12°

il caso

Molestie sessuali, è bufera anche nel cinema italiano, accuse a Brizzi. Distribuzione del film a rischio?

brizzi
Ricevi gratis le news
3

«Mai e poi mai nella mia vita ho avuto rapporti non consenzienti o condivisi": dopo giorni di sospetti, veleni sui social network, indiscrezioni sulle presunte molestie sessuali ai danni di alcune attrici, Fausto Brizzi rompe il silenzio. In una lettera inviata ai media dal suo legale, Antonio Marino, il regista, sceneggiatore e scrittore sottolinea di aver «appreso con grande sconcerto dagli articoli apparsi sulle pagine di alcuni quotidiani dell’esistenza di ipotetiche segnalazioni di molestie fatte da persone di cui non viene precisata l’identità» ed esclude «categoricamente di aver conferito mandato legale per trattare il risarcimento del danno in favore di presunte vittime».
Pronto a tutelarsi legalmente «nei confronti di chiunque abbia affermato e affermi il contrario», il regista, David di Donatello per Notte prima degli esami, classe 1968, autore di libri bestseller come "Cento giorni di felicita" e già habituè della Leopolda di Matteo Renzi, chiede «il massimo rispetto della privacy» della sua famiglia e in particolare della moglie, l'attrice Claudia Zanella, tirata in ballo nei rumors di questi giorni su una presunta crisi coniugale. E annuncia di aver sospeso «in via precauzionale, e per evitare strumentalizzazioni», tutte le sue «attività lavorative ed imprenditoriali», in particolare con la cessione delle quote della società Wildside, che ha fondato nel 2009 con Marco Martani, Mario Gianani, Lorenzo Mieli e Saverio Costanzo. E' invece confermato - spiega il suo legale - l’approdo in sala, il 14 dicembre, di Poveri ma ricchissimi, il nuovo film di Brizzi, seguito di Poveri ma ricchi (e maggior incasso italiano delle feste 2016/2017), con Christian De Sica, Enrico Brignano, Anna Mazzamauro, Lucia Ocone, Lodovica Comello e nuovi innesti come Paolo Rossi e Massimo Ciavarro.
Dopo il coinvolgimento di Giuseppe Tornatore, chiamato in causa da Miriana Trevisan (leggi), si allarga anche in Italia l’onda del caso Harvey Weinstein, l’ex boss della Miramax accusato di molestie e stupri da decine di donne, che ha scoperchiato il vaso di Pandora della violenza sessuale e dell’abuso di potere, dilagando da Hollywood alla politica e allo sport. E proprio Asia Argento, tra le prime a denunciare gli abusi subiti dal potente produttore americano (leggi), attacca Brizzi su Twitter: «#FaustoBrizzi accusato di molestie sessuali sospende il lavoro" Querelaci a tutte! Non ci fai paura!». Nancy Brilli si schiera invece dalla parte del regista, che l’ha diretta in Ex e Maschi contro femmine: «Non avevo mai sentito una chiacchiera finora. Conosco Brizzi come persona corretta, un bravo regista e produttore. Un amico che si è comportato sempre correttamente».
Le voci su Brizzi si erano moltiplicate nei giorni scorsi, in particolare dopo l’inchiesta di Dino Giarrusso delle Iene sulle presunte molestie subite da attrici italiane di cinema e tv. Nella puntata del 22 ottobre attrici come Tea Falco, Giovanna Rei e Giorgia Ferrero hanno parlato di episodi di molestie e violenze nel mondo del cinema, poi altre colleghe, rimaste anonime, hanno raccontato le aggressioni sessuali subite per lavorare, accusando alcuni registi, tra i quali «un romano quarantenne». Sul tema le Iene torneranno anche nella puntata di domani: Giarrusso - anticipa la scaletta - racconterà, «fra le altre novità, come più della metà delle testimonianze giunte in redazione si riferirebbe a nomi dello showbiz diversi da quelli emersi finora». «Conoscendolo non ci credo». Così il regista Neri Parenti interviene sui sospetti di molestie sessuali di cui sarebbe accusato il regista Fausto Brizzi. Ospite de "Il Sabato Italiano", il programma di Rai1 condotto da Eleonora Daniele, Neri Parenti commenta i casi di molestie che nelle ultime settimane hanno colpito il mondo di Hollywood e sottolinea: «E' una cosa schifosa, è semplice, è sotto gli occhi di tutti. Per quello che riguarda invece il fatto specifico, cioè quello di Brizzi - prosegue il regista - io con lui ho lavorato 10 anni come sceneggiatore e lo frequento da 20, quindi io non ci credo a questa cosa. Ha tutta la mia solidarietà fino a quando o ci saranno delle prove più certe o ci sarà un atto di confessione, come è successo con Kevin Spacey (leggi) o con altri attori americani. Però io fino a questo punto, conoscendolo, non ci credo» conclude.

Molestie: legale Brizzi, ancora nessuna decisione se distribuire il film

La decisione di distribuire o meno il film di Fausto Brizzi "Poveri ma ricchissimi" spetta solo alle società di distribuzione. Al momento non è stata assunta alcuna decisione». E’ quanto precisa Antonio Marino, legale del regista, a chiarimento di quanto riferito precedentemente.  

Ex allieva della Stanford University accusa il professor Franco Moretti (fratello di Nanni)

Coinvolto nello scandalo in California è stato anche il professore emerito di Stanford Franco Moretti: Kimberly Latta, una ex studentessa citata dallo Stanford Daily, lo ha accusato di aggressione sessuale, molestie e stupro quando studiava per il dottorato a Berkeley. Il fratello di Nanni Moretti, un noto docente di letteratura comparata, ha contrattaccato: "E' tutto falso", ha detto sullo stesso giornale, precisando che i rapporti con la Latta sono stati "completamente consensuali".

Moretti ha detto di aver conosciuto la ragazza durante una sua visita a Berkeley nel 1985: "Dopo una cena siamo tornati nel suo appartamento e abbiamo avuto un rapporto sessuale perfettamente consenziente. Ho passato la notte lì. Non l’ho stuprata e sono orripilato dall’accusa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • olderthanpilotta

    11 Novembre @ 22.14

    A me tutte queste storie fanno soltanto venire in mente una vecchia canzone di Guccini: "Fantoni Cesira"...

    Rispondi

  • Oldsailor

    11 Novembre @ 18.55

    Vede gentilissima Patti: questo mi fa venire in mente una vecchia barzelletta che recita: Una prostituta cita in tribunale per stupro un suo cliente. Il Giudice chiede alla donna: quand'è che si è accorta dello stupro? E lei gli risponde: quando mi sono accorta che mi aveva pagato con un assegno scoperto! Questo la dice lunga. Comunque che il mondo dello spettacolo non sia per timide verginelle lo si sa da secoli. Io penso che anche se forse eticamente sia scorretto, se uno non si impone con la forza ho coercizione; nessuno ti obbliga a sottostare alle sue voglie. Ma se pensi che la tua carriera valga più della tua dignità e del tuo onore, e ci vai a letto; non puoi dopo 30 anni venire fuori con queste scemenze ridicole! La sig.ra asia e & Co. dovevano denunciare subito quello che gli stava succedendo. Ora il tutto ha un vago sentore di pubblicità postuma, viso il declino naturale di queste mezze figure dello spettacolo desinate ad un limbo dove nessuno le ricorderà! Prendiamo a caso un paio di anni fa la Nina Moric; che ormai in disarmo come una vecchia corazzata per risollevarsi e far parlare di se , dichiarò a "reti unificate" che suo padre a 12 anni la stuprò! Peccato però che suo padre sia morto da un bel po'! In questo mondo si è sempre imposta la legge del: Io ti do, Tu mi dai! Ripeto: è solo una questione di prezzo; soldi, favori ecc. Onesta è stata Loris del santo; quando pubblicamente a dichiarato: Kascoggi mi ha offerto 100 Milioni di Lire per andarci a letto! E io ho accettato consapevole del quanto! Per questo che io a 70 anni e una vita di esperienze irripetibili alle spalle, quando sento queste cose di verginelle pentite mi vien da ridere; con tutto il rispetto che porto per le donne.

    Rispondi

  • patti

    11 Novembre @ 17.39

    ...scusate l'ignoranza: ma se una prostituta fa sesso a pagamento con un cliente, quest'ultimo, dopo aver consumato, può essere accusato di molestie se la donna ci ripensa?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

Un fotogramma che mostra il lancio di una bottiglia contro la troupe.

striscia

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

2commenti

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

GAZZAFUN

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

Fausto Leali sui social, "io derubato da 4 slavi"

MONZA BRIANZA

Fausto Leali sui social: "Derubato da quattro slavi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Lite

Via Pedretti: foto d'archivio da Google Street View

PARMA

Lei non lo ama, lui la minaccia e dà coltellate al portone per entrare

Serata di follia in via Pedretti: denunciato un 31enne

La testimonianza

«Plagiata e poi schiavizzata: vi racconto il mio incubo»

Il Giardino

Il Parco Ducale «occupato» da spacciatori e alcolizzati

17commenti

Traversetolo

Tre anni di carcere al bullo che rapinava i coetanei

1commento

Shopping

Black Friday, scatta la corsa agli acquisti anche a Parma Ecco cos'è

VERSIONE DIGITALE

Black Friday: la Gazzetta a 0,50€ al giorno

Tribunale

Pusher tentò di uccidere un carabiniere: condannato a 7 anni

3commenti

Calcio

Insigne, fratelli da primato

1commento

Borgotaro

Tre furti in tre abitazioni lo stesso giorno

PARMA

Stanziati 930mila euro per il "Lauro Grossi"

Via libera della giunta comunale al progetto definitivo per interventi di ristrutturazione della tribuna coperta e degli spogliatoi del Centro di atletica

BASSA

Lavori al passaggio a livello: chiuso il ponte sull'Enza a Sorbolo

Domenica disagi per chi viaggia da Parma verso Brescello

MUSICA

Gli Snakes cantano per beneficenza

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

REGGIOLO

Omicidio nel Reggiano: 31enne cutrese ucciso a colpi di pistola

CASTEL SAN GIOVANNI

Black Friday: i dipendenti di Amazon di Piacenza in sciopero presidiano i cancelli Foto

SPORT

SUDAFRICA

Pistorius: pena aumentata a 13 anni in appello

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

HOLLYWOOD

Molestie: anche Uma Thurman contro Weinstein

FIORENZUOLA

Prostituta legata, imbavagliata e gettata fuori dall'auto: arrestato 52enne

MOTORI

motori

Confronto tra KTM 390 Duke, Honda CB 500 F e BMW G 310 R

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery