Spettacoli

Intervista - Marta sui Tubi e "Carne con gli occhi": quando la musica è senza guinzaglio

Intervista - Marta sui Tubi e "Carne con gli occhi": quando la musica è senza guinzaglio
0

Francesca Lombardi

Sarà un concerto anti-guinzaglio.  Dedicato a chi non segue, ma crea, a chi sa liberarsi dalle catene e costruisce la propria strada. E sarà il primo di una lunga serie che contagerà tutta Italia.  Per presentare il loro nuovo album, i Marta sui Tubi hanno scelto Modena (Off, via Morandi, 71) dove suoneranno stasera alle 22, ma nel loro tour, assicura il cantante Giovanni Gulino, «batteranno molto sull'Emilia», e probabilmente ci sarà spazio anche per una data parmigiana.

Gulino a Parma ha vissuto tre anni, dal '91 al '94: vita da studente di legge fuori sede, con una casa da dividere in borgo delle Colonne dove si vedono «i primi trans», con i primi amori che sbocciano e i primi schiaffi della vita. Ma questa è un'altra storia.
La storia di «Carne con gli occhi», invece, è il racconto di musica che canta e parla, che scuote e culla, che fa ridere e pensare. Che mette nello stesso contenitore una riflessione sul labirinto di pensieri infiniti e una canzone sulla dura vita dei camerieri.  Legare il «profondo» e il «leggero» è sempre stata caratteristica del gruppo. «Credo molto nel potere dell'ironia – dice Gulino -. Con l'ironia puoi dire cose che altrimenti potrebbero diventare pesanti. Ad unire le due cose, del resto, non siamo stati i primi: basti pensare alla musica classica, dove ci sono tanti cambi ti tempo, dal vivace all'allegro. Noi vogliamo svincolarci dall'idea di dover fare un disco tutto malinconico: non siamo dei nerd depressi, siamo anche persone goderecce...».

E poi ci sono i pezzi ermetici, quelli in cui la testa di chi ascolta ha libero arbitrio. E' uno di questi brani che dà il «la» al disco, «Basilisco», dal nome di un mostro mitologico che ha il potere di pietrificare chi lo guarda, e che racconta i pensieri di un re prima di morire. «Non c'è sempre bisogno, comunque, di andare a cercare il significato dei testi se non ce n'è l'esigenza», commenta Gulino. Di spunti, i Marta sui tubi, ne danno tanti, anche nel primo singolo dell'album, «Cristiana». C'è già un video, su You Tube, con una ragazza che continua a frullare tutto ciò che le fa male, ma che non riesce a liberarsi di un pesce blu, mentre il testo recita: «E pescar parole che come i pesci abboccano in un mare di perché». Nella stanza di fianco al frullatore ci sono loro, Giovanni Gulino, il chitarrista Carmelo Pipitone, il batterista Ivan Paolini, Paolo Pischedda (piano e organo hammond)  e -novità – il violoncellista Mattia Boschi che suonano in una doccia. Giusto per calcare l'idea che sta alla base del nuovo lavoro della band: uscire dagli schemi.

«Il guinzaglio che si vede nella copertina del cd è la metafora del cappio che ti lega e non ti fa esprimere, è il simbolo delle cose che 'danno fastidio' e che possono riferirsi alla politica, alla società, ma anche all'ambiente di lavoro. Dietro un guinzaglio, o un cappio, c'è sempre carne, e ci sono sempre occhi.  Da qui il titolo dell'album. Ecco, con questo lavoro invitiamo a liberarsi, a non seguire l'opinione della massa e a trovare la propria strada». Gulino e compagni danno l'esempio: hanno detto di no a case discografiche importanti che volevano farli diventare «un gruppo pop» perché volevano essere «il più possibile indipendenti»: hanno dato vita a un etichetta discografica indipendente, Tamburi Usati (anagramma della band), e sono convinti che sia stata «una decisione molto saggia». Ma non è detto che questa sia la strada giusta: «per ogni artista – dice Gulino – c'è un destino». Il loro è scritto per tutta l'estate: l'agenda è piena e loro vogliono portare in giro «questo nuovo bimbo a cui vogliamo tanto bene». Poi si penserà al nuovo, che in parte c'è già. «Tendiamo a non ripeterci, a cambiare formula, sensazioni, suggestioni», spiega il cantante. Sfruttando quell'alchimia di chi sa lavorare sulle ispirazioni, improvvisando. Sempre senza guinzaglio.
Qui la pagina facebook della band
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

feste

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

4commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

2commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

Lega Pro

Parma, sfida delicata contro il Bassano. Diretta dalle 14.30

E alle 21.30 la partita in differita su Tv Parma

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

2commenti

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

4commenti

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

6commenti

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

1commento

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery