14°

Spettacoli

Film recensioni - Amici miei - Come tutto ebbe inizio

Film recensioni - Amici miei - Come tutto ebbe inizio
0

Gianluigi Negri
«Che cos'è il genio? E’ fantasia, intuizione, decisione e velocità d’esecuzione». Non basta «rubare» una delle battute più famose di «Amici miei» per giustificarne un prequel. Soprattutto quando dietro la macchina da presa si trova Neri Parenti, il regista italiano in circolazione più lontano da quei celebri requisiti che il film del 1975 attribuiva al Necchi (il personaggio di Duilio Del Prete). Niente fantasia, niente intuizioni, niente decisione. Semmai, ma in questo caso non c'è nulla di geniale, soltanto la (solita) velocità d’esecuzione che è la cifra del cinema di Parenti da oltre trent'anni. «Amici miei - Come tutto ebbe inizio» ha il sapore del cinepanettone scaduto. Becero, tirato via, senza idee: con l’aggravante che non fa nemmeno ridere. Non basta mettere insieme quattro o cinque zingarate per farci un film. Non basta nemmeno spostare l’ambientazione in un Quattrocento nel quale cinque amici alla corte di Lorenzo De' Medici (con la peste in città e il Savonarola che annuncia l’Apocalisse) si industriano come possono per combattere la noia. Il cinismo e la crudeltà di Monicelli sono ricordi di altri tempi, di un altro secolo, di un altro cinema. Qui ci sono attori strapagati e sprecati (per alcuni tratti Placido rimanda al personaggio del Perozzi/Philippe Noiret, Ghini al Mascetti di Ugo Tognazzi, De Sica al Melandri di Gastone Moschin, Panariello al Necchi di Duilio Del Prete, Hendel al Sassaroli di Adolfo Celi). C'è mezzo cinema toscano in campo: da Massimo Ceccherini a Barbara Enrichi, da Alessandro Benvenuti ad Alessandro Paci. E ci sono le maestranze, quelle che Placido cita sempre nelle sue polemiche: per lui questi film, con i loro incassi, servono a far lavorare le maestranze del cinema italiano, ossia i tecnici che negli anni hanno contribuito a farlo grande. Le maestranze però esistono e sanno lavorare, ma Placido lo omette volutamente, a prescindere dai cinepanettoni: possono e devono essere utilizzate per prodotti che durino nel tempo, non per merci scadute prima ancora di essere esposte sugli scaffali (pardon, sugli schermi). E poi c'è il pubblico, preso a schiaffi: non con il gesto goliardico dei cinque amici di monicelliana memoria, che salutavano, a modo loro, i viaggiatori in partenza alla stazione, ma dagli sceneggiatori di questo inutile prequel nel quale la vera supercazzola viene fatta ai danni degli spettatori. «Il popolo l’è grullo», si dice a un certo punto nel film. Beh, il pubblico non lo è. Prima di girare, qualcuno dovrebbe magari tenerlo presente.

 

Giudizio: 1/5

REGIA:  NERI PARENTI
 SCENEGGIATURA:  PIERO DE BERNARDI, NERI PARENTI, FAUSTO BRIZZI, MARCO MARTANI
INTERPRETI:  CHRISTIAN DE SICA, GIORGIO PANARIELLO, MASSIMO GHINI, MICHELE PLACIDO, PAOLO HENDEL, MASSIMO CECCHERINI, ALESSANDRO BENVENUTI
GENERE:  COMMEDIA
Italia 2011, colore, 1 h e 48’
DOVE: CINECITY, THE SPACE 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

vigili

Sicurezza e giovani, Noe': "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

9commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

1commento

SALA BAGANZA

Addio ad Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

Civitavecchia

Donna sparisce su una nave da crociera: fermato il marito

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

2commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

calciomercato

Amauri nuovo giocatore dei New York Cosmos

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv