-4°

Spettacoli

Skardy & Fahrenheit 451 e tributo ai Litfiba al Fuori Orario

0

Miscelando un po’ di Pitura Freska con una temperatura altissima, può nascere un «Piragna» insaziabile dal vivo. Skardy & Fahrenheit 451 promettono una serata di esaltante reggae-ska veneziano venerdì 28 gennaio al circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico. Il loro concerto, sviluppo del nuovo cd-progetto comune «Piragna», inizia alle 22.30, introdotto alle 21.30 dai parmigiani Mr Kilgore per la rassegna di band emergenti locali «OutOctoni», con ingresso riservato ai soci Arci e consumazione obbligatoria a 12 euro; alle 20 apertura del circolo, del punto ristoro (prenotazioni allo 0522-671970 o 346-6053342) e degli aperitivi gratuiti fino alle 21 in compagnia degli artisti; info www.arcifuori.it.

Skardy & Fahrenheit 451, che collaborano dal 2006, si misurano dunque con il loro recente album «Piragna», forte di riscontri positivi a livello sia di vendite che di critica. In otto sul palco, il cantante ex leader dei Pitura Freska, icona del reggae veneto, e la ska band del «venetian style» portano dal vivo tutti i brani di «Piragna», ma anche qualche pezzo del disco «Grande bidello» e i grandi classici dei Pitura Freska. «Credo che la nostra sia una musica da sopravvissuti - spiega Skardy - e che sia importante far vedere in giro che non tutto è ormai omologato, che c’è qualcuno che con la musica vuole dire qualcosa di diverso». Scenografie essenziali richiamano il mondo della pesca, con reti che intrappolano i «politici piragna».
È nelle radio «Cammina cammina», secondo singolo estratto da «Piragna», rilettura in versione rocksteady di un brano del 1998 dei Fahrenheit 451. Sir Oliver Skardy ha deciso di rivisitarlo alla sua maniera nel testo e di inserirlo nel cd perché «è una canzone che ci istiga alla ricerca di una libertà possibile». Nel videoclip lui è un robot realizzato con rifiuti e scarti industriali dal videoartista Andrea Princivalli. «Piragna» è intessuto di ironia tagliente nei testi, contagiose vibrazioni degli arrangiamenti e freschezza dei ritmi, in un mondo in levare tra reggae, ska e raggamuffin. L’album è stato mixato da Paolo Baldini, coproduttore e bassista degli Africa Unite, che ha firmato anche le quattro diverse versioni del primo singolo «Fame un spritz».

A scaldare il pubblico provvedono i parmensi Mr Kilgore per «OutOctoni», animati dall’album piratesco «MozzoNostromoCapitano» con un mix di garage, indie, surf, rock’n’roll e funk. Il cd, uscito nel 2010 dopo l’esordio di «Camionismo!» nel 2008, annovera 7 inediti tra cui «Tortuga», «Pirate Superstar» e «Mr. Vendetta». Il gruppo, nato come tribute band dei Joy Division nel 2006, è composto da Matteo Camattini, voce e basso, Michele Cantoni, chitarre e cori, e Giacomo Gazzola, batteria.

Sabato 29 gennaio spazio invece ai Santiago, fiorentini, specializzati nel «Tributo ai Litfiba» dal 2001. Il loro concerto inizia alle ore 22.30, preceduto alle 21.30 dal quintetto correggese gypsy punk Rifkin Kazan per la rassegna di band emergenti del territorio «OutOctoni». L’ingresso è riservato ai soci Arci, con consumazione obbligatoria a 12 euro; alle 20 apertura del circolo, del punto ristoro (prenotazioni allo 0522-671970 o 346-6053342) e degli aperitivi gratuiti fino alle 21 in compagnia degli artisti; info www.arcifuori.it.

I Santiago sono nati a Firenze nell’inverno 2001 con l’intento di riproporre l’intero universo Litfiba fino alla carriera solista di Pelù. Un universo nutrito da stili diversi, dal periodo dark degli esordi con «Desaparecido» e «17 Re» al rock di «El Diablo» e «Terremoto», dal pop-rock di «Mondi sommersi» per arrivare al «med rock» di Pelù. I componenti sono attualmente cinque: Ivan «Ivanhoe» Casale alla voce (al quale fin da ragazzo dicevano: «Sai che sembri Piero Pelù?!»), Claudio «Camicia de foho» Romagnoli alle chitarre, «Lupo» Alberto Donatini al basso e ai cori, Luca «Pesta» Razzai alla batteria e Lorenzo «Piero» Pierini alla chitarra e ai cori.
Gli inizi non sono stati facili e, dopo qualche tira e molla anche sul possibile nome da adottare (il più gettonato sembrava Animali di Zona), finalmente Ivan ha dato la scossa nel giugno 2003 col nome Santiago, desunto da un vecchio brano dei Litfiba di condanna verso il potere, in cui i suoni morbidi e melodici si mescolavano di colpo a quelli più duri e grintosi. I cambi di formazione, susseguitisi negli anni, non hanno più rallentato la corsa di questa band. Nessuno dei Santiago ha la presunzione di voler assomigliare ai veri Litfiba. «La nostra intenzione - spiegano i cinque - è quella di trasmettere le sensazioni che certe canzoni ci e vi hanno dato e continuano a dare quando le ascoltate, di smuovere la memoria di tempi passati e anche presenti».

La serata al Fuori Orario viene aperta, nell’ambito della rassegna «OutOctoni», dai Rifkin Kazan, band di Correggio marchiata da una indovinata commistione di generi tra ska, metal, gypsy music e punk. Si sono formati nel 2005 grazie a Matteo Borghi (chitarra) e Francesco Giovanetti (chitarra e voce) e via via sono entrati gli altri tre membri Lorenzo Soldani (batteria), Giacomo Manzini (basso) e Pasquale Evarista (tastiere). Il gruppo ha quindi cominciato a scrivere pezzi inediti con testi in inglese, eseguendo pure qualche cover riarrangiata, sino al primo cd ora in lavorazione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Falsi vigili svuotano una cassaforte

A Marore

Falsi vigili svuotano una cassaforte

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

L'odissea di un giardiniere

«Con il mio Euro2 non posso lavorare»

EMERGENZA

Parma si mobilita

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

Il racconto

«Quando Roosevelt si insedio al Campidoglio»

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta