22°

32°

Spettacoli

Dimitra Theodossiou è Leonora: "In lei l'amore e la guerra"

Dimitra Theodossiou è Leonora: "In lei l'amore e la guerra"
Ricevi gratis le news
0

Elena Formica
E sia. Ci hanno informato che l’ha già cantata in concerto. Le arie del soprano, della serie «abito da sera-fiori-applausi». E con ciò? Il risultato non cambia: Dimitra Theodossiou debutterà - sottolineato debutterà - il ruolo di Leonora di Vargas al Teatro Regio di Parma. Sarà un debutto dei suoi, c'è da giurarci. Una sfida e un rito. Perché lei è così: è greca. E di questo vive: «Di un dono della voce - spiega - che dovrebbe rappresentare una sorta di consacrazione per chiunque lo possieda. Gli antichi greci sostenevano che il canto, la poesia, erano donati agli uomini dagli dei. I miei antenati avevano compreso che chi riceve tale dono deve onorarlo con la vita. E’ una missione. E’ qualcosa di santo. Io sono greca: questa è la mia cultura, questa sono io come artista. Il teatro, e soprattutto il teatro d’opera, esiste perché è esistita la tragedia greca». Per la prima volta Dimitra Theodossiou, che tanto Verdi impervio ha affrontato nel corso della carriera, interpreterà Donna Leonora in una produzione operistica della Forza del destino. Tre debutti in poco più di un mese: Luisa Miller con Leo Nucci a Salerno, sul podio Daniel Oren; Beatrice di Tenda a Catania, regia di Henning Brockhaus; La forza del destino a Parma, direttore Gianluigi Gelmetti, in cartellone al Regio da venerdì. «Io preoccupata del surmenage? No - risponde il soprano - o forse sì, ma solo per un attimo, perché amo la sfida, sono nata per la sfida. La verità è che riuscire a superare una sfida significa spostare in avanti i miei limiti, scoprire nuovi orizzonti, crescere in emozioni e conoscenza. Significa studiare ancora, studiare sempre». Dimitra ricorda con commozione le prime opere viste col padre, in Grecia. Era una bambina e senza capire una parola d’italiano (Verdi furoreggiava all’Opera di Atene) veniva rapita dalla musica, sognava di cantare. «Papà, io sarò Violetta Valéry», diceva. Fantasie? Meglio definirle profezie. Perché lei non ha mai cambiato idea, nemmeno quando più tardi si è messa a studiare economia e l’imposta sul valore aggiunto. «I miei genitori - racconta - mi hanno educata in maniera nobile, cioè mi hanno formata su valori alti. La mia era una famiglia modesta, anche se di antica stirpe bizantina, e da ragazza ho intrapreso gli studi economici per trovare rapidamente un lavoro e portare il mio contributo a casa. Sta di fatto che il livello umano e culturale, in famiglia, era molto elevato e anche per questo, credo, la mia vera identità si manifesta oggi sul palcoscenico. Perché nel mondo, a volte, io non mi riconosco; perché ho altri valori rispetto a quelli materiali, perché la mia vita è il teatro, la musica, il canto. Non ho bisogno di mediazioni, avverto dentro di me il miracolo di cantare un mi bemolle solo perché l’ho desiderato, perché quella nota esiste in sé ed è già dentro di me. In questo senso, riallacciandomi a quanto ho detto prima, essere nella musica significa essere privilegiati da Dio e vivere una missione». Donna Leonora: la vera guerra, lontano dai campi di battaglia, è dentro di lei. « Certo - conferma l’artista - perché Leonora sa di essere innamorata di Alvaro e di nutrire per lui un sentimento indomabile, fuori da ogni possibilità di controllo. Ma sa anche che l’onore della propria casata, l’affetto e il rispetto per la famiglia, per il padre assurdamente ucciso dallo stesso Alvaro, si possono e si devono testimoniare. Due tensioni opposte si sviluppano dentro di lei, che è donna di grande fede. A nulla serve la clausura più stretta, in un eremo, sola e lontana da tutti: l’amore per Alvaro le brucia dentro, è una guerra. Leonora chiede a Dio di darle pace, ma solo morendo la pace e l’amore potranno realizzarsi. Le ultime parole di Leonora ad Alvaro sono risolutive: 'Lieta or poss'io precederti alla promessa terra. Là cesserà la guerra, santo l’amor sarà'».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti