15°

Spettacoli

All'Edison il cinema muto è rock

0

Il cinema muto si veste di musica rock al Cinema Edison d’essai, dove giovedì 3 marzo alle 21.15 il pianoforte e il sintetizzatore di Romeo Zucchi, la chitarra elettrica e la kalimba di Lorenzo Melegari, giovani musicisti parmigiani per la prima volta insieme dal vivo, daranno un’anima rock a "Malombra" (1917, 75 minuti), capolavoro del primo Novecento e bibbia del decadentismo interpretato da Lyda Borelli, la divina, la grande star del muto, sogno erotico degli spettatori dell’epoca e modello inarrivabile di glamour femminile. Il film di giovedì conclude "Dive, le star italiane del cinema muto", la rassegna organizzata da Solares Fondazione delle Arti in collaborazione con l’ufficio cinema del Comune.
Niente a che vedere dunque con il tradizionale accompagnamento musicale del cinema muto, con operazioni filologiche che storicizzano i suoni usando musiche degli anni in cui è nata la pellicola. Invece una potente miscela rock anni 60 e 70 nutrita di effetti che accentuino la visionarietà del film e intrecciata con brani di classica e pezzi originali di Melegari. Il quale Melegari fonde una vena cantautorale con la vocazione del chitarrista, alle spalle studi di composizione sperimentale al Conservatorio e di chitarra elettrica con Cico Falzone, chitarrista dei Nomadi. Specializzato anche in musica per immagini, nel 2009 ha realizzato un cd che porta il suo nome, in cui ha filtrato un immenso universo musicale, dalla musica medievale al progressive, dedicando anche un brano a Piergiorgio Welby. Rigorosamente classica, ma ‘contaminata’ vituosamente in questa occasione, la formazione del pianista Romeo Zucchi, diploma al Conservatorio, master class con Norma Fisher alla Royal Academic of Music, perfezionamento di Roberto Plano, vincitore di premi nazionali e internazionali e ‘storico’ accompagnatore musicale delle rassegne di film muti all’Edison.
Le incursioni rock di Zucchi e Melegari si intrecceranno dunque con un film gotico dalle atmosfere romantiche e decadenti, che ruota attorno all`oscura personalità di Marina di Malombra, personaggio inquietante e pervaso da un profondo senso di malessere che non esita a compiere azioni delittuose.Protagonista la prima sacerdotessa del nascente divismo, Lyda Borelli, che con le sue pose da femme fatale, la sua recitazione fatta di gesti eccessivi, di languori e di sguardi sensuali, divenne il modello di una intera generazione di attrici e influenzò la moda fino a diventare un vero e proprio fatto di costume. Gramsci la definiva "un pezzo di umanità preistorica, primordiale", riconoscendo la straordinaria forza di suggestione della sua sensualità, anche se secondo il grande intellettuale sardo l`attrice non sapesse "interpretare nessuna creatura diversa da se stessa".
Biglietti euro 6. Informazioni 0521 964803, www.solaresdellearti.it/cinema

MALOMBRA
Regia:Carmine Gallone
Cast: Lyda Borelli, Amleto Novelli, Augusto Mastripietri, Amedeo Ciaffi, Francesco Cacace, Giulia Cassini-Rizzotto, Noemi De Ferrari, Giorgio Fini, Berta Nelson, Consuelo Spada
Italia 1917, durata 75 minuti
Ispirato al capolavoro di Antonio Fogazzaro.
Accompagnamento musicale:
Romeo Zucchi, pianoforte e tastiere
Lorenzo Melegari, chitarra elettrica

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

3commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

parodia con Parma/Karma canzone vincitrice sanremo

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

Aereo intercettato sui cieli della Germania

germania

Il pilota non risponde: volo di linea scortato da jet da guerra

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

CORTE DEI CONTI

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

Sicurezza

Blitz nelle cattedrali del degrado

FISCO

Condomini, è guerra contro le scadenze impossibili

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

A TEATRO

«Mar del Plata», il rugby contro la dittatura

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis?

CCV

Ventuno progetti per Parma

calcio

Cerri, che gioia il gol in A

Collecchio

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco. Video: l'arresto dei ladri

Il servizio del Tg Parma: la testimonianza di un giovane - Video

CULTURA

Tahar Ben Jelloun a Parma: "Più educazione per sconfiggere l'Isis"

Palazzo del Governatore gremito

anteprima GAZZETTA

Pomeriggio di paura a Collecchio Video

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

LEGA PRO

Parma- Samb 4-2: il film del match Video

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

11commenti

Parma

Trasporti, gara a BusItalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

4commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

SINISTRA

Dal Pci a Sel, la storia delle scissioni Video

Cremona

Napalm artigianale per incendiare la discoteca "rivale": denunciati due giovani

1commento

SOCIETA'

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

IL CINEFILO

Ecco due film "Molto belli" Video

SPORT

Vietnam

Rigore inesistente: la squadra resta immobile per protesta

ATLETICA

"Ayo" Folorunso vince i 400: guarda la straordinaria rimonta Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

nuovo kit

Mercedes Classe A Next, un passo più avanti