10°

22°

Spettacoli

Intervista - Marta sui Tubi e "Carne con gli occhi": quando la musica è senza guinzaglio

Intervista - Marta sui Tubi e "Carne con gli occhi": quando la musica è senza guinzaglio
Ricevi gratis le news
0

Francesca Lombardi

Sarà un concerto anti-guinzaglio.  Dedicato a chi non segue, ma crea, a chi sa liberarsi dalle catene e costruisce la propria strada. E sarà il primo di una lunga serie che contagerà tutta Italia.  Per presentare il loro nuovo album, i Marta sui Tubi hanno scelto Modena (Off, via Morandi, 71) dove suoneranno stasera alle 22, ma nel loro tour, assicura il cantante Giovanni Gulino, «batteranno molto sull'Emilia», e probabilmente ci sarà spazio anche per una data parmigiana.

Gulino a Parma ha vissuto tre anni, dal '91 al '94: vita da studente di legge fuori sede, con una casa da dividere in borgo delle Colonne dove si vedono «i primi trans», con i primi amori che sbocciano e i primi schiaffi della vita. Ma questa è un'altra storia.
La storia di «Carne con gli occhi», invece, è il racconto di musica che canta e parla, che scuote e culla, che fa ridere e pensare. Che mette nello stesso contenitore una riflessione sul labirinto di pensieri infiniti e una canzone sulla dura vita dei camerieri.  Legare il «profondo» e il «leggero» è sempre stata caratteristica del gruppo. «Credo molto nel potere dell'ironia – dice Gulino -. Con l'ironia puoi dire cose che altrimenti potrebbero diventare pesanti. Ad unire le due cose, del resto, non siamo stati i primi: basti pensare alla musica classica, dove ci sono tanti cambi ti tempo, dal vivace all'allegro. Noi vogliamo svincolarci dall'idea di dover fare un disco tutto malinconico: non siamo dei nerd depressi, siamo anche persone goderecce...».

E poi ci sono i pezzi ermetici, quelli in cui la testa di chi ascolta ha libero arbitrio. E' uno di questi brani che dà il «la» al disco, «Basilisco», dal nome di un mostro mitologico che ha il potere di pietrificare chi lo guarda, e che racconta i pensieri di un re prima di morire. «Non c'è sempre bisogno, comunque, di andare a cercare il significato dei testi se non ce n'è l'esigenza», commenta Gulino. Di spunti, i Marta sui tubi, ne danno tanti, anche nel primo singolo dell'album, «Cristiana». C'è già un video, su You Tube, con una ragazza che continua a frullare tutto ciò che le fa male, ma che non riesce a liberarsi di un pesce blu, mentre il testo recita: «E pescar parole che come i pesci abboccano in un mare di perché». Nella stanza di fianco al frullatore ci sono loro, Giovanni Gulino, il chitarrista Carmelo Pipitone, il batterista Ivan Paolini, Paolo Pischedda (piano e organo hammond)  e -novità – il violoncellista Mattia Boschi che suonano in una doccia. Giusto per calcare l'idea che sta alla base del nuovo lavoro della band: uscire dagli schemi.

«Il guinzaglio che si vede nella copertina del cd è la metafora del cappio che ti lega e non ti fa esprimere, è il simbolo delle cose che 'danno fastidio' e che possono riferirsi alla politica, alla società, ma anche all'ambiente di lavoro. Dietro un guinzaglio, o un cappio, c'è sempre carne, e ci sono sempre occhi.  Da qui il titolo dell'album. Ecco, con questo lavoro invitiamo a liberarsi, a non seguire l'opinione della massa e a trovare la propria strada». Gulino e compagni danno l'esempio: hanno detto di no a case discografiche importanti che volevano farli diventare «un gruppo pop» perché volevano essere «il più possibile indipendenti»: hanno dato vita a un etichetta discografica indipendente, Tamburi Usati (anagramma della band), e sono convinti che sia stata «una decisione molto saggia». Ma non è detto che questa sia la strada giusta: «per ogni artista – dice Gulino – c'è un destino». Il loro è scritto per tutta l'estate: l'agenda è piena e loro vogliono portare in giro «questo nuovo bimbo a cui vogliamo tanto bene». Poi si penserà al nuovo, che in parte c'è già. «Tendiamo a non ripeterci, a cambiare formula, sensazioni, suggestioni», spiega il cantante. Sfruttando quell'alchimia di chi sa lavorare sulle ispirazioni, improvvisando. Sempre senza guinzaglio.
Qui la pagina facebook della band
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Crozza torna in Rai. Per Fazio

Fazio e Crozza sul palco di Sanremo 2013

televisione

Crozza torna in Rai. Per Fazio

1commento

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Casa: «Ecco la mia ricetta per la sicurezza»

MUNICIPIO

Casa: «Ecco la mia ricetta per la sicurezza»

15commenti

COLLECCHIO

Una discarica nel guado del Baganza, scatta la protesta

Municipale

Incidente stradale, ieri sera, in Località "Il Moro"

Tordenaso

Addio a Bortolameotti, uomo dal cuore grande

2commenti

Tuttaparma

Portinerie e portinai di un tempo

1commento

TABLEAUX VIVANTS

Se bimbi e fotografi (over 60») fanno robe da circo

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

Scuole

Studenti a rischio a Corcagnano

2commenti

"Robe da Circo"

Bimbi e fotografi ne combinano di "tutti i colori" Video

gazzareporter

In piazza Garibaldi è arrivato Capitan Acciaio Gallery

L'INTERVISTA

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

«L'emergenza sicurezza è frutto della mancata certezza delle pene e delle espulsioni difficili» dice Pizzarotti a pochi giorni dall'udienza con papa Francesco.

53commenti

Attacco dell'opposizione

«La sindaca di Felino si dimetta»

3commenti

Laguna gialloblù

L'«Imperatore» di Venezia

1commento

BASKET

Fulgor, si presenta l'orgoglio di Fidenza

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

Germania

Elezioni: vince la Merkel, estrema destra in Parlamento

FURTI

Colpi in tutta Italia, presi "maghi" chiave bulgara. Il deposito a Reggio Emilia

4commenti

SPORT

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

Sport USA

NFL, altro successo per i Falcons

SOCIETA'

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano 30 anni dopo Gallery

1commento

siracusa

Tenuta come schiava in casa, arrestato marito marocchino

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery