraio) ispirato al celebre racconto di Nikolaj Gogol’, presentato dalla compagnia del Teatro da Camera di Mosca. Affollata di personaggi e ricca di colpi di scena, l’opera rivive in tutta la sua travolgente comicità nello storico spettacolo di Boris Pokrovskij entrato nella  leggenda del teatro moderno.

A pochi mesi dal sensazionale debutto al Festival Verdi, torna a Parma Andrea Battistoni sul podio de Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini (15, 17, 20, 23, 26 aprile). Al suo primo incontro con il capolavoro rossiniano, il giovanissimo maestro guiderà un cast di sicuro talento, con Ketevan Kemoklidze, Luca Salsi, Vittorio Prato, Dmitry Korkchak, Giovanni Furlanetto, in scena nell’effervescente allestimento curato da Stefano Vizioli.

A interpretare le partiture di Verdi e Rossini saranno l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio di Parma, maestro del coro Martino Faggiani.

La Stagione Lirica 2011 del Teatro Regio di Parma è realizzata anche grazie al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il sostegno di Iren, Cariparma Crédit Agricole, Melegari Home, AD, Parmaincoming, Club delle Imprese per il Teatro Regio (Chiesi farmaceutici, Gruppo Cedacri, Morris, Nestlé, Parmacotto).

Stagione Concertistica

Yuri Temirkanov, Andrea Battistoni, Anna Kravtchenko, Alexander Lonquich, Danil Trifonov, Emanuel Ax, Grigori Sokolov, Salvatore Accardo, Schlomo Mintz sono tra i prestigiosi protagonisti della Stagione Concertistica 2011 del Teatro Regio di Parma che fin dall’appuntamento inaugurale promuove un progetto dedicato a Franz Liszt.

Pianista, compositore, direttore d’orchestra, geniale musicista cosmopolita, Franz Lizst è una delle più poliedriche figure del romanticismo europeo che il Teatro Regio di Parma, in occasione dell’importante anniversario del bicentenario della nascita, celebra con lo speciale progetto Liszt Bicentenario.

Sarà la bacchetta del giovanissimo Andrea Battistoni a guidare l’Orchestra del Teatro Regio di Parma in due appuntamenti (7 gennaio e 21 aprile) a cui si uniranno due giovani talenti della tastiera, Anna Kravtchenko e Danil Trifonov, per l’esecuzione dei due concerti per pianoforte e orchestra e di una scelta dei più visionari poemi sinfonici del compositore ungherese. Ad un viaggio nella musica di Franz Liszt  si cimentano anche I Solisti del Teatro Regio di Parma (29 gennaio) in un originale itinerario cameristico e il pianista Alexander Lonquich (1 febbraio) che affronterà i più intensi capolavori concepiti per la tastiera dal maestro ungherese.

Consacrato a due maestri della musica russa, Modest Musorgskij e Sergei Rachmaninov è il concerto che avrà protagonista il grande Yuri Temirkanov (15 febbraio),direttore musicale del Teatro Regio che torna a Parma con il pianista Nicolaj Lugansky in un programma di travolgente vitalità.

Due grandi compositori romantici sono al centro degli attesi recital della Stagione, con il formidabile Grigory Sokolov (7 febbraio) che torna a Parma per affrontare intense pagine di Schumann e con il talento di Emanuel Ax (27 marzo) a percorrere musiche schubertiane.

A ricordare il genio di Paganini è il programma del concerto di Salvatore Accardo (16 marzo) in concomitanza dell’inaugurazione del XIII Festival della Chitarra Niccolò Paganini, in un appuntamento che vedrà talenti affermati affiancarsi al grande solista. 

Alla direzione di un giovane maestro italiano, Giovanni Landini, è affidato un evento sinfonico di riguardo, con i Berliner Symphoniker  (10 febbraio) che nel loro debutto a Parma consacrano l’intero programma a Beethoven. Il concerto è realizzato anche grazie al contributo di Nestlé.

Beethoveniano anche il finale di stagione con il carismatico violino di Schlomo Mintz che a Parma (3 aprile) sarà accompagnato al pianoforte dal talentuoso Petr Jirikovsky in un recital dedicato alle più celebri sonate del genio della musica.

La Stagione Concertistica 2011 del Teatro Regio di Parma è realizzata in collaborazione con Società dei Concerti Solares Fondazione delle Arti con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Club delle Imprese per il Teatro Regio (Chiesi farmaceutici, Gruppo Cedacri, Morris, Nestlé, Parmacotto). Main sponsor Cariparma Crédit Agricole.

