19°

Spettacoli

Il «crescendo» di Battistoni: largo al giovane

Il «crescendo» di Battistoni: largo al giovane
0

di Lucia Brighenti

Rossini? Molto più che un musicista portato per il teatro comico. Lo assicura Andrea Battistoni, giovanissimo direttore che venerdì debutterà ne «Il barbiere di Siviglia», ultimo titolo della Stagione lirica del Teatro Regio. La sua carriera è un crescendo rossiniano: dopo aver diretto con successo l’«Attila» al Teatro di Busseto per il Festival Verdi 2010, Battistoni è stato nominato primo direttore ospite del Teatro Regio di Parma. Venerdì questa nuova sfida a cui arriva con la sicurezza di chi, nel 2010, ha diretto «Il viaggio a Reims» al Rossini Opera Festival di Pesaro: «Lavorare su Rossini con il maestro Zedda è stato fondamentale - spiega - perché in quell'occasione ho imparato una visione moderna e aggiornata di questo operista, la cui musica è stata spesso fraintesa, semplificata e involgarita. Un pericolo tanto più presente nel 'Barbiere': proprio perché quest’opera non è mai uscita di repertorio si sono sedimentate molte cattive abitudini. Spesso Rossini è considerato solo un autore semplice, portato per il teatro comico, mentre il festival di Pesaro ha contribuito a ricostruire la complessità del suo personaggio, la sua genialità teatrale che getta luci e ombre sui suoi capolavori. Anche nel 'Barbierè vi sono oasi di patetismo, di lirismo che altrimenti non si spiegherebbero».
Anche al Teatro Regio di Parma «Il barbiere di Siviglia» è una delle opere più amate e rappresentate dai tempi di Maria Luigia a oggi. Cosa ha determinato un successo così continuo, a suo parere?
«Il miracolo nasce da un meccanismo teatrale serratissimo: il soggetto in sé è molto semplice, ma la bellezza sta nell’intelligenza del librettista, che non lascia mai cadere il ritmo, e nella musica che segue questo ritmo. Proprio per questo non si può tagliare quasi niente dell’opera, la eseguiremo in forma pressoché integrale, salvo qualche lieve adattamento di alcuni recitativi. Ci sono tutti gli ingredienti del miglior Rossini: arie virtuosistiche, concertati, momenti di lirismo e un uso dell’orchestra molto brillante, ricco e meditato, per cui Rossini prese a modello Haydn e Mozart».
In un’opera buffa che tipo di relazione c'è tra direzione e lavoro di regia?
«C'è una vera e propria interazione. Devo dire che ho la fortuna di intendermi alla perfezione con la visione di Stefano Vizioli: ha creato uno spettacolo eccezionale, di grande inventiva e divertente che va a braccetto con la musica senza mai far cadere il ritmo, senza involgarire con effetti gratuiti. Nelle prove abbiamo fatto molte risate assieme e credo che questo sia segno che il lavoro funziona».
Anche in questa occasione dirigerà a memoria?
«Penso di sì - risponde con un sorriso - ho un rapporto quotidiano con la partitura e faccio in modo di prepararmi con molto anticipo, in modo che giorno dopo giorno si sedimenti nella testa e nel cuore. Quando dirigo così posso rivolgere meglio la mia attenzione ai cantanti e all’orchestra».
Il 21 aprile sarà ancora al Teatro Regio per dirigerne l’orchestra in un programma tutto dedicato a Liszt...
«Sì, ormai mi sento un po' a casa qui. È una bellissima occasione perché torno al repertorio romantico che è quello che sento più vicino a me».
Poi in ottobre dirigerà il «Falstaff» per il Festival Verdi.
«È un impegno che ho accettato con estrema gioia, perché è l’opera di Verdi che preferisco, forse quella che amo di più in assoluto. D’altro lato è un impegno gravoso e affrontarlo a Parma significa una grandissima responsabilità. È un’opera tradizionalmente diretta da interpreti anziani, punto di riferimento sono Toscanini e Giulini, ma non per questo credo che sia necessario essere ottuagenario per dirigerla perché è anche una storia di amore tra ragazzi, una commedia. Cercherò quindi di dare una lettura rispettosa ma con un’impronta diversa».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito"

gossip

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito" Foto

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram

social

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram: dominio Beyoncé e Selena Gomez 

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Pedone investito in via Spezia: è grave

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

36a giornata

Super Santarcangelo, Feralpi incredibile rimonta (sulla Reggiana). Foggia in B

Sprint secondo posto: domani Albinoleffe-Pordenone e Padova-Ancona (ore 20.30) e Parma-Sudtirol (ore 20.45)

eventi

Mostra del fumetto: il Wopa come...Wonderland Gallery

cibo on the road

Castle Street Food, continua l'assedio a Fontanellato Gallery

lega pro

D'Aversa: "Ora deve tornare a scattare la scintilla dell'entusiasmo" Video

1commento

FORNOVO

Pochi iscritti alle elementari, è polemica

LANGHIRANO

Il comandante dei vigili: «Massese pattugliata»

3commenti

gazzareporter

Un lettore: "Ma i vigili controlleranno anche le Harley Davidson?"

3commenti

SORBOLO

Quegli attori anti-truffa che educano i cittadini

Finto carabiniere

Truffati altri due anziani

l'agenda

Una domenica tra feste di primavera, aquiloni e treni storici

Lavori pubblici

Ecco il rinato «Lauro Grossi»

EMILIAMBIENTE

Massari: «Piena fiducia nel cda»

cadute

Incidenti in moto a Noceto e Berceto, grave una 46enne di Salso Video

Sanità

Visite «bucate», arrivano le prime multe

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

televisione

Addio a Erin Moran, "Sottiletta" Joanie di Happy Days Videoricordo

1commento

nairobi

Difende gli animali, spari contro la scrittrice Kuki Gallmann: ferita

WEEKEND

VIDEO

Il ghepardo attacca la turista e cerca di azzannarla

foto dei lettori

Aspettando la 1000 Miglia: lo sguardo di Paolo Gandolfi Foto

SPORT

tragico schianto

Incidente mortale: addio al rugbysta Andrea Balloni

calcio

Dramma per Vidal: cognato ucciso a colpi di pistola alla testa

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"