15°

Spettacoli

Con Judica "dentro" il conflitto

Con Judica "dentro" il conflitto
0

Francesca Benazzi
Ha indossato gli scomodi panni di chi compie una discesa all’inferno, nell’abisso della guerra: L’attore Giampiero Judica, che ha una formazione americana (ha studiato recitazione e regia all’Actors Studio) ed è anche volto noto del cinema e della televisione italiana, è il protagonista assoluto dell’incalzante ed evocativo monologo «Nema Problema» di Laura Forti, che torna in scena a Teatro Due da dopodomani a domenica 6 febbraio. Una grande sfida attoriale, quella di entrare completamente dentro a una vicenda (basata su una storia vera) dolorosa, di morte e crudeltà, durante il conflitto tra serbi e croati del 1992, nella polveriera dell’ex Jugoslavia.
«E' stato come entrare in un tunnel - spiega Judica - Il regista Pietro Bontempo voleva entrarci completamente, nel modo più antiteatrale possibile, cercando la massima autenticità e adesione alla realtà. E’ nato un lavoro che ha l’ambizione di creare nello spettatore una sorta di dubbio: capita che qualcuno alla fine mi chieda com'era veramente là, per la forza del racconto e delle immagini evocate». In realtà, prosegue, «all’inizio ero molto spaventato, poi ho incontrato e conosciuto il ragazzo sulla cui storia l’autrice si è basata per la scrittura del testo e mi sono anche un po' ispirato a lui. Negli Stati Uniti poi avevo già respirato quest’atmosfera interpretando 'La polveriera', con attori serbi e croati. Ho cercato, anche lavorando con l’improvvisazione, di rivivere il più possibile quello che raccontavo, in modo che il pubblico poi lo potesse vivere con me».
 «Nema Problema», prodotto da Fondazione Teatro Due, già lo scorso anno «aveva suscitato reazioni forti - ricorda Judica - soprattutto tra i giovani: erano tutti molto incuriositi e partecipi, tanto che quest’anno sono previste anche repliche per le scuole superiori». Intanto l’attore continua ad alternare il teatro al cinema (dove ha interpretato, tra gli altri, «La doppia ora», «L’uomo perfetto», «Melissa P.»), oltre ad alcune fiction televisive (è stato già protagonista di «Medicina generale» e «Ris - Delitti imperfetti»). Sta infatti girando due nuove serie tv per Raiuno: «Il commissario Nardone», che andrà in onda in febbraio, ambientata nella Milano anni '50 e '60, e «Che dio ci aiuti». Tra i progetti al cinema è invece impegnato con Federica Pontremoli e Indiana Production nella sceneggiatura e produzione della «Storia controversa dell’inarrestabile fortuna del vino Aglianico nel mondo», dal romanzo di Gaetano Cappelli. «Quando fai teatro ti senti più artigiano rispetto a quando fai l’attore per il cinema o la televisione- dice Judica - , è un po'come buttarsi senza rete, è più adrenalinico e stimolante creativamente. Il teatro rimane il regno principe dell’attore, mentre il cinema appartiene più al regista. Però davanti alla macchina da presa puoi lavorare più sulla costruzione del dettaglio - conclude - e cesellare il personaggio con un lavoro quasi da chirurgo».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia