22°

34°

Spettacoli

Ritorno nell'universo cibernetico

Ritorno nell'universo cibernetico
1

di Gianluigi Negri

 

Nel 1982 «Tron» creava un mondo. Ventotto anni dopo «Tron legacy» rimodella quel mondo. Lo ammoderna, lo rende più fashion, più avveniristico (e anche mistico). Ma non sorprende più come allora. Il primo film si immergeva in una dimensione inesplorata fino a quel momento, ipotizzava che i programmi fossero creature senzienti in stretto collegamento con i propri programmatori (ieri chiamati «utenti», oggi «creativi»), percorreva le (auto)strade del cyberspazio senza paura dei «buchi neri».
Quel primo «Tron» utilizzava la computer grafica (agli albori) con ansia sperimentale, ma risolveva i problemi tecnici con l’animazione manuale, con effetti speciali pensati ed eseguiti ancora dall’uomo. Gli effetti speciali di «Tron legacy» sono indubitabilmente – ed inevitabilmente – eseguiti dalle macchine. Le light cycles (le ultramoderne motociclette delle Rete), il club End of the line, gli intercettatori, i caschi, i dischi di memoria e le tute luminose hanno subito i «ritocchi» che ci si aspettava. Il computer li ha riplasmati secondo i canoni di un’altra era, di un altro mondo. Un nuovo cosmo digitale, nel quale non esiste il Sole. Nel quale il sogno impossibile della perfezione ha prodotto una distorsione distopica che ha reso quella galassia di byte una prigione priva di vie d’uscita, capace di spegnere la speranza. Una gabbia dorata nella quale il non scegliere viene considerata la migliore delle scelte possibili.
Sarà l’elemento umano (un rapporto padre-figlio da ricostruire e resettare) a portare la luce negli abissi di una Rete che non si accontenta più del proprio spazio infinito. E tutto mentre l’elemento virtuale si ribella all’idea di essere «definito» dalle menti che operano nel mondo reale, vuole «uscire» e conquistare proprio quell’altro mondo dal quale ha avuto origine. C’è tanta «materia» in «Tron legacy», ma manca quello di cui i programmi e gli umani vanno alla ricerca: l’anima, il cuore, il calore del sentimento. A gestire freddamente una mole impressionante di dati sono Edward Kitsis e Adam Horowitz (facevano parte del team di «Lost»), più programmatori che sceneggiatori: capaci anche di aggiungere mille elementi decorativi, ma impossibilitati a sfuggire al destino di chi ha il compito di rinnovare la facciata di un palazzo già costruito da altri. Il demiurgo di «Tron» rimane Steven Lisberger, regista del primo film. Qui passa il testimone al collega esordiente e pubblicitario Joseph Kosinski. Nel cast ripaga Jeff Bridges (che coraggiosamente nel 1982 accettò la parte del protagonista) con un doppio ruolo. In quello «cattivo» viene ringiovanito di oltre vent’anni, ma pare di plastica. E lo stesso vale per il giovane Garrett Hedlund, faccia da bamboccione e artefice di un capolavoro al contrario: unico uomo (insieme al padre che ormai è più spirito che carne) nel mondo digitale, non genera mai alcun tipo di emozione. Di questo mondo nuovo rimarranno le musiche elettroniche dei Daft Punk. E si ricorderà, non necessariamente con affetto, la debordante gigioneria di Michael Sheen che si atteggia come Ziggy Stardust. La scelta di utilizzare immagini in 3D per la parte virtuale e immagini in 2D per quella reale ribadisce involontariamente l’idea che per far comunicare i due mondi, oggi, c’è ancora bisogno di un’interfaccia. Che siano gli occhiali o lo schermo di un computer, non pare certo una rivoluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vic

    03 Gennaio @ 01.00

    Concordo pienamente con Gianlugi Negri, ho visto a suo tempo l'originale e mi era piaciuto per la sua originalità anche se già allora risentiva di una certa ingenuità. Questa versione mi é sembrata priva di qualsiasi appeal, tranne appunto che per la musica. Non c'é un'emozione, una trovata originale, come recitazione sembra di assistere ad un b-movie: la piattezza di certi personaggi é addirittura imbarazzante. E pensare che ci son andato con la famiglia a causa di una recensione che lo definiva: "assolutamente da non perdere". Va be', almeno mi sono sfogato qui. Buon anno.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La scimmia nuda balla (nell'acqua)

Mondo

La scimmia nuda balla (nell'acqua) Video

fori imperiali

degrado

Sesso (degrado) ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

logo ovs

arresto

Taccheggiatore picchia l'addetto alla sicurezza dell'Ovs per scappare

2commenti

METEO

La Protezione civile E-R: "Allerta temporali per domenica"

Previsti forti precipitazioni su pianura, fascia collinare, e rilievi occidentali

EMERGENZA

Crisi idrica mai così grave dal 1878 (La mappa della siccità)

Il ministro: "Dobbiamo aumentare i bacini" - Leggi

1commento

FURTI

Ladri in azione in un'azienda di via Borsari: rubati 400kg di barre d'acciaio

traffico intenso

Autocisa: coda di 9 km ad Aulla verso il mare

Al Campus

Ladri in azione a Biologia e Fisica

3commenti

L'AGENDA

Il primo sabato d'estate da vivere nel Parmense

DUE FOSCARI

Busseto piange il ristoratore Roberto Morsia

L'INTERVISTA

Cassano: «Parma vorrei riportati in A»

Langhirano

I 5 stelle contro il fuoriuscito: proteste in consiglio

Fidenza

Ballotta, un restyling da 200mila euro

Suore

Due vietnamite diventano Orsoline

Lutto

Colorno piange Cadmo Padovani

Tg Parma

Samboseto, 75enne esce di strada e muore Video

polizia

Minacciato con coltello, sequestrato e rapinato in stazione: in carcere due dei tre aggressori Video

8commenti

mercato

Cassano: "Vorrei riportare il Parma in A" Audio Faggiano: "Fantantonio qui? Non lo escludo" Video

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Maturità, temi lontani dalla realtà della scuola

di Stefano Pileri

ITALIA/MONDO

san polo d'enza

Spacciava droga con WhatsApp: arrestato

Pil

Cgia: cresce il divario Nord-Sud. Nel Meridione, uno su due a rischio povertà

2commenti

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

motori

Moto, Olanda: Zarco in pole, quarto Valentino Rossi

Calcio

Messi, convertita in multa (455 mila euro) la condanna per frode fiscale

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

SERIE SPECIALE

695 Rivale Abarth: lo scorpione sullo yacht...