19°

30°

Spettacoli

Raccomandati, tremate: adesso "C'è chi dice no"

Raccomandati, tremate: adesso "C'è chi dice no"
0

 Che l’Italia fosse un Paese di raccomandati, di «figli di», dove vanno avanti sempre quelli senza merito, si sa da un pezzo e tutti sembrano averlo accettato più o meno passivamente. Stavolta però c'è una novità: questi trentenni «sfigati», bravissimi nel loro lavoro (anzi, spesso i più bravi) ma con la strada sempre sbarrata dal raccomandato di turno, pensano bene di ribellarsi. Succede in «C'è chi dice no», il film di Giambattista Avellino che uscirà venerdì nelle sale, prodotto da Cattleya e distribuito da Universal.  

I protagonisti della pellicola sono tre ex compagni di scuola, ultratrentenni e ancora precari: il giornalista Max (Luca Argentero), il medico Irma (la sempre più lanciata Paola Cortellesi, attualmente in testa agli incassi con «Nessuno mi può giudicare») e lo studioso di diritto Samuele (Paolo Ruffini). Insieme decidono di ribellarsi alla precarietà mettendo alla berlina proprio quei raccomandati che hanno fatto loro le scarpe.  Fonderanno così una sorta di associazione («i pirati del merito», il cui motto è appunto «Chi ti ruba il merito ti ruba la vita») per perseguitare senza tregua le persone che occupano i loro posti ingiustamente. All’inizio sembra solo un gioco, ma il piano lentamente sembra funzionare e trovare anche nuovi proseliti...
«Questo film - ha spiegato in conferenza stampa il regista - è come un grimaldello per raccontare temi delicati. Abbiamo ambientato la storia a Firenze perchè per un precario la situazione è più claustrofobica in una città, dove se perdi un'occasione all’università e in un giornale quasi mai c'è un’alternativa».  Anche con una commedia, dunque, si può denunciare una realtà distorta: lo conferma il grande Giorgio Albertazzi, che ha una piccola parte nel film: «Anche quella di Dante, in fondo, si chiama commedia - dice il grande attore teatrale -. E comunque questa cosa delle raccomandazioni, questo mercimonio c'è sempre stato anche quando ero giovane. Oggi però, secondo me, è anche peggio di allora». E a questo punto Albertazzi si lancia in uno sfogo: «E' una vergogna che in Italia tre su quattro dei teatri stabili abbiano dei direttori deficienti, uno tra l’altro messo lì solo perchè ha sposato la figlia di».
Poi la parola passa ai protagonisti Luca Argentero e Paola Cortellesi, i quali concordano nell'affermare che ci sono tante situazioni in cui si deve dire no: «Questo mestiere è fatto di no - osserva l'attore torinese - e credo sia giusto così». «Io continuo a riceverne e a pronunciarne - aggiunge l'attrice romana, reduce dal successo di «Zelig»  - comunque bisogna fare pace con il rifiuto e non prenderlo come una sconfitta». 
Infine Argentero smentisce la notizia secondo cui sarà accanto a Belen nella fiction «Sposami»: «E' comico, l'ho letto ma non ne so davvero nulla. Tra due settimane, e questo è vero, inizierò invece “Lezioni di cioccolato 2”».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello UK

televisione

Rissa al Grande Fratello UK: interviene la security Video

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Picchia e violenta la ex moglie: 30enne in carcere

Medesano

Picchia e violenta la ex moglie: 30enne in carcere

Elezioni 2017

Federico Pizzarotti rieletto sindaco con il 57,87% dei voti La festa (foto)

Ecco come sarà il nuovo Consiglio

19commenti

polizia

Blitz dei ladri nella notte al Palacampus

parma

Furto da "Amor di Patata", all'ombra del duomo: è sparita la cassa

Il caso

Casaltone, un paese diviso in due

1commento

scuola

Maturità: oggi la terza e ultima prova scritta

Asessuali

Vivere in astinenza: il documentario della parmigiana Soresini

1commento

Serie B

Le avversarie del Parma ai raggi X

industriali

Upi, oggi l'assemblea al Regio con il ministro Delrio. Diretta Tv Parma (16:45)

Poggio di Sant'Ilario

Dà fuoco alla stanza e ustiona moglie e figlia

Lutto

Laurano dice addio a «Ester» la centenaria

Fidenza

Piazza Grandi, operazione recupero archeologico

Integrazione

Fine del Ramadan, una festa condivisa

1commento

Promozione

Apolloni: «Felice per questa B»

BALLOTTAGGIO

"Effetto Parma" festeggia. Pizzarotti: "Altri cinque anni entusiasmanti" Video

L'intervista di TvParma: "Penso che per questa vittoria abbiano pesato la nostra concretezza e i nostri contenuti"

9commenti

elezioni 2017

Lavagetto (Pd): "Ora riflessione ma possiamo imparare dalle cose fatte bene" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

2commenti

ITALIA/MONDO

elezioni 2017

Il trionfo-ritorno del centrodestra: 16 capoluoghi, presa Genova. Crollo del Pd

Boretto

La villetta va a fuoco, famiglia salvata dal gatto

SOCIETA'

colombia

La nave barcolla poi affonda: 6 morti

LA PEPPA

Budino di due colori

SPORT

formula 1

Gara pazza. Hamilton e Vettel fanno a botte. E Ricciardo brinda...

SERIE A

Donnarumma inneggia a Raiola, poi si scusa con i tifosi. Dopo l'Europeo incontro con il Milan

MOTORI

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande