-2°

Spettacoli

"Il Naso" spiazza il pubblico del Regio

"Il Naso" spiazza il pubblico del Regio
8

Elena Formica  (da uno dei servizi sulla Gazzetta di Parma in edicola)

(...) Il pubblico del Regio, non folto ma attento, ha accolto con gra­ziosa quanto civile neutralità «Il Naso» di Shostakovich. Educati applausi alla fine del secondo atto, prima dell’intervallo; decisamen­te più robusti - con qualche lancio di «Bravi!» - al termine dello spet­tacolo. Dapprima niente più che galateo, qualcosa di simile a un «Grazie per lo sforzo, ma noi sia­mo gente da 'Va, pensiero'». Giu­sto, giustissimo: Verdi, come te non c'è nessuno! Che vuoi farci se lo splendido intermezzo di sole percussioni, che di solito conqui­sta al Naso ovazioni in tutto il mondo, a Parma passa liscio come acqua da rubinetto, che si beve malvolentieri quand’anche più sana di quella imbottigliata? Che vuoi farci se uno spettacolo come questo del Teatro da Camera di Mosca, che Massimo Mila esaltò come bellissimo, al Regio fa cion­dolare, appisolata, qualche chio­ma ossigenata?

C'è chi dice, nel foyer, che l’intervallo è breve; ma c'è anche chi si proclama seria­mente interessato a percorrere nuove strade, cioè a deragliare dal melodramma di Verdi e affini, a patto che la Stagione lirica sia più ricca di titoli tradizionali. Sarà dunque una Tosca in più, o un Elisir di qualcosa, a far digerire senza bruciori (né torpori) la mu­sica geniale di un certo Shosta­kovich? E se gettassimo il cuore, in questo caso travestito da Naso, ol­tre l’ostacolo delle abitudini, an­che le più amate e motivate? Sia chiaro: il pubblico ha sempre ra­gione.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Fabrice

    26 Febbraio @ 17.56

    I commenti in loggione ieri sera erano per lo più di incredulità e di delusione di fronte quest\'opera. Anch\'io all\'inizio dell\'intervallo mi sono sorpreso a pensare: \'ah, ma allora aveva ragione Zdanov !\'.\r\nIl naso non è affatto un capolavoro; è solo un tentativo fatto da un giovane geniale, di seguire le più nefaste mode nichiliste provenienti dalla seconda scuola di vienna.\r\nUn percorso sterile dal quale Shostakovich si è allontanato per forza o per convinzione molto presto. \r\nLa reazione del pubblico non c\'entra niente con l\'ignoranza (in senso etimologico o meno). Si tratta di una legittima repulsione di una forma d\'arte che tende a dissolvere l\'eredità culturale della tradizione anzichè penetrarla e approfindirla. \r\nE\' mistificatorio presentare il modernismo/nichilismo come un\'evoluzione della musica colta della quale è al contrario, nella sua stessa essenza, la negazione.\r\n

    Rispondi

  • Antonio

    24 Febbraio @ 21.33

    Non mi pare che l'accoglienza sia stata poi così negativa. Ho visto l'anteprima e la prima per TV. Non ci sono stati dissensi, certo c'erano vuoti, applausi un po' di maniera, l'opera non usuale spiazza un po' il pubblico poco abituato (anche perchè da noi le proposte di questo tipo, comuni in altri teatri e città, diventano rarità e proprio per questo da non perdere). Può piacere o no, ed ognuno può esprimere il proprio parere. Lo spettatore, specie all'opera e specie alle prime, non è sempre musicalmente preparato, ma senz'altro è appassionato di musica. Però certi commenti tipo: questa non è musica, è circo, oppure 'è una vergogna per parma questo spettacolo' ecc denotano ignoranza e soprattutto chiusura. Meglio tacere. Secondo me ci sono momenti molto belli: l'intermezzo delle percussioni, il quartetto delle lettere, la scena corale dell'ultimo atto ecc. e momenti un po' più duri da digerire specie al primo ascolto.

    Rispondi

  • guido campanini

    24 Febbraio @ 18.02

    Vedrò la rappresentazione di domani (venerdì) e ho visto in TV il primo atto. Finalmente a Parma un po' di Novecento storico (il naso è del 1930, ottant'anni fa... come rappresentare la Norma ai primi del XX secolo...). Il pubblico è spiazzato perchè non è abituato. se ogni due anni ci fosse un'opera un po' diversa dal melodramma classico, allora le orecchie sarebbero più abituate (cito: Berg, R. Strauss, Prokofief, Janacek...). Comunque, sistono dichi e video, nessuno ci impedisce di ascoltare anche un po' di Novecento storico, e perciò di non trovare "rivoluzionario" un linguaggio musicale che risale - appunto -ad 80 anni fa. Ben venga Shostakovic, e ben venga un teatro musicale diverso dall'opera tradizionale - che giustamente continua ad avere nei nostri Teatri un assoluto primato. Dopo Trovatore, Vespri Siciliani, Forza del Destino ed in attesa dell'eterno Barbiere, un po' di Novecento ci sta proprio bene, ed apre le nostre menti e le nostre orecchie.

    Rispondi

  • Ilaria

    24 Febbraio @ 17.19

    Non parlerei di ragione, non ragione o addirittura ignoranza. Alzi la mano chi sa tutto. Questa è un'opera musicalmente difficile anche per gli esperti, figuriamoci per chi la vede per la prima volta. Che senso ha chiedere al pubblico durante l'intervallo un commento come se fosse La Traviata? E' chiaro che rispondono così. E Comunque anche i così detti esperti intervistati ieri durante le dirette televisive non sono andati oltre qualche generico commento positivo. Si fa così per non sembrare ignoranti?

    Rispondi

  • Antonio

    24 Febbraio @ 14.22

    il pubblico ha sempre ra­gione ... e l'ignoranza purtroppo trionfa sempre. Ma è il caso di vantarsene?

    Rispondi

    • Alessandra

      24 Febbraio @ 23.03

      Mi associo a quest'ultimo commento, a proposito dell'ignoranza (da intendersi etimologicamente). Purtroppo il pubblico parmigiano non è ne' colto, ne' curioso. Ma mi pare chiaro che l'ironia della chiusa del bell'articolo di Elena sottolinei perfettamente che non è il caso di compiagersi, dell'ignoranza...

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti presenta la candidatura: "Una città dove le persone sono al centro" Diretta

Amministrative 2017

Pizzarotti presenta la candidatura: "Una città dove le persone sono al centro" Diretta

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

Prende corpo l'ipotesi di una lite per motivi personali

14commenti

Parma

Palazzo Pallavicino sarà donato alla Fondazione Cariparma

Rimini

I gelati migliori d'Italia: Parma e Salso al top nella guida del Gambero Rosso

Gli ispettori della guida hanno assegnato i "tre coni" a 36 gelaterie in tutto il Paese

2commenti

Piovani

"Cura D'Aversa efficace. E da confermare a Venezia" Video

Questa sera Bar Sport (Tv Parma 20.30): mercato, big match, Evacuo e tanto altro

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

sponsor tecnico

Nazionali di volley, un quadriennio olimpico con l'Erreà

L'azienda di Parma firmerà le nuove divise da gara e la linea di abbigliamento fino al 31 gennaio 2021

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

4commenti

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Ecco i cuccioli sopravvissuti fra le macerie dell'albergo di Rigopiano Foto

Stati Uniti

Chelsea Clinton difende Barron, il figlio piccolo di Trump

SOCIETA'

Anniversari

Il frisbee compie sessant'anni

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

uefa

25 anni di Champions: il Parma è 85°. 7° in Italia

VENEZIA

Insulto razzista a un giocatore 13enne: rissa fra genitori sugli spalti

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)