-2°

Spettacoli

Fabri Fibra, rime come frecce: rap a colpi di "Controcultura"

Fabri Fibra, rime come frecce: rap a colpi di "Controcultura"
1

Caterina Zanirato
Fabri Fibra è tanta roba. E lo ha dimostrato sabato sera dal palco del Fuori Orario di Taneto di Gattatico  non solo attirando migliaia di spettatori (tanto che il biglietto era introvabile già da diverse settimane), ma concedendo ai tanti fan pezzi speciali basati sulla sua grande capacità di improvvisazione unita al sapiente mixaggio di Dj doble S e Nais.
Accanto a uno scatenato Entics, che ha spalleggiato il miglior rapper del panorama italiano per tutte le due ore del concerto, Fabri Fibra ha snocciolato uno dopo l’altro i suoi grandi successi, focalizzandosi soprattutto sugli ultimi singoli dell’album «Controcultura», che ha dato il nome al live.
«Cosa significa Controcultura? Quello che stiamo facendo stasera: in un mondo preso in ostaggio dai vecchi è bello vedere tanti giovani insieme». Alle 22 Fibra, al secolo Fabrizio Tarducci di Senigallia, si è impossessato del palcoscenico e per due ore non ce n'è stato per nessuno: il pubblico ha cantato, urlato, ballato fino alla fine. Minimale la scenografia, composta da una grande consolle ai piedi della quale Fibra ha iniziato a sparare rime che non hanno risparmiato nessuno. Canzone d’apertura il grande successo «Vaffanculo scemo», al quale ha seguito «Le donne» (di cui è stato registrato il video proprio sabato sera, ndr), «Escort», «Festa», «Tutto questo è normale» (originariamente cantata con Marracash), «Tre parole», «Fretta», «Spara al diavolo», «In alto» e «Non potete capire».
 Pubblico in visibilio con la canzone più ascoltata dell’anno, «Tranne te» e il suo rap futuristico, ma il maggiore successo Fabri Fibra l’ha raggiunto quando ha iniziato a cantare «Vip in trip» sulla base della nota canzone dance «Alors on dance» e «Rivelazione» sulla base dell'anthem dei  Nirvana «Smells like teen spirit».
 Uno spettacolo tutto da ballare condito da qualche immancabile frecciatina politica, riprendendo rime delle sue canzoni: «Pensi che me la beva? Come chi vota Lega». Ma Fibra non si è trattenuto su nessuno, da Berlusconi a Marrazzo, da Dell’Utri a Bossi. Dalle sue canzoni emerge un ritratto dell’Italia grottesco, dominata da un mondo dello spettacolo torbido tanto quanto quello della politica, tra veline e tronisti, tra sesso e potere. Un’amarezza unita a un’ironia pungente, che sono valsi al giovane rapper di Senigallia il nominativo di Eminem italiano.
 E per festeggiare i 150 anni dell’Unità italiana, Fibra non ha potuto esimersi da cantare il suo inno, originariamente duettato con Gianna Nannini: «Ci sono cose che nessuno ti dirà, ci sono cose che nessuno mai farà... Sei nato e morto qua, nato nel Paese delle mezze verità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Eraica

    22 Marzo @ 15.23

    Che bello concerto!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto