-3°

Spettacoli

«Sì, dopo tutti questi anni sono ancora Paul Simon»

«Sì, dopo tutti questi anni sono ancora Paul Simon»
0

di Paride Sannelli

Sono passati cinque anni da «Surprise», disco bello ma segnato da troppe incomprensioni con il produttore Brian Eno per riservare a Paul Simon l’attenzione che avrebbe meritato, e l’ «old friend» torna sul mercato con un album carico di promesse. Nei negozi da domani, s’intitola «So beautiful or so what» - che in italiano significa più o meno «Bellissimo, sì, e allora?» - e lega col filo rosso di un talento da Grammy dieci nuove canzoni concepite partendo dalle armonie invece che dal ritmo come gli era accaduto da «Graceland» in poi. L’Africa, per l’ex sodale di Art Garfunkel (a proposito: in questi giorni è uscito ristampato il capolavoro del duo «Bridge over troubled water»), è ancora vicinissima, ma il retrogusto di questo nuovo repertorio è un po’ quello di album confinati tra i ricordi degli anni Settanta come «Paul Simon» o «Still crazy after all these years». Spalleggiato dal produttore Phil Ramone, il musicista di Newark spazia dai sapori iberici dello strumentale «Amulet» agli esotismi calypso di «The afterlife» (il singolo), dagli echi alla Simon & Garfunkel di «Dazzling blue» al misticismo soul di una «Getting ready for Christmas day» con tanto di sermone campionato. Il risultato lo premia con un album «profondo e gioioso» che merita ampiamente «di essere indicato come uno tra i più grandi traguardi di Paul Simon» come scrive Elvis Costello nelle note di copertina. Tutto in attesa del tour che vedrà Simon, 70 anni ad ottobre, impegnato pure in Italia il 17 luglio per un unico concerto all’Arena Civica di Milano. A parlarne è lui stesso al telefono dalla casa nel Connecticut in cui vive con la (terza) moglie Edie Brickell e i loro tre figli.
Da brani come «Getting ready for Christmas day» affiora una certa spiritualità.
«Sono d’accordo. Anche se non necessariamente religiosa. Mi guardo dentro per raccontare attraverso la mia prospettiva quello che sta succedendo nel mondo, la mia vita e nella mia testa».
Nell’era delle playlist, dovendo puntare su tre soli brani di questo nuovo cd, quali sceglierebbe?
«Sicuramente ‘Getting ready for Christmas day’ perché è un’ottima introduzione all’album. Metterei poi una ballata come ‘Love and hard times’ o ‘Questions for the angels’ e forse ‘Rewrite’, per la sua semplicità della costruzione e l’interesse delle liriche». 
Va ripetendo che in cima ai suoi gusti musicali ci sono Bo Diddley e «Mystery train» di Elvis. E subito sotto?
«La stagione d’oro del rock’n roll è stata quella degli anni Cinquanta e mi piace la combinazione di quel suono con i ritmi africani. Per questo amo Chuck Berry, Fats Domino, l’Elvis del periodo Sun Records, una straordinaria coppia d'autori come quella formata da Jerry Leiber e Mike Stoller, ma pure tanti eroi del doo-wop che in quegli anni potevi ascoltare nei club di New York. Credo che in questo mio nuovo album canzoni come ‘Getting ready for Christmas day’, ‘The afterlife’ o la stessa ‘So beautiful so what’ stiano su quella lunghezza d’onda».
Forse è perché ha ricominciato a comporre canzoni con la chitarra.
 «L’ho sempre fatto. Solo che oggi conosco la chitarra molto meglio di prima; ci si siede e si lascia andare le dita ovunque vogliano aspettando di cominciare a sentire qualcosa. Ad una prima frase musicale se ne aggiunge una seconda ed una terza. La musica va coltivata, infatti, passaggio dopo passaggio fino a farla esprimere in maniera compiuta». 
Lei viene citato come una leggenda pure da giovani campioni del circuito indie-rock come Vampire Weekend o Bright Eyes. Soddisfatto?
«Premesso che quando un artista diventa una leggenda vuol dire che sta invecchiando, tendo l’orecchio per capire quel che si muove grazie soprattutto a mio figlio Adrian, che ha 18 anni e ascolta di tutto. Alcuni giorni fa mi è capitato tra le mani un suo disco di James Blake, molto interessante. Sono andato a vedermi pure i Bright Eyes e gli Arcade Fire. In casa si parla molto di canzoni perché tutti in un modo o nell’altro siamo musicisti, tranne il mio ultimogenito che invece gioca a baseball. Così le discussioni in famiglia spaziano tranquillamente dal mio nuovo album alla sua ultima partita». 
Broadway continua a rivelarsi spietata con le popstar che fanno il grande salto nel musical. Ora a soffrire sono gli U2 di «Spiderman» ma nel ‘98 era già toccato a lei con «The capeman».
«Quell’esperienza mi ha insegnato l’importanza di una trama forte. Oltre a buone musiche, ad un cast di valore e ad un regista abile, occorre soprattutto una sceneggiatura ben fatta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Kim Kardashian divorzia?

Gossip

Kim Kardashian divorzia?

1commento

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger

Mick Jagger

New York

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

terremoto

paura in mattinata

Scossa di terremoto nell'Appennino reggiano: 4.0

lega pro

Parma, sorriso finito: subito al lavoro per il Teramo Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Paura

Spray al peperoncino in discoteca

Comune

Bilancio: ecco tutti gli interventi previsti nel 2017 assessorato per assessorato

1commento

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

1commento

gazzareporter

Sacchi della spazzatura in piazzale Santa Rita Fotogallery

CAVALCAVIA

Via Mantova, presto un nuovo guard rail

3commenti

PEDEMONTANA

Allarme povertà, sussidi per 150 famiglie

1commento

LIBRO

Sopra Le Aspettative, la vita oltre la Sla

17a giornata

D'Aversa, buona la prima: 1-0 e 3 punti d'oro a Bolzano Guarda il gol - Fotogallery

Nocciolini: "Stesso Parma, ma con più grinta", Scavone: "Bene, ma la strada è lunga" (Video)Pacciani: "Vittoria sofferta ma meritata" (Videocommento) - D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi la squadra ha tenuto" (Video)Lega Pro, risultati e classifica (guarda)

3commenti

sudtirol-parma 0-1

D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi abbiamo tenuto bene" Video

incidente

Auto contro un palo a Soragna: 21enne ferito

WEEKEND

Natale nell'aria: dagli acrobati ai mercatini i 5 eventi imperdibili

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

giallo

Trovato cadavere a Roma, forse studentessa scomparsa

SPAZIO

Usa, è morto l'astronauta John Glenn

SOCIETA'

Londra

E' morto Greg Lake, la voce di Emerson, Lake and Palmer

STRAJE'

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Storie di ex

Fiorentina avanti in Europa grazie a Chiesa jr.

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

MOTORI

Suzuki, il grande ritorno di Ignis