22°

Spettacoli

Take That più uniti che mai. Arriva l'album «Progress»

Take That più uniti che mai. Arriva l'album «Progress»
Ricevi gratis le news
0

di Paride Sannelli

«Sul nostro palco un microfono acceso per lui ci sarà sempre» assicurava Gary Barlow fino all’anno scorso davanti alla fatidica domanda sul possibile ritorno di Robbie Williams nei Take That. E stavolta il fratello-coltello che per dieci anni ha cacciato gli ex-compagni dalla sua vita per godersi fino in fondo l’illusione di «Angel», «She’s the one» o «Rock Dj», quel microfono l’ha afferrato con slancio mettendoci dentro tutta la convinzione di chi, forse, sotto sotto non vedeva l’ora di tornarsene a casa. «Progress» è l’album del colpo di coda, del grande ritorno, presentato ieri sera ai fans italiani davanti alle telecamere della finalissima di «X Factor», in onda su Raidue. Un disco definitivo accolto nella natia Inghilterra con una reazione spropositata: 590 mila copie vendute in una  settimana, 235 mila solo nel primo giorno. Erano tredici anni che non le classifiche di Sua Maestà non registravano exploit del genere. Un clamore confermato pure dalle prevendite del tour, che hanno volatilizzato un milione di biglietti solo nella prima giornata. Trentamila i posti già bruciati per la replica italiana del 12 luglio a San Siro, sintomo evidente di una «febbre» che consente di  auspicare il tutto esaurito con mesi d’anticipo. «Stiamo mettendo in piedi il più grande spettacolo mai visto» spiegava ieri mattina Gary Barlow nei saloni di un grande albergo milanese assediato dai fans come ai tempi d’oro. «Canteremo pezzi dei Take That, ma anche di Robbie Williams, di Gary Barlow e altro ancora. Nessuno rimarrà deluso». D’altronde quello del quintetto di «Back for good» con il pubblico italiano è sempre stato un rapporto privilegiato. «Negli anni Novanta se c’era un posto pazzo dove esibirci, questo era l’Italia» ricorda Gary. «Tant’è vero che nei video di allora inserivamo filmati girati soprattutto nel vostro Paese». Jason Orange conferma: «E poi c’erano le ragazze, straordinarie perché qui da voi rimangono in fiore molto più a lungo che altrove; questioni di genetica, di alimentazione, di usi e di cura per se stessi». Mark Owen è più letterario: «Il fascino di questo vostro Paese sta anche nel linguaggio, musicale come pochi altri perché è quello del melodramma, dell’opera, ma anche quello di Dante che con la sua Commedia ha unito l’Europa molto più di quanto abbiano fatto convenzioni e trattati». L’album «Progress», che il quintetto descrive come «il fratello maggiore e un po’ più saggio del disco di debutto “Take That and party”, l’hanno registrato a Los Angeles, lontani dai clamori. «Un giorno, però, arriva un addetto degli studi che ci dice: ‘Ragazzi, nella sala accanto c’è un altro inglese al lavoro’. Si trattava di Elton John. L’abbiamo invitato ad ascoltare qualche nuova canzone e s’è emozionato». Quella dei Take That è un’avventura da 80 milioni di dischi venduti segnata da hit come «Back for good», «Pray», «Never Forget». «Il pubblico è rimasto dalla nostra parte anche quando eravamo lontani dalla scena perché quella dei Take That è una bella storia, accompagnata da tanta buona musica» spiega Owen. Le registrazioni di «Progress» sono state oggetto di un documentario in bianco e nero dal titolo «Look back, Don’t stare», nei negozi dal 7 dicembre. «In fondo siamo sempre rimasti legati da fili invisibili che col tempo si sono fatti sentire - assicura Robbie Williams -. Vivo a Los Angeles e lì non ho i problemi della fama perché mi conoscono in pochi, ma appena metto piede a Londra tutto il passato mi cade addosso e ho paura. Così per qualche settimana ho pensato di mandare all’aria questa reunion, ma alla fine mi sono reso conto che sarebbe stato un grosso sbaglio». E Barlow, guardandosi alle spalle, commenta: «E' stato sicuramente più difficile ripartire nel 2006 in quattro che oggi in cinque. Allora venivamo infatti da esperienze artistiche non sempre felici e alcuni di noi, come Jason e Howard, s’erano addirittura messi a fare altro». Insomma, come i canottieri del videoclip di «The flood», primo singolo del nuovo album, i ritrovati Take That potranno anche perdere la gara col proprio passato, ma hanno muscoli, polmoni e cuore per andare comunque lontano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La cucina piace bella piccante

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Barchette di carciofi con curry e curcuma

di Silvia Strozzi

Lealtrenotizie

Lite con coltello in via Lazio: e così vien incastrato per furto

carabinieri

Lite con coltello in via Lazio: e così viene incastrato per furto

2commenti

basilicagoiano

Spaccata al bar: videopoker svuotati in un casolare

Calcio

Per il Parma un altro ko

10commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

1commento

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

11commenti

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

41commenti

dopo Parma-Empoli

Lucarelli: "Tante ingenuità, ma puniti oltre misura" Video

1commento

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

6commenti

IL VIDEOCOMMENTO

Grossi: "Castigati da Caputo, inseguito a lungo dal Parma"

3commenti

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

boretto

Si schianta al limite del coma etilico, denunciato. E rischia multa fino a 10mila euro

SPORT

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...