-2°

Spettacoli

Film recensioni - Il discorso del re

Film recensioni - Il discorso del re
0

di Filiberto Molossi

Lunga vita al re: e al cinema che, in un’epoca buia e balbuziente, ha la pazienza di ascoltarne la voce per celebrare - oggi dove tutto è urlo, pettegolezzo, chat, sms e avviso di chiamata -, la forza sacra e indomabile della parola, luce capace di illuminare anche l’orgoglio dimesso di una nazione boriosa ma mai doma. 
E’ la storia singolare di un’amicizia straordinaria, opera di un anziano sceneggiatore che da bimbo balbettava (proprio come il suo re...) e di un regista che non arriva ai 40 anni, il favorito numero uno alla corsa (12 nomination, nessuno ha fatto meglio) all’Oscar: un film classicissimo che benedice l’incontro sul ciglio dell’abisso della Storia tra due uomini fuori dal comune, ognuno alla sua maniera, per forza o per scelta, per caso o per coscienza. Nell’Inghilterra degli anni '30, mentre i cani neri del nazismo azzannano il cuore molle dell’Europa, il padre dell’attuale regina Elisabetta deve salire al trono dopo che suo fratello ha abdicato. C'è solo un problema: il futuro sovrano - timido, schivo, complessato -, non riesce a mettere due parole in fila in pubblico, affetto com'è da una grave forma di balbuzie. Nessun logopedista sembra poterlo aiutare: tranne uno strambo australiano, che dà del tu al re e lo tratta come un suo pari... Al tempo glorioso dei radio days, quando la tecnologia annullò le distanze riducendo le differenze di classe e i re si scoprirono improvvisamente uomini con cappelli al posto di corone, seduti su problemi invece che su troni, un’incredibile storia vera suggellata dalla stretta di mano tra l’umanità di un sovrano che non voleva esserlo e la determinazione di un terapeuta che non era tale: entrambi chiamati a indossare il vestito che il destino aveva cucito per loro. Consci del dovere di esserne all’altezza. Perché la lezione del film di Tom Hooper è proprio qui: in quella necessità non procrastinabile di governare la paura, di essere sovrani di se stessi prima che di un popolo, nella ritrovata fiducia e consapevolezza di quello che si è e si deve essere. Molto british nello stile e nella scrittura, «Il discorso del re» è soprattutto un film d’attori, dove si stagliano le strepitose interpretazioni di Colin Firth e Geoffrey Rush. Impagabili e incalzanti quando duettano, dimostrando, a ogni dialogo, che no, non sono parole al vento. Perché verba volant, ma film manent.
Giudizio: 4/5
 
SCHEDA
REGIA:  TOM HOOPER
SCENEGGIATURA:  DAVID SEIDLER
INTERPRETI:  COLIN FIRTH, GEOFFREY RUSH, HELENA BONHAM CARTER, GUY PEARCE, MICHAEL GAMBON
Gb/Usa/Australia 2010, colore, 1 h e 58'
GENERE:  DRAMMATICO
DOVE:  ASTRA e CINECITY
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017