ParmaDanza

Compagnie di assoluto prestigio, grandi maestri della coreografia classica e contemporanea, artisti ospiti di fama internazionale: quattro titoli e otto rappresentazioni, nell’arco di un mese di festival, ParmaDanza 2011 si conferma un appuntamento attesissimo per gli spettatori del Teatro Regio. Il festival di quest’anno si arricchisce poi di un evento davvero eccezionale: dal Teatro Regio di Parma, a partire dall’11 maggio, prenderà avvio la tournée del decennale di Notre Dame de Paris, l’opera moderna immaginata da Riccardo Cocciante e Luc Plamondon, con le coreografie di Martino Müller che, in questo decennio, è stata applaudita da oltre due milioni di spettatori.

Il cartellone si apre il 3 e 4 maggio 2011 con uno degli ensemble di maggior prestigio del panorama europeo: la Compañía Nacional de Danza, oggi diretta da Hervé Palito. A Parma il programma presentato non mancherà di conquistare il pubblico. I tre brani in cartellone - Gnawa, con i timbri caldi delle musiche mediterranee, O Domina Nostra, dedicato all’immagine della Madonna, White Darkness, riflessione sul tema della droga - i primi due in prima nazionale - sono tutti firmati da Nacho Duato.

Con Fondly Do We Hope… Fervently Do We Pray in prima nazionale, debutta al Teatro Regio il 7 e l’8 maggio 2011 la Bill T. Jones / Arnie Zane Dance Company, considerata una delle realtà più importanti e innovative della danza contemporanea attuale. Anima della compagnia, Bill T. Jones - corografo, danzatore, regista teatrale, scrittore - presenta a Parma la sua ultima creazione: Fondly Do We Hope… Fervently Do We Pray dedicato al bicentenario della nascita di Abramo Lincoln con uno spettacolo di danza dalla forte componente teatrale, accompagnato da una partitura originale, eseguita dal vivo, per violoncello, pianoforte, chitarra e voce. A fare da eco i testi tratti dal Vecchio Testamento, le poesie di Whitman e il secondo discorso di Lincoln.
Con Les Ballets Trockadero de Monte Carlo torna al Teatro Regio il 24 e 25 maggio una delle compagnie più amate dal pubblico. Nati quasi per gioco oltre trent’anni fa, i ballerini professionisti dei Trocks – come sono affettuosamente chiamati dal pubblico - calcheranno le scene in tutù e scarpette da punta parodiando vezzi e manie del balletto classico: Il lago dei cigni, in una irresistibile fantasmagoria dell’atto II; Go for Barocco, parodia di un balletto di Balanchine; Paquita, scintillante reinterpretazione divertissement di Petipa per una coppia di primi ballerini e solisti.

Attesissimo, il 28 e 29 maggio torna al Regio il Corpo di ballo del Teatro alla Scala con uno dei più affascinanti balletti di George Balanchine, Jewels, accompagnato dall’Orchestra del Teatro Regio di Parma, diretta per l’occasione da Paul Connelly. Ad ogni pietra preziosa Balanchine, ispirato dall’arte del disegnatore di gioielli Claude Arpels, abbinò una simbologia musicale e stilistica: Emeralds (Smeraldi), rievoca la Francia e lo stile di balletto del romanticismo; Rubies (Rubini), racconta il brio e la gaiezza del balletto americano del Novecento; Diamonds (Diamanti) con la musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij evoca la grandezza del balletto imperiale russo. Insieme al corpo di ballo scaligero, a Parma si esibiranno per entrambe le recite due fuoriclasse del Balletto Mariinskij di San Pietroburgo: Alina Somova e Leonid Sarafanov.

ParmaDanza 2011 è realizzata anche grazie al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Reggio Parma Festival, in collaborazione con Associazione Teatrale Emilia Romagna, con il sostegno di Club delle Imprese per il Teatro Regio (Chiesi farmaceutici, Gruppo Cedacri, Morris, Nestlé, Parmacotto).
Main Sponsor Cariparma Crédit Agricole

Festival Verdi

Quando la città e la sua terra, i suoi colori e i suoi profumi toccano profondamente le corde del nostro immaginario, in autunno, intorno al 10 ottobre, data di nascita di Giuseppe Verdi, è in questo momento che vive il Festival Verdi. Messa da Requiem, Un ballo in maschera, Falstaff, Aida, concerti, guide all’ascolto, convegni, letture dei capolavori che hanno ispirato i libretti delle opere, mostre, installazioni, trascrizioni e riduzioni delle opere per le più diverse formazioni musicali. Dal 1 al 28 ottobre, giorni vibranti di musica al Teatro Regio di Parma, a Busseto e nei teatri e nei luoghi più suggestivi delle terre di Verdi.

Imparolopera

Le opere che compongono il cartellone della Stagione Lirica, ma ripensate, riviste, rimontate e adattate per il pubblico di domani, a comporre una vera e propria Stagione Lirica per gli allievi delle scuole elementari e medie. Così si presenta Imparolopera, l’iniziativa del Teatro Regio di Parma riconosciuta per il suo alto valore culturale con il conferimento del prestigioso Premio Abbiati dalla critica musicale italiana, che nel corso delle precedenti edizioni ha già coinvolto diecine di migliaia di bambini entusiasti alla scoperta di quella fiaba incantata che ai loro occhi è l’opera lirica.

Come nelle stagioni precedenti, il calendario degli spettacoli per i giovanissimi scorrerà in parallelo al cartellone della Stagione Lirica. Così l’avventuroso intreccio de La forza del destino e l’esplosione di comicità de Il barbiere di Siviglia rivivranno sulla scena anche per i bambini e gli adolescenti.

Le opere saranno proposte secondo un’ormai collaudata formula che impegna i migliori allievi delle classi di canto del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, con la regia ed i testi di Bruno Stori e con il coordinamento musicale di Donatella Saccardi. Nella fusione di recitazione e di canto, gli spettacoli costituiscono una stagione unica nel panorama italiano.

Imparolopera è realizzata dal Teatro Regio di Parma in collaborazione con il Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma.

Il Gioco dell’Opera

Dopo il grandissimo successo di Imparolopera, destinata ai bambini e agli adolescenti delle scuole elementari e medie, il Teatro Regio di Parma si apre alla prima infanzia. Una narrazione, uno spettacolo, un gioco, una fiaba: l’opera va incontro al suo pubblico più giovane, quello dei bambini in età prescolare. Saranno pupazzi, marionette, attori, cantanti e musicisti a far vivere per i più piccini, in un’esperienza unica e coinvolgente, la magia dell’opera, il potere narrativo della musica, la grandezza dei suoi luoghi e il mondo del teatro trasformandoli in spettatori-protagonisti di un’opera in miniatura, in questa occasione, Il Trovatore. L’iniziativa conta anche quest’anno sul generoso ed entusiasta mecenatismo del grande Leo Nucci.

Con il sostegno di un mecenate così speciale, Il Gioco dell’Opera è realizzato dal Teatro Regio di Parma in collaborazione con il Castello dei burattini - Museo Giordano Ferrari, Laboratorio Creativo per Bambini “Zazì”, Comune di Parma - Assessorato alla Cultura.

Il Teatro Regio nel mondo

Quasi due secoli di ininterrotta storia e tradizione, di passione e di qualità consegnano il Teatro Regio di Parma a un ruolo di primo piano in campo internazionale. A sancirne in modo inequivocabile il prestigio affermato nel Festival Verdi e nelle sue Stagioni Liriche e Concertistiche, le produzioni, l’Orchestra, il Coro e le maestranze tecniche del Teatro Regio sono richieste da istituzioni e teatri di tutto il mondo: Città del Messico, Mumbai, Nuova Delhi, Parigi, Bilbao e Hong Kong. Così la recente trionfale doppia trasferta del Teatro Regio di Parma in Germania e Cina nel nome di Giuseppe Verdi, interamente sostenute dai partner internazionali, con Nabucco a Wiesbaden per l’Internationale Maifestspiele (il Festival tedesco più antico dopo quello di Bayreuth), con Rigoletto al Nuovo Teatro Nazionale Cinese di Pechino, straordinario e imponente gioiello di vetro e titanio simbolo di tutte le novità della nuova Cina e con il recentissimo ritorno a Billbao per il Corsaro. Nuovi palcoscenici attendono il Teatro Regio di Parma nel  mondo nel nome di Giuseppe Verdi.

Un castello per la Regina – Renata Tebaldi

Completati i lavori di restauro dei danni causati dal terremoto del dicembre 2008, la quattrocentesca dimora viscontea accoglierà il Museo Renata Tebaldi dal marzo 2011. È la felice conclusione di quanto è stato fatto dal 2005 ad oggi dal Comitato Renata Tebaldi, in collaborazione con il Teatro Regio di Parma e in accordo con le più importanti istituzioni di Parma e del suo territorio. Dapprima con la Mostra itinerante “Renata Tebaldi profonda ed infinita” e successivamente con l’allestimento della Mostra “Un Castello per la Regina” nelle splendide sale del Castello di Torrechiara. Se l’omaggio ad una delle più grandi artiste di canto di tutti i tempi con la mostra itinerante ha raggiunto le più importanti città del mondo, la mostra “Un Castello per la Regina” a Torrechiara ha suscitato l’interesse e l’apprezzamento di migliaia di visitatori che hanno ammirato la ricca raccolta di documenti, abiti da sera, abiti di scena, gioielli, a testimonianza della vita di donna e d’artista della grande Tebaldi. Ora il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, grazie all’intervento della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna, ha avviato il percorso che dovrà rendere stabile e fruibile, con il Museo Tebaldi, l’inestimabile patrimonio che perpetua la memoria di una delle più amate e celebrate figlie di questa nostra terra verdiana.

ContrAppunti - percorsi intorno alla musica

Incontri, pubblicazioni, mostre, appuntamenti tenuti dai massimi esperti di diverse discipline, per offrire a un pubblico sempre più vasto conoscenze, acquisizioni e scoperte: i risultati del lavoro di studiosi e ricercatori, corredati da esempi musicali anche dal vivo, proiezioni di immagini e filmati, esposti con l’intento di rendere l’evento culturale una piacevole esperienza personale.

Con Prima che si alzi il sipario si rinnova anche per questa stagione l’appuntamento con il seguitissimo ciclo di incontri di presentazione delle opere in cartellone. L’introduzione all’opera vedrà la partecipazione di alcuni dei protagonisti e si concluderà con l’esecuzione dal vivo di brani vocali e strumentali proposti dagli allievi del Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma, preparati da Donatella Saccardi.

Per rinnovare le emozioni della prima, le opere rappresentate al Teatro Regio di Parma nel corso del Festival Verdi e della Stagione Lirica precedenti, rivivono, grazie alla collaborazione con l’Istituzione Casa della Musica, sul grande schermo allestito nella Sala dei Concerti della Casa della Musica per l’iniziativa Quella sera al Regio…

I trucchi del mestiere, il laboratorio didattico rivolto agli insegnanti delle scuole elementari, svelerà i segreti che si celano nella produzione di un’opera lirica che coinvolge musica, parola, luci, costumi, scenografia, offrendo nuove chiavi di insegnamento ai docenti.

Giunto alla sua ventisettesima edizione, il concorso Tu conosci Verdi?, ideato e promosso dal Gruppo di Appassionati Verdiani “Club dei 27”, propone agli alunni delle classi quinte elementari di Parma e provincia lo svolgimento individuale di un tema o un disegno sul soggetto “Vita e opere di Giuseppe Verdi”. Le scolaresche potranno avvalersi del contributo dei soci del “Club dei 27” per approfondire la conoscenza dell’opera verdiana e arricchire la propria formazione assistendone alla rappresentazione, e valorizzarla con la partecipazione al concorso.

Con ParmaDanza 2011 torna La danza dietro le quinte, il fortunato ciclo di appuntamenti collaterali al festival a cura di Valentina Bonelli. Pensato per gli allievi delle scuole di danza e per il pubblico dei tanti appassionati, il calendario, che sarà disponibile nel mese di maggio 2011, si compone anche quest’anno di “classi” aperte al pubblico delle compagnie in cartellone e di masterclass dedicate agli allievi di livello avanzato delle scuole di danza, tenute dai maîtres de ballet delle compagnie ospiti.

Anteprima per gli under 30

Avvicinare al teatro d’opera quei giovani che non vivono abitualmente uno dei luoghi di incontro e di crescita più belli della nostra città. Ecco l’obiettivo del progetto Anteprima voluto dal Comune di Parma, che, forte del recente successo delle prove d’opera aperte durante il Festival Verdi, in collaborazione con il Teatro Regio di Parma propone una Stagione Lirica, riservata ai giovani under 30. Un nuovo modo per scoprire e amare la musica in Anteprima.

Club delle Imprese

Nella prospettiva di un nuovo e moderno mecenatismo culturale, il Club delle Imprese per il Teatro Regio di Parma ha l’obiettivo di sostenere l’attività del teatro e i suoi progetti, contribuendo a dare forza e continuità a una grande tradizione e a un importante patrimonio artistico e culturale.

Chiesi farmaceutici, Gruppo Cedacri, Morris, Parmacotto e ora Nestlé sono le aziende che hanno aderito a questo progetto promosso con entusiasmo dall’Unione Parmense degli Industriali.

www.teatroregioparma.org

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika su Rai Due

su Rai Due

L'Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

nostre iniziative

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

22commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Gli errori, la sconfitta e la possibile rivincita

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

1commento

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

storia

Scoperta la mummia della regina Nefertari al Museo di Torino

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

ANIMALI

sos animali

Di chi è questo pappagallo?

sos animali

I due cagnolini Kay e Tata cercano una famiglia