Spettacoli

Film recensioni - Il discorso del re

Film recensioni - Il discorso del re
0

di Filiberto Molossi

Lunga vita al re: e al cinema che, in un’epoca buia e balbuziente, ha la pazienza di ascoltarne la voce per celebrare - oggi dove tutto è urlo, pettegolezzo, chat, sms e avviso di chiamata -, la forza sacra e indomabile della parola, luce capace di illuminare anche l’orgoglio dimesso di una nazione boriosa ma mai doma. 
E’ la storia singolare di un’amicizia straordinaria, opera di un anziano sceneggiatore che da bimbo balbettava (proprio come il suo re...) e di un regista che non arriva ai 40 anni, il favorito numero uno alla corsa (12 nomination, nessuno ha fatto meglio) all’Oscar: un film classicissimo che benedice l’incontro sul ciglio dell’abisso della Storia tra due uomini fuori dal comune, ognuno alla sua maniera, per forza o per scelta, per caso o per coscienza. Nell’Inghilterra degli anni '30, mentre i cani neri del nazismo azzannano il cuore molle dell’Europa, il padre dell’attuale regina Elisabetta deve salire al trono dopo che suo fratello ha abdicato. C'è solo un problema: il futuro sovrano - timido, schivo, complessato -, non riesce a mettere due parole in fila in pubblico, affetto com'è da una grave forma di balbuzie. Nessun logopedista sembra poterlo aiutare: tranne uno strambo australiano, che dà del tu al re e lo tratta come un suo pari... Al tempo glorioso dei radio days, quando la tecnologia annullò le distanze riducendo le differenze di classe e i re si scoprirono improvvisamente uomini con cappelli al posto di corone, seduti su problemi invece che su troni, un’incredibile storia vera suggellata dalla stretta di mano tra l’umanità di un sovrano che non voleva esserlo e la determinazione di un terapeuta che non era tale: entrambi chiamati a indossare il vestito che il destino aveva cucito per loro. Consci del dovere di esserne all’altezza. Perché la lezione del film di Tom Hooper è proprio qui: in quella necessità non procrastinabile di governare la paura, di essere sovrani di se stessi prima che di un popolo, nella ritrovata fiducia e consapevolezza di quello che si è e si deve essere. Molto british nello stile e nella scrittura, «Il discorso del re» è soprattutto un film d’attori, dove si stagliano le strepitose interpretazioni di Colin Firth e Geoffrey Rush. Impagabili e incalzanti quando duettano, dimostrando, a ogni dialogo, che no, non sono parole al vento. Perché verba volant, ma film manent.
Giudizio: 4/5
 
SCHEDA
REGIA:  TOM HOOPER
SCENEGGIATURA:  DAVID SEIDLER
INTERPRETI:  COLIN FIRTH, GEOFFREY RUSH, HELENA BONHAM CARTER, GUY PEARCE, MICHAEL GAMBON
Gb/Usa/Australia 2010, colore, 1 h e 58'
GENERE:  DRAMMATICO
DOVE:  ASTRA e CINECITY
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

3commenti

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

modena

Parte il progetto dello chef Bottura: ogni lunedì a cena 60 persone in difficoltà

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti