19°

Spettacoli

Il mondo di Patty al Regio: "Con un pizzico di rock"

Il mondo di Patty al Regio: "Con un pizzico di rock"
2

Mara Pedrabissi

Chi la conosce bene la chiama Nicoletta ma anche Nic, Nico o Nicky. Quando telefona alla mamma, vulcanica genitrice nel fiore delle 83 primavere, si presenta col cognome: «Pronto, mamma, sono la Strambelli». I francesi, in delirio ai suoi concerti all'Olympia,   le gridavano «Bravo, Pravo» che da loro suona più o meno «Bravò, Pravò». Tre indizi fanno una prova: è ormai chiaro che qui siamo al cospetto di Nicoletta (all'anagrafe Nicola) Strambelli, nata veneziana il 9 aprile del 1948 da una famiglia bene, ribattezzata «ragazza del Piper» nei mitici Sessanta, consegnata alla storia della musica italiana come Patty Pravo,  44 anni di carriera infilati uno dietro l'altro come le perle di un collier. Una innata vocazione alla provocazione che si ferma davanti al rispetto per la libertà. Le parliamo, al telefono, in attesa di sentirla in concerto a Parma al Teatro Regio, lunedì 28 (evento promosso da Arci, Caos Organizzazione Spettacoli, in collaborazione col Comune di Parma, assessorato alla Cultura). Una chiacchierata più che  un'intervista, altrimenti ci vorrebbe un libro. E a dire il vero il libro già c'è. E' «Bla, bla, bla...» (edizioni Mondadori) l'autobiografia che ha scritto  a quattro mani con il giornalista Massimo Cotto. Nell'ultima di copertina un sunto che è un manifesto: «Vita, musica, eccessi, passioni e pensieri dell'ultima Diva della canzone italiana».   
Nicoletta, partiamo dal concerto qui al Teatro Regio, in una dimensione di maggiore intimità con il pubblico, rispetto alle “arene”
«E' piacevole lavorare in teatro, è un'altra cosa. Infatti dobbiamo fare una scaletta diversa da quella estiva. Ho voluto comunque mantenere una base rock di un certo tipo. Farò cinque pezzi del nuovo disco; poi devo mettere per forza dei brani che il pubblico si aspetta e che mi sembra naturale fare. Sarò con la mia solita formazione di musicisti»
Ha un pubblico che la “adora”, testimone ne è il web. Se l'ultimo Sanremo è stato inferiore alle sue aspettative, guardando tra le sue canzoni, si trovano delle pietre miliari. «La bambola» (1968), «Pazza idea» (1973) e «Pensiero Stupendo» (1977) sono la sua trilogia popolare, come Traviata, Rigoletto, Trovatore per Verdi...
«Esatto, esatto (ride). E poi ci metto “E dimmi che non vuoi morire”. Non inserisco più “Ragazzo Triste” perché l'ho fatta per troppo tempo. Ora comunque sto definendo la scaletta per Parma. Al Regio ho già cantato e mi sono divertita molto, perché so trasformare il teatro. Dopo un po' chi è lì sente il bisogno di muoversi, si instaura come una necessità di colloquio».
La sento in forma, con una voce contenta
«Beh ringraziando il cielo sì. Anche perché l'altro giorno stavo malissimo e ho lavorato lo stesso. Sono del parere che quando uno sta male, tanto vale che lavori perchè così guarisce prima. Poi per fortuna a me la voce - e sto facendo le corna! - non va via: quindi, avendo la materia prima...»
Ecco, la sua voce. I primi, ad ascoltarla, nella sua Venezia, furono personaggi come il cardinal Roncalli, che poi sarebbe diventato Papa Giovanni XXIII, e il poeta Ezra Pound. Insomma, un'infanzia da favola, con una nonna meravigliosamente avanti rispetto ai tempi...
«Mia nonna sapeva tutto prima che io nascessi. Ringrazio il cielo di averla avuta, come ringrazio il cielo di aver avuto dei genitori che hanno capito tutto, mio padre... E mia madre, che fino all'altro anno andava in moto. Poi io e mio fratello gliela abbiamo tolta perché è pesante da portare, sono caduta anch'io un paio di volte»
La voce, si diceva. Però dietro il personaggio Patty Pravo c'è anche un enorme studio: la danza con Madame Turrito della Fenice, il pianoforte al Conservatorio fino al master in direzione d'orchestra
«Sì. La mia parte vera affiora quando mi metto al pianoforte, quando leggo delle partiture. Lì esce il mio lato intimo. Poi certo questo mi serve anche per il mio lavoro, perché poi non faccio un mestiere molto diverso»
Un volo pindarico. Ospite da Maria Latella, ha detto che ha un cellulare che accende solo di notte per i mariti sparsi nel mondo. E' una bufala?
«(Ride). No, è vero. In verità ho tanti amici in America, alcuni anche con problemi di salute. Ma sono soprattutto i mariti a chiamare. I miei quattro mariti. Dieci anni l'uno, siamo rimasti tutti buoni amici»
Insomma, anche loro possono stare «Nella terra dei pinguini», il suo ultimo disco...
 «I pinguini sono anime libere, con la mente sgombra e l'animo pulito. Insomma, quelle cose che sogniamo tutti al mattino e al pomeriggio sono già rovinate. Ma quel che voglio dire è che nelle persone serve una predisposizione buona. Ed è quello che cerco di dare nei miei concerti».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • maria

    22 Marzo @ 11.04

    Lei è divina in tutti i sensi...la voce negli anni si è persa un pò ma il fascino è rimasto tutto.

    Rispondi

    • raol

      22 Marzo @ 15.20

      la strambelli , in concerto è una favola la sua voce è sublime !!

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

L'attore posta video dopo l'infarto: "Pericolo passato"

salvato

Lopez, il video dopo l'infarto: "La paura? Tutto passato"

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

Lavoro

Agricoltori contro l'abolizione dei voucher

Intervista

Uto Ughi: «Un buon violino è come una Ferrari»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Personaggi

Francesco Canali, messaggio di speranza ai malati di Sla

Lutto

Addio a Carlo Carli, pioniere del marketing

Fontanellato

L'ultimo saluto a Fernando Virgili, decano dei geometri

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

1commento

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

5commenti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

piazzale della pace

Fermato mentre scappa con una boutique (falsa) nello zaino: espulso dall'Italia

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

13commenti

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

2commenti

EDITORIALE

Europa, la dura realtà dopo le celebrazioni

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